All Japan Superbike Autopolis Gara: Katsuyuki Nakasuga torna alla vittoria

All Japan Superbike Autopolis Gara: Katsuyuki Nakasuga torna alla vittoria

Prima vittoria 2013, Akiyoshi 1° in classifica

di Redazione Corsedimoto

Dal diluvio di Autopolis emerge il Campione in carica Katsuyuki Nakasuga. Il terzo appuntamento stagionale dell’All Japan Superbike disputatosi sul celebre tracciato di Autopolis ha visto il primo successo stagionale del tre volte Campione JSB1000, autore di una gara da incorniciare al culmine di una perfetta strategia che gli ha consentito di battere sulla distanza il leggendario Akira Yanagawa (3°) e, soprattutto, il capoclassifica di campionato Kousuke Akiyoshi. In una gara andata in scena nell’ambito della “Super 2&4 Race” in concomitanza con la Formula Nippon (il principale campionato per monoposto della Terra del Sol Levante), Nakasuga, Akiyoshi e Yanagawa hanno dettato legge nei 16 giri della contesa rifilando distacchi quasi “imbarazzanti” nei confronti dei loro più diretti inseguitori. Rimasti a ruota per gran parte della corsa, a 4 giri dal termine il collaudatore (ed occasionalmente pilota, vedi il 2° posto a Valencia dello scorso anno) Yamaha MotoGP ha rotto definitivamente gli indugi: primo sorpasso a scapito di Yanagawa per la seconda posizione, attacco-vincente su Akiyoshi per il primato alla staccata in fondo al rettilineo dei box. Con questa manovra “Kats” si è aggiudicato la sua prima affermazione stagionale, riscattando le disavventure occorse tra Motegi e Suzuka causate perlopiù dall’infortunio alla spalla sinistra rimediato nei test pre-campionato proprio sul celebre tracciato dell’ottovolante. Grazie a questa vittoria il portacolori del Yamaha YSP Racing Team (Yamaha Sport Plaza) rilancia le proprie quotazioni in campionato ritrovandosi ora a -11 da Kousuke Akiyoshi, secondo dopo la doppietta tra Motegi e Suzuka, confermatosi leader con 72 punti in sella alla CBR 1000RR Fireblade di F.C.C. TSR Honda, deciso ora a dare il massimo per portare a casa la terza affermazione consecutiva alla 8 ore di Suzuka. Yanagawa e Nakasuga a confronto Ad Autopolis, tracciato di proprietà Kawasaki, è stata inoltre un’occasione importante per rivedere tra i protagonista un’icona del motociclismo nipponico quale Akira Yanagawa, imprendibile sabato nelle qualifiche ufficiali sotto un vero e proprio acquazzone (pole con quasi 1″ di vantaggio sui più diretti inseguitori), terzo in gara con la Kawasaki Ninja ZX-10R del Team Green, pareggiando i conti in campionato con Takumi Takahashi, terzi ad ex-aequo a quota 56 punti. Il giovane pilota del team HARC-PRO Honda non è andato oltre la 9° posizione finale, preceduto sul traguardo anche dalla wild card malese (protagonista del FIM Asia SuperSports 600cc) Azlan Shah Kamaruzaman, al via con una CBR di Honda Team Asia per preparare la 8 ore di Suzuka. Alla gara-che-vale-una-stagione ci sarà, affiancato da Kevin Schwantz e Noriyuki Haga, con il proprio team Yukio Kagayama, quarto ad Autopolis, ma già con il pensiero rivolto al più importante evento del motociclismo giapponese.. Cronaca di Gara Non diluvia come nella giornata del sabato, ma i protagonisti dell’All Japan Superbike sono accolti dalla pioggia a pochi minuti dallo spegnimento del semaforo. Grazie al 2’01″009 siglato nel decisivo “Q2” delle qualifiche ufficiali Akira Yanagawa scatta dalla pole e proprio il leggendario pilota della Kawasaki conquista l’hole-shot allo spegnimento del semaforo, leader alla prima curva su Kagayama, Nakasuga e Akiyoshi. Non ci sono cadute e/o contatti, la corsa prosegue ed alla curva 6 (la “30R”) Akiyoshi sfila Nakasuga per il terzo posto, passa anche in seconda posizione alla curva 13 (“90R”) all’inseguimento di un Yanagawa che chiude il primo giro in testa su Akiyoshi, Nakasuga, Kagayama, più staccati Watanabe, Takahashi, Yamaguchi, via via tutti gli altri. In men che non si dica i primi 3 prevedibilmente si staccano dal gruppo degli inseguitori, perdono quota le ambizioni di Kagayama che si vede raggiunto dagli altri piloti. Non un bel momento per Yukio, l’esatto opposto per Kousuke Akiyoshi che al terzo giro alla curva 11 in fondo al rettilineo opposto ai box intraversa la propria Fireblade e riesce a conquistare il comando delle operazioni a scapito di Yanagawa, terzo è Nakasuga a completare il trio in fuga con già 3″ di vantaggio rispetto agli altri piloti. Kagayama giù dal podio Questo terzetto viaggia con un passo insostenibile per gli altri in una corsa già di per sé delineata aspettando la fase decisiva della contesa. Il momento propizio arriva al 7° giro con Nakasuga, a sorpresa, che in un punto possibile (la curva 19 che immette sul rettifilo dei box) trova una porta spalancata da Yanagawa guadagnando la seconda piazza. Prevedibile la risposta del leggendario Akira alla tornata seguente alla curva 12, di fatto adesso la gara entra nel vivo. Raggiunta e superata la metà gara al 9° dei 16 giri previsti Yanagawa si trova in condizione di riportarsi al comando: affianca Akiyoshi nel rettilineo dei box, rompe gli indugi alla staccata della curva 1 con i due arrivati quasi al contatto due curve più tardi, ma l’icona della Kawasaki e del motociclismo giapponese resiste. Yanagawa prova a scappar via, ma è un proposito ambizioso che lo induce all’errore nel corso del 10° giro: sfruttando una sua indecisione alla curva 6 Akiyoshi si riporta davanti, ci sono anche diversi doppiati nel mezzo che favoriscono il portacolori F.C.C. TSR Honda. Nakasuga si avvede del momento ed in un lampo “decide” la corsa: passa Yanagawa e, a 3 tornate dall’esposizione della bandiera a scacchi, alla curva 1 guadagna il comando su Akiyoshi. E’ la mossa vincente che vale a Katsuyuki Nakasuga la prima vittoria stagionale, Akiyoshi si arrende ed è secondo, Yanagawa completa il podio con Kagayama, Deguchi, Tsuda e Yamaguchi a seguire. All Japan Road Race Championship 2013 Super 2&4 Race Autopolis, Classifica Gara 01- Katsuyuki Nakasuga – Yamaha YSP Racing Team – Yamaha YZF R1 – 16 giri in 31’52.744 02- Kousuke Akiyoshi – F.C.C. TSR Honda – Honda CBR 1000RR – + 3.557 03- Akira Yanagawa – Team Green – Kawasaki ZX-10R – + 5.576 04- Yukio Kagayama – Team Kagayama – Suzuki GSX-R 1000 – + 11.304 05- Osamu Deguchi – Evangelion RT Trick Star Racing – Kawasaki ZX-10R – + 11.966 06- Takuya Tsuda – Yoshimura Suzuki Racing Team – Suzuki GSX-R 1000 – + 13.569 07- Tatsuya Yamaguchi – TOHO Racing with Moriwaki – Honda CBR 1000RR – + 16.152 08- Azlan Shah Kamaruzaman – Honda Team Asia – Honda CBR 1000RR – + 26.446 09- Takumi Takahashi – MuSASHi RT HARC-PRO Honda – Honda CBR 1000RR – + 27.759 10- Yoshihiro Konno – MotoMap Supply – Suzuki GSX-R 1000 – + 35.348 11- Takuya Fujita – Dog Fight Racing Yamaha – Yamaha YZF R1 – + 38.454 12- Mitsuhiro Yoshida – Honda Ryokuyokai Kunamoto – Honda CBR 1000RR – + 46.850 13- Kazuki Watanabe – Team Green – Kawasaki ZX-10R – + 49.205 14- Yoshiyuki Sugai – Team Sugai Racing Japan – Ducati 1199 Panigale – + 1’14.108 15- Takeshi Yasuda – Honda Suzuka Racing Team – Honda CBR 1000RR – + 1’32.464

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy