All Japan Superbike Tsukuba Gara: Tsuda riporta il team Yoshimura Suzuki alla vittoria

All Japan Superbike Tsukuba Gara: Tsuda riporta il team Yoshimura Suzuki alla vittoria

Takumi Takahashi 2°, fuori Nakasuga

A quasi quattro anni dall’ultima affermazione conseguita da Daisaku Sakai il 18 ottobre 2009 al Twin Ring di Motegi, il team Yoshimura Suzuki torna alla vittoria nell’All Japan Superbike. A Tsukuba, teatro del quarto appuntamento stagionale (l’ultimo prima della lunga sosta estiva per consentire a squadre e piloti di prepararsi alla 8 ore di Suzuka), Takuya Tsuda, dallo scorso anno pilota Yoshimura Suzuki per la JSB1000, è salito sul gradino più alto del podio al termine di una corsa rocambolesca che ha visto l’uscita di scena dei duellanti al titolo Kousuke Akiyoshi e Katsuyuki Nakasuga. Scattato dalla prima fila dello schieramento, il tester Suzuki per il progetto MotoGP 2015 si è ritrovato in testa allo spegnimento del semaforo sfruttando la disavventura del Campione in carica Nakasuga, poleman e fuori gioco nel corso del sesto giro per un problema tecnico alla propria Yamaha YZF R1. Con il portacolori Yamaha YSP costretto alla resa e con Kousuke Akiyoshi fuori gioco per una caduta nelle qualifiche del sabato rimediando una frattura alla gamba sinistra (quasi certa per lui l’assenza alla 8 ore di Suzuka dove non potrà difendere con F.C.C. TSR Honda il trofeo conquistato nelle ultime due edizioni), Tsuda ha viaggiato indisturbato verso la prima affermazione in carriera nella top class JSB1000, il miglior modo per presentarsi a fine luglio per la 8 ore di Suzuka dove correrà insieme a Nobuatsu Aoki e Joshua Brookes proprio con Yoshimura Suzuki, nuovamente sul gradino più alto del podio dopo il disimpegno di fine 2009, in contrasto con i regolamenti definiti dalla MFJ e per dedicarsi ai progetti sportivi nel mondiale di categoria. Secondo posto e leadership per Takumi Takahashi Verdetto a sorpresa a Tsukuba e, complice l’uscita di scena di Akiyoshi e Nakasuga, classifica rivoluzionata: grazie al secondo posto in rimonta dopo prove difficili Takumi Takahashi, giovane alfiere di HARC-PRO Honda, sale al comando della graduatoria con 78 punti, 2 lunghezze di vantaggio sul leggendario Akira Yanagawa, terzo a completare il podio con la Kawasaki Ninja ZX-10R del Team Green, emanazione diretta del Reparto Corse KHI di Akashi. Aspettando il ritorno in pista del prossimo mese di agosto a Sugo (per l’occasione con la disputa di una gara “Endurance” da 100 kilometri con pit-stop obbligatorio), di fatto si riaprono i giochi nella JSB1000 con Takahashi leader seppur con un esiguo margine non soltanto su Yanagawa, ma anche sullo sfortunatissimo Akiyoshi (a -6), Yukio Kagayama (quarto sul traguardo, ora a -7), rilancia le proprie quotazioni anche Tsuda ritrovandosi con più soltanto 11 punti da recuperare, 17 invece per Nakasuga al primo “zero” stagionale. Punti preziosi per la classifica anche per Yoshiyuki Sugai, sesto lo scorso anno in campionato con una Ducati 1098R, decimo sul traguardo a Tsukuba, il miglior risultato per la Ducati 1199 Panigale S all’esordio quest’anno nell’All Japan Superbike. Cronaca di Gara A seguito della caduta di Kousuke Akiyoshi e conseguente infortunio alla gamba sinistra, il bi-Campione JSB1000 Kousuke Akiyoshi non prende il via lasciando campo aperto ad una possibile rimonta in campionato di Katsuyuki Nakasuga, poleman ed affiancato in prima fila da Takuya Tsuda e Kazuki Watanabe. Allo spegnimento del semaforo è tuttavia il portacolori Yoshimura Suzuki ad avere il miglior spunto, leader alla staccata della prima curva (la “55R”) su Nakasuga, Kagayama, Yamaguchi, Takahashi e Watanabe, partito malissimo ritrovandosi a contatto con il più illustre e titolato compagno di squadra al Team Green Akira Yanagawa. Nessun stravolgimento alla conclusione del primo dei 30 giri previsti con la coppia di testa formata da Tsuda e Nakasuga che riesce, per certi versi a sorpresa, a staccare il “pokerissimo” di inseguitori costruendo in soli 3 passaggi del Tsukuba Circuit un significativo vantaggio di 3″. Akira Yanagawa secondo in classifica Duello per la vittoria, confronto-a-5 per il terzo gradino del podio dove si intravede Takumi Takahashi, in grandiosa rimonta tanto da sfilare Yamaguchi e Kagayama in due giri e proporsi quale primo inseguitore della coppia in fuga. Comprensibilmente tra Tsuda e Nakasuga si registra una prolungata fase di studio, quantomeno fino al settimo giro quando un colpo di scena caratterizza la contesa: Nakasuga rallenta vistosamente, viene sopravanzato dagli inseguitori tanto da transitare sul traguardo in tredicesima posizione a 23″ dalla vetta. E’ l’inizio della fine per “Kats”, ben presto costretto al ritiro per un problema tecnico alla propria Yamaha R1. Che disdetta per il Campione in carica, opportunità di riaggancio in classifica su Akiyoshi rimandata lasciando così campo aperto a Takuya Tsuda che viaggia con 3″9 di vantaggio su Takahashi liberatosi di, nell’ordine, Kagayama, Yanagawa, Watanabe e Yamaguchi, con Fujita e Konno in bagarre per la settima posizione a 15″ dalla vetta. Ad 1/3 della distanza di gara l’unica bagarre è tra Yanagawa e Kagayama per il terzo posto con il primo che riesce nel sorpasso alla “55R”, favorito anche da qualche problema di Yukio che si vede costretto a perder progressivamente terreno. Là davanti, con il giro di boa della contesa ormai alle porte, iniziano intanto i doppiaggi che favoriscono Takahashi, bravo a districarsi tra i piloti più lenti portando da 3″5 a 2″8 lo svantaggio dal fuggitivo Tsuda. Il portacolori Yoshimura fa di tutto per conservare questo margine sull’alfiere HARC-PRO Honda, ci riuscirà nonostante un “brivido” finale con il buon Takumi che riduce a 2″ il gap: vince così Takuya Tsuda che riporta al successo il team Yoshimura Suzuki, Takahashi è 2° con Yanagawa a completare il podio distanziando Kagayama (4°), Yamaguchi (5°) e Watanabe (6°). All Japan Road Race Championship 2013 Tsukuba Circuit, Classifica Gara 01- Takuya Tsuda – Yoshimura Suzuki Racing Team – Suzuki GSX-R 1000 – 30 giri in 28’28.579 02- Takumi Takahashi – MuSASHi RT HARC-PRO Honda – Honda CBR 1000RR – + 2.159 03- Akira Yanagawa – Team Green – Kawasaki ZX-10R – + 5.068 04- Yukio Kagayama – Team Kagayama – Suzuki GSX-R 1000 – + 11.157 05- Tatsuya Yamaguchi – TOHO Racing with Moriwaki – Honda CBR 1000RR – + 11.568 06- Kazuki Watanabe – Team Green – Kawasaki ZX-10R – + 13.924 07- Yoshihiro Konno – MotoMap Supply – Suzuki GSX-R 1000 – + 36.947 08- Takuya Fujita – Dog Fight Racing Yamaha – Yamaha YZF R1 – + 37.440 09- Mitsuhiro Yoshida – Honda Kunamoto Racing – Honda CBR 1000RR – a 1 giro 10- Yoshiyuki Sugai – Team Sugai Racing Japan – Ducati 1199 Panigale S – a 1 giro 11- Masayuki Yamanaka – Honda QCT Q-yukai Meiwa Racing – Honda CBR 1000RR – a 1 giro 12- Tomomasa Nakamura – Team Tomomasa – Honda CBR 1000RR – a 1 giro 13- Hirotaka Harada – RS Garage Harada Himeji – Kawasaki ZX-10R – a 1 giro 14- Yoshihisa Kimura – Rising & Fe Blast – Honda CBR 1000RR – a 1 giro 15- Takashi Toda – G-Tribe Racing – BMW S1000RR – a 1 giro

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy