AMA Superbike Barber Gara 1: Josh Hayes su Roger Hayden

AMA Superbike Barber Gara 1: Josh Hayes su Roger Hayden

Penalizzati di 5″, ma in corsa per la vittoria a Barber

di Redazione Corsedimoto

Nessuno, nemmeno il più ottimista, poteva aspettarsi una simile gara. La prima manche dell’AMA Superbike al Barber Motorsports Park di Birmingham, teatro del terzo appuntamento stagionale, ha visto una serie di colpi di scena che hanno sancito la terza vittoria consecutiva di Josh Hayes, ma soltanto in volata a scapito di un “ritrovato” Roger Hayden. Scattato dalla pole per la 25esima volta in carriera nella “top class” del circus AMA Pro Road Racing, il tri-Campione AMA Superbike in carica non soltanto ha dovuto rispondere colpo-su-colpo agli assalti del nativo di Owensboro, ma ha dovuto rimediare ad una prima, per certi versi sorprendenti, decisione della Race Direction. Allo spegnimento del semaforo il “Mississippi Madman”, in “buona compagnia” dello stesso Roger Hayden, Larry Pegram, Chris Ulrich e Huntley Nash, sono stati penalizzati di 5″ per una partenza anticipata, ritrovandosi costretti ad una furiosa rimonta nella graduatoria dei tempi. Se sin dai primi passaggi della contesa tanto Hayes quanto Hayden hanno dato vita ad una fuga in solitaria, l’effettivo leader di gara risultava il capoclassifica di campionato Martin Cardenas, terzo in pista in quel momento, ma in cima al monitor dei tempi. Il “sorpasso”, grazie ad un sensazionale ritmo-gara sotto al muro dell’1’25”, è arrivato poco prima del giro di boa della corsa, lasciando così ad Hayes e RLH soltanto la preoccupazione di confrontarsi per la vittoria. A dispetto di quanto evidenziato nelle prove, il 38enne portacolori Graves Yamaha non è stato in grado di staccarsi dalla Jordan Suzuki #54 del nativo del Kentucky, rimasto “a ruota” abbozzando fino all’ultimo giro un tentativo di sorpasso. Terza vittoria consecutiva per Josh Hayes Chiuse tutte le porte, Josh Hayes ha così potuto celebrare la terza vittoria consecutiva, la 27esima nell’AMA Superbike, la 50esima complessiva nei vari campionati AMA Pro Road Racing, rilanciando nuovamente le proprie ambizioni di classifica ritrovandosi ora a soltanto 23 lunghezze da Martin Cardenas, sul podio con la Yoshimura Suzuki seppur soltanto in terza piazza. Il pilota colombiano nulla ha potuto nei confronti del rivale, nè tantomeno di uno scatenato Roger Hayden, tornato protagonista con la Suzuki GSX-R 1000 #54 vestita dei colori National Guard ed iscritta dal Michael Jordan Motorsports, arrivato ad un soffio dalla seconda affermazione in carriera nell’AMA Superbike. Con Cardenas a completare il podio, ha concluso quarto invece Josh Herrin scontando addirittura 17″ dal duo di testa, davanti ad un positivo Chris Fillmore che ha regalato al team KTM/HMC Racing e alla KTM RC8R l’effettivo miglior risultato di sempre nella categoria, eccezion fatta per il quarto posto dello scorso ad Homestead-Miami su pista “umida”. Bella crescita per la bicilindrica 1190cc di Mattighofen, decisamente meglio rispetto alle EBR 1190RS dell’Erik Buell Racing: Geoff May ha concluso settimo preceduto dal già menzionato (e penalizzato) Larry Pegram, più staccati Aaron Yates e la coppia del team satellite RSRacecraft Cory West e Dustin Dominguez rispettivamente in undicesima e quattordicesima posizione. Domani al Barber Motorsports Park di Birmingham è in programma Gara 2, con Josh Hayes sempre più in “rimonta” per la vittoria finale. AMA Pro National Guard SuperBike 2013 Barber Motorsports Park, Classifica Gara 1 01- Josh Hayes – Monster Energy Graves Yamaha – Yamaha YZF R1 – 21 giri in 30’17.118 02- Roger Hayden – National Guard Jordan Suzuki – Suzuki GSX-R 1000 – + 0.245 03- Martin Cardenas – Yoshimura Suzuki Factory Racing – Suzuki GSX-R 1000 – + 13.170 04- Josh Herrin – Monster Energy Graves Yamaha – Yamaha YZF R1 – + 17.091 05- Chris Fillmore – KTM/HMC Racing – KTM RC8R – + 28.734 06- Larry Pegram – Foremost Insurance Pegram Racing – Yamaha YZF R1 – + 33.505 07- Geoff May – Team Hero – EBR 1190RS – + 34.376 08- Danny Eslick – Jordan Suzuki – Suzuki GSX-R 1000 – + 40.471 09- David Anthony – Motosport.com Motul Fly Racing – Suzuki GSX-R 1000 – + 41.091 10- Aaron Yates – Team AMSOIL/Hero – EBR 1190RS – + 43.058 11- Cory West – Team RSRacecraft EBR – EBR 1190RS – + 1’00.373 12- Chris Ulrich – M4 Broaster Chicken Racing – Honda CBR 1000RR – + 1’05.998 13- Taylor Knapp – KTM/HMC Racing – KTM RC8R – + 1’07.336 14- Dustin Dominguez – Team RSRacecraft EBR – EBR 1190RS – + 1’15.049 15- Chris Clark – Yoshimura Suzuki Factory Racing – Suzuki GSX-R 1000 – + 1’16.349 16- Danny Kelsey – RPS Racing – Suzuki GSX-R 1000 – + 1’17.116 17- Reese Wacker – Pilot Travel Centers/Wacker Racing – Suzuki GSX-R 1000 – + 1’23.281 18- Nico Ferreira – DMS Racing – Kawasaki ZX-10R – a 1 giro 19- Johnny Rock Page – ADR Motorsports – Suzuki GSX-R 1000 – a 1 giro

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy