All Japan Superbike: un weekend difficile toglie il titolo a Nakasuga

All Japan Superbike: un weekend difficile toglie il titolo a Nakasuga

Conclusione amara di stagione

Commenta per primo!

Nessuno nella storia dell’All Japan Superbike era riuscito a vincere tre titoli consecutivi. Ci è arrivato vicino quest’anno Katsuyuki Nakasuga, campione 2008 e 2009 della categoria con la Yamaha ufficiale del YSP Racing Team with TRC, arrivato all’ultima prova stagionale di Suzuka in testa alla classifica dopo una bella rimonta in classifica nei primi cinque round in calendario.

Rispetto allo scorso anno in piena forma fisica (un infortunio in un test privato l’aveva costretto a correre due round non al 100 %), Nakasuga non è riuscito a centrare l’ambito tris, piegato dalla forza di Kousuke Akiyoshi a suo solito velocissimo a Suzuka.

Delusione e rammarico per uno dei piloti più spettacolari del Sol Levante, che ha pagato a Suzuka lo scarso rendimento del “pacchetto”, nello specifico gli pneumatici per sua stessa ammissione non hanno reso al meglio.

Mi è dispiaciuto non vincere il campionato perchè ci credevo molto“, spiega Nakasuga. “Nella prima gara ero veloce e stavo lottando con Akiyoshi fin dai primi giri, ma le gomme si sono usurate più rapidamente del previsto. Non ho potuto vincere e ho rischiato di perdere altri punti. In Gara 2 Akiyoshi era troppo veloce e non potevo farci nulla. Sono grato alla squadra per questa stagione, ci è mancato davvero poco per il tris“.

Restano da definire i programmi Yamaha per la JSB1000: già nell’ultimo biennio ci sono stati dei “tagli” importanti nonostante i successi conseguiti da Nakasuga (l’abbandono alla 8 ore di Suzuka è piuttosto indicativo al riguardo), in più le parole di Tadahiko Taira, ex-pilota e boss di Yamaha YSP with TRC, rilasciate dopo l’evento di Suzuka lasciano presupporre una situazione molto delicata in questo momento per la propria squadra….

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy