AMA Superbike: in New Jersey con Hayes vicino al titolo

AMA Superbike: in New Jersey con Hayes vicino al titolo

Terz’ultimo round 2012, Young cerca il riscatto

Commenta per primo!

L’ennesima “formalità” di questa stagione per Josh Hayes nell’ultima effettiva chiamata per il titolo di Blake Young. Archiviato il mese di sosta dopo Laguna Seca, l’AMA Superbike torna in pista al Thunderbolt Raceway, meglio conosciuto come il “New Jersey Motorsports Park” di Millville, apprestandosi ad un rush finale della stagione 2012 nel segno del bi-Campione in carica Josh Hayes sempre più vicino alla conquista del terzo titolo consecutivo nella serie di riferimento del panorama AMA Pro Road Racing. Grazie al successo conseguito a Laguna Seca, l’esperto pilota del Mississipi non soltanto ha rafforzato la propria leadership in classifica, ma ha siglato nuovi primati nella storia della categoria: nelle 14 gare sin qui disputate ben 11 vittorie (-1 dal record di Mat Mladin) delle quali 8 consecutive, ritrovandosi al terzo posto nella graduatoria All-Time dei vincitori nell’AMA Superbike a quota 28 vittorie (ad ex-aequo con Ben Spies, preceduto soltanto da Miguel Duhamel a 32 e dall’irraggiungibile Mat Mladin in vetta a 82), 50 complessive nei campionati AMA (28 in Superbike, 13 nella defunta Formula Xtreme, 6 in Supersport, 1 nella 750 Supersport, 2 tra le Superstock) al seguito di Miguel Duhamel (86), Mat Mladin (82) e Rich Oliver (71). Numeri impressionanti per il pilota Graves Yamaha, deciso in New Jersey ad ipotecare definitivamente la conquista del terzo titolo consecutivo tra le Superbike forte di trascorsi favorevoli a Millville dove ha vinto cinque delle sei gare disputate nel triennio 2009-2011, sempre rigorosamente in sella ad una R1 preparata da Graves Motorsports. Insomma, sulla carta sembra un week-end “già scritto” con Josh Hayes assoluto ed indiscusso favorito della vigilia, obbligando così il suo più diretto (ed unico) inseguitore Blake Young a giocarsi al meglio questa sua ultima chiamata per il titolo 2012. Vice-campione in carica, pupillo di Kevin Schwantz e dal 2009 pilota ufficiale Yoshimura Suzuki, il giovane talento del Wisconsin si presenterà con 74 punti di svantaggio dalla vetta, a digiuno di successi da 11 gare con l’ultima affermazione conseguita lo scorso mese di maggio a Sonoma. Comprensibilmente Blake Young ha sfruttato questa pausa estiva per prepararsi al meglio al ritorno in azione, deciso a posticipare la festa di Hayes e, perchè no, riaprire il campionato in sella alla propria Suzuki GSX-R 1000, la stessa con la quale riuscì a vincere lo scorso anno in Gara 2. Young si affida ai precedenti, altrettanto il già eletto “Rookie of the Year” della stagione 2012 Josh Herrin, terzo in solitaria in campionato con la seconda Graves Yamaha, alla ricerca della prima vittoria tra le Superbike da conseguire possibilmente sul tracciato dove ha vinto tre delle sei gare andate in archivio nella Daytona SportBike dal 2009 al 2011. Per Herrin sembra sia arrivato il momento giusto per suggellare una più che positiva stagione d’esordio tra le “Big Bikes”, cresciuto sul piano prestazionale nella speranza in ottica 2013 di giocarsi il titolo con il più esperto team-mate Josh Hayes. Non hanno di queste velleità campionato, ma sperano di raggiungere quanto prima il gradino più alto del podio, i due piloti del Michael Jordan Motorsports Roger Hayden e Ben Bostrom, quest’ultimo in crescita negli ultimi round come testimonia la pole ed il podio sfiorato nella “sua” Laguna Seca. “BB”, scontando un problematico inizio di campionato, si ritrova soltanto all’ottavo posto nella generale preceduto anche dal sempreverde Larry Pegram (BMW S1000RR dell’omonimo team) e dalla coppia dell’Erik Buell Racing Geoff May e Danny Eslick, ormai presenza fissa della top-5 con una EBR 1190RS ufficiale splendida realtà del circus AMA. Nel “terzo gruppo”, ovvero nella corsa ai primi 10, in New Jersey ci sarà da seguire Steve Rapp, insieme all’Attack Performance a punti in MotoGP da wild card ad Indianapolis con la sperimentale APR-CRT, così come il rientrante Chris Fillmore, pilota di punta del progetto KTM/HMC Racing, vincitore a Millville lo scorso anno nel Vance & Hines XR1200 Series e al rientro dopo due gare d’assenza per la frattura alla mano sinistra. Sulla carta il disegno del Thunderbolt Raceway dovrebbe esaltare le peculiarità della KTM RC8R ufficiale, già nei primi 10 a Laguna Seca grazie a Stefan Nebel, nella speranza per il 2013 di avvicinare il podio. AMA Pro National Guard SuperBike 2012 La Classifica dopo Laguna Seca 01- Josh Hayes – Monster Energy Graves Yamaha – Yamaha YZF R1 – 415 02- Blake Young – Yoshimura Suzuki Racing – Suzuki GSX-R 1000 – 341 03- Josh Herrin – Monster Energy Graves Yamaha – Yamaha YZF R1 – 246 04- Roger Hayden – National Guard Jordan Suzuki – Suzuki GSX-R 1000 – 217 05- Geoff May – Team AMSOIL/Hero – EBR 1190RS – 205 06- Larry Pegram – Foremost Insurance Pegram Racing – BMW S1000RR – 193 07- Danny Eslick – Team Hero – EBR 1190RS – 165 08- Ben Bostrom – Jordan Suzuki – Suzuki GSX-R 1000 – 162 09- Chris Clark – Yoshimura Suzuki Racing – Suzuki GSX-R 1000 – 152 10- Steve Rapp – Attack Performance – Kawasaki ZX-10R – 151 11- Chris Ulrich – M4 Roadracingworld.com Suzuki – Suzuki GSX-R 1000 – 115 12- David Anthony – Kneedraggers.com Motul FLY Racing – Suzuki GSX-R 1000 – 111 13- Chris Fillmore – KTM/HMC Racing – KTM RC8R – 101 14- Jordan Burgess – Kneedraggers.com Motul FLY Racing – Suzuki GSX-R 1000 – 81 15- Robertino Pietri – Team Venezuela – Suzuki GSX-R 1000 – 74

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy