AMA Superbike: Blake Young tiene aperti i giochi campionato

AMA Superbike: Blake Young tiene aperti i giochi campionato

Resta in corsa seppur staccatissimo dalla vetta

Con un Josh Hayes così, competere per il titolo AMA/American Superbike 2012 resta una missione impossibile. Nonostante queste premesse Blake Young, pupillo di Kevin Schwantz e dal 2009 pilota ufficiale Suzuki nella categoria, continua a crederci. A Laguna Seca, in difficoltà nelle prove (soltanto in seconda fila), è riuscito a limitare i danni conquistando in volata un prezioso secondo posto a scapito di Josh Herrin (Graves Yamaha), Danny Eslick (Erik Buell Racing) e Ben Bostrom (Jordan Suzuki) sufficiente, ancora per poco, per tenere aperti i giochi campionato.

Da otto gare esatte a digiuno di vittorie (l’ultima a Sonoma sfruttando un errore proprio di Josh Hayes), il portacolori Yoshimura Suzuki sconta ora un gap di 74 punti dalla vetta: troppi da recuperare con più soltanto sei gare da disputarsi tra Milville, Homestead Miami e New Orleans.

Certamente adesso la situazione è complicata“, spiega il nativo del Wisconsin, “ma continuo a crederci: di sicuro, finchè ci sarà la possibilità di lottare per il titolo, darò il massimo cercando se possibile di vincere ogni gara.

Purtroppo a Laguna Seca Josh (Hayes) era davvero imprendibile, il secondo posto era il massimo per noi. Nelle prove abbiamo incontrato qualche problema di troppo, scattare dalla seconda fila con il sesto crono spiccato nelle qualifiche ha di fatto pregiudicato ogni chance di restare a ridosso a Josh.

Sono partito discretamente, ero già quarto al termine del primo giro, lì ho capito che dovevo aspettare e tenermi qualcosa per l’ultima fase di gara. Il secondo posto era alla nostra portata, infatti è andata così. Adesso non ci resta che sfruttare questo mese di sosta per prepararci al meglio in vista del prossimo round in New Jersey.“

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy