All Japan Superbike Motegi Qualifiche: pole di Akiyoshi, Nakasuga stringe i denti ed è 2°

All Japan Superbike Motegi Qualifiche: pole di Akiyoshi, Nakasuga stringe i denti ed è 2°

Akira Yanagawa chiude 4°

Scongiurata (per il momento) la minaccia pioggia, il Twin Ring di Motegi ha ospitato le qualifiche del primo appuntamento stagionale dell’All Japan Superbike con una serie di sorprese e colpi di scena nel doppio turno ad eliminazione stile-Superpole del mondiale di categoria. Con soli 10 piloti (su 35) ammessi al decisivo “Q2” da 15 minuti, il bi-Campione JSB1000 e tre volte vincitore della 8 ore di Suzuka Kousuke Akiyoshi si è aggiudicato la pole position in sella alla Honda CBR 1000RR del pluri-decorato team F.C.C. TSR Honda, riuscendo a staccare nei conclusivi 5 minuti finali il miglior riferimento cronometrico in 1’50″385. Fuori dalla lotta per il titolo lo scorso anno a seguito della frattura al femore rimediata proprio nelle prove di Motegi, il tester ed occasionale pilota Honda MotoGP ha studiato la strategia giusta per aggiudicarsi la prima pole position della stagione, deciso a riconfermarsi domani nell’unica gara in programma a partire dalle 15:50 locali. Akiyoshi inizia pertanto nel miglior modo possibile l’anno nuovo, l’esatto opposto di Takumi Takahashi, giovane compagno di marca (e collega nell’ambito dei Test HRC per lo sviluppo della RC213V MotoGP) schierato dal team HARC-PRO Honda, autore nel “Q1” del miglior crono in 1’50″168, ma suo malgrado incappato in una scivolata a 5′ dal termine nella decisiva sessione di qualifiche. Il più giovane vincitore di sempre della 8 ore di Suzuka (nel 2010 a 20 anni compiuti sempre con HARC-PRO) è volato a terra all’altezza della curva 3, ritrovandosi di conseguenza impossibilitato a migliorare i propri riferimenti cronometrici con il risultato di dover prender il via domani dalla 10° posizione in griglia. Per Takahashi passo e potenziale per rientrare nella lotta per la vittoria in un’impegnativa gara da disputarsi sulla distanza di 18 giri, sulla carta un’effettiva prova del nove per il Campione in carica Katsuyuki Nakasuga, stoico (eroico) 2° a 125/1000 dalla pole nonostante una spalla infortunata nelle scorse settimane a Suzuka. “Kats”, secondo lo scorso anno da sostituto dell’infortunato Ben Spies a Valencia in MotoGP con la Yamaha M1 ufficiale, ha stretto i denti portando la R1 del YSP Racing Team (acronimo di Yamaha Sport Plaza, emanazione diretta del Reparto Corse di Iwata) in prima fila affiancato da Takuya Tsuda, altro pilota in orbita-MotoGP (contratto in tasca da tester del progetto Suzuki per il 2014), 3° con la GSX-R 1000 del rientrante team Yoshimura Suzuki. Quarto crono per Akira Yanagawa Nelle posizioni che contano figura anche il leggendario Akira Yanagawa, eccezionale 4° a 40 anni compiuti in sella alla Kawasaki Ninja ZX-10R del Team Green, meglio rispetto ad un’altra conoscenza del mondiale come Yukio Kagayama, 5° con la “Gixxer” del proprio Team Kagayama (e primo dei piloti Dunlop in classifica), operato nelle scorse settimane al ginocchio sinistro infortunato in precedenza. Completano il novero dei piloti ammessi al “Q2” nell’ordine il giovanissimo Takuya Fujita (Yamaha R1 del Dog Fight Racing), il veterano Tatsuya Yamaguchi (7° con la Fireblade preparata da Moriwaki ed iscritta dal TOHO Racing), il Campione All Japan J-GP2 in carica Kazuki Watanabe (8° all’esordio in Superbike con la seconda Kawasaki del Team Green), Ikumi Shimizu (Honda DREAM RT Takasaki B’WISE) ed il già menzionato Takumi Takahashi. Qualche problema in più all’esordio nella JSB1000 per la Ducati 1199 Panigale S di Yoshiyuki Sugai, 19° nel “Q1″ con un miglior riferimento cronometrico in 1’56″625 a 6” dalla pole, lontano dalle prestazioni del 2012 in sella alla 1098R condotta al 6° posto finale nella classifica di campionato. All Japan Road Race Championship 2013 Twin Ring Motegi, Classifica Qualifiche (Q2) 01- Kousuke Akiyoshi – F.C.C. TSR Honda – Honda CBR 1000RR – 1’50.385 02- Katsuyuki Nakasuga – Yamaha YSP Racing Team – Yamaha YZF R1 – + 0.125 03- Takuya Tsuda – Yoshimura Suzuki Racing Team – Suzuki GSX-R 1000 – + 0.659 04- Akira Yanagawa – Team Green – Kawasaki ZX-10R – + 0.672 05- Yukio Kagayama – Team Kagayama – Suzuki GSX-R 1000 – + 0.790 06- Takuya Fujita – Dog Fight Racing Yamaha – Yamaha YZF R1 – + 1.236 07- Tatsuya Yamaguchi – TOHO Racing with Moriwaki – Honda CBR 1000RR – + 1.253 08- Kazuki Watanabe – Team Green – Kawasaki ZX-10R – + 1.258 09- Ikumi Shimizu – Honda DREAM RT Takasaki B’WISE – Honda CBR 1000RR – + 2.012 10- Takumi Takahashi – MuSASHi RT HARC-PRO Honda – Honda CBR 1000RR – + 6.047

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy