All Japan Superbike Suzuka: Nakasuga Campione per l’8° volta

All Japan Superbike Suzuka: Nakasuga Campione per l’8° volta

Con due secondi posti Katsuyuki Nakasuga è Campione JSB1000 2018, vittorie nelle due gare di Takumi Takahashi e di un eterno Ryuichi Kiyonari.

di Alessio Piana, @alessiopiana130

Nella giornata di festa per tutto il motociclismo del Sol Levante, la 50esima edizione del MFJ Grand Prix, tradizionale appuntamento che chiude la stagione dell’All Japan Superbike, sono tanti a festeggiare. Dal Campione uscente Takumi Takahashi vincitore sotto il diluvio di Gara 1 con la Honda CBR 1000RRW del Team HRC all’eterno Ryuichi Kiyonari, artefice di una sensazionale affermazione nella seconda manche su Honda Moriwaki, scommettendo sull’azzardo delle performanti Pirelli intermedie sull’asfalto che andava man mano asciugandosi. Festa grande per loro, ma soprattutto per Katsuyuki Nakasuga, con il secondo posto della prima manche laureatosi per l’ottava volta Campione JSB1000: dal 1967 ad oggi, stagione inaugurale dell’All Japan Road Race Championship, nessuno come lui.

NAKASUGA CAMPIONE: E SONO 8! – In molti lo davano in fase calante dopo un opaco 2017 costellato da diverse cadute, il solo “guizzo” di una superlativa 8 ore di Suzuka ed un titolo perso con largo anticipo a favore di Takumi Takahashi e della concorrenza-Honda. Il 2018 per Katsuyuki Nakasuga è stato l’ennesimo anno della rinascita, scrivendo una nuova, memorabile pagina di storia del motociclismo All Japan. Otto vittorie nelle 11 (effettive) gare disputate, 8 come il numero di titoli nella top class JSB1000/Superbike, tutti con Yamaha: 2008, 2009, consecutivamente dal 2012 al 2016 e 2018, passando per tre differenti generazioni della R1, per l’occasione a Suzuka vestita con i colori del ventennale. Recordman indiscusso della categoria, al 37enne originario della prefettura di Fukuoka è bastato il secondo posto di Gara 1 per chiudere in anticipo i giochi-campionato meritandosi l’applauso persino di Kenny Roberts Sr, presente come ospite d’onore per celebrare il 50esimo anniversario del MFJ Grand Prix.

Takumi Takahashi
Takumi Takahashi dominatore di Gara 1 con la Fireblade del Team HRC
TAKUMI TAKAHASHI SI IMPONE IN GARA 1 – Di fatto nelle due gare in programma è arrivata per Nakasuga l’unica nota stonata in un weekend dove, con il mostruoso 2’04″571 siglato nelle qualifiche, ha ritoccato il primato della pista. Ci teneva a vincere, ma ha dovuto cedere il testimone ad agguerriti avversari cominciando dal Campione uscente Takumi Takahashi. Al primo anno del rientrante Team HRC, con il #1 ben in vista sul cupolino della Honda CBR 1000RRW il tre volte vincitore della 8 ore ha monopolizzato la scena in una Gara 1 disputatasi sotto il diluvio. In condizioni ai limiti della praticabilità, il tester Honda MotoGP ha preso subito il comando delle operazioni al via lasciando Nakasuga a 8″, Kohta Nozane (a sua volta con Yamaha Factory) a 10″, centrando una vittoria che dà morale dopo una serie di alti e bassi con annessi infortuni registratisi nel corso di un tormentato 2018. Giù dal podio Kazuki Watanabe (Yoshimura Suzuki) conclude quarto a precedere Yuki Takahashi (Moriwaki Honda) e Kazuma Watanabe, sesto con l’unica Ninja ZX-10RR del Kawasaki Team Green al via complice il forfait di Toprak Razgatlioglu in seguito alla doppia-frattura rimediata nelle prove del venerdì.

2018 All Japan Road Race Championship
50th MFJ Grand Prix Suzuka
Classifica Gara 1 (Top 15)

01- Takumi Takahashi – Team HRC – Honda CBR 1000RRW – 10 giri
02- Katsuyuki Nakasuga – Yamaha Factory Racing Team – Yamaha YZF R1 – + 8.251
03- Kohta Nozane – Yamaha Factory Racing Team – Yamaha YZF R1 – + 10.733
04- Kazuki Watanabe – Yoshimura Suzuki Motul – Suzuki GSX-R 1000 – + 11.653
05- Yuki Takahashi – KYB Moriwaki Motul – Honda CBR 1000RR – + 18.556
06- Kazuma Watanabe – Kawasaki Team Green – Kawasaki ZX-10RR – + 22.073
07- Yukio Kagayama – Team Kagayama – Suzuki GSX-R 1000 – + 28.262
08- Ryo Mizuno – MuSASHi RT HARC-PRO Honda – Honda CBR 1000RR – + 32.825
09- Takuya Tsuda – Yoshimura Suzuki Motul – Suzuki GSX-R 1000 – + 35.293
10- Ryuichi Kiyonari – KYB Moriwaki Motul – Honda CBR 1000RR – + 36.076
11- Shinichi Nakatomi – Hitman Koshien Yamaha – Yamaha YZF R1 – + 37.962
12- Tomoya Hoshino – TONE RT SYNCEDGE 4413 – BMW S1000RR – + 42.023
13- Daijiro Hiura – Honda Suzuka Racing Team – Honda CBR 1000RR – + 48.837
14- Bradley Ray – Yoshimura Suzuki Motul – Suzuki GSX-R 1000 – + 56.954
15- Tatsuya Yamaguchi – Team SuP Dream Honda – Honda CBR 1000RR – + 57.115

Ryuichi Kiyonari
Con un burnout Ryuichi Kiyonari ha festeggiato una fantastica vittoria
ETERNO “KING KIYO”: VINCE IN GARA 2 CON MORIWAKI E PIRELLI – Nel MFJ Grand Prix c’è anche la favola di Ryuichi Kiyonari. Da un biennio a questa parte tornato in madrepatria con Moriwaki ed in sella ad una Honda Fireblade, “King Kiyo” è tornato alla vittoria da assoluto ed indiscusso mattatore, rivelandosi davvero imprendibile nelle condizioni di scarsa aderenza. Il tri-Campione BSB ha scommesso sulle Pirelli intermedie conquistando già al terzo giro il comando delle operazioni, lasciando a 23 secondi (!) Nakasuga, addirittura a 32″ Takumi Takahashi. Per Kiyonari un successo festeggiato come fosse il primo della sua illustrissima carriera, oltretutto storico: sia per Moriwaki, alla prima vittoria “sul campo” al rientro nell’All Japan (a Okayama decretato Yuki Takahashi vincitore, ma di fatto non si è corso per il tifone 24), sia per Pirelli che sbanca Suzuka, da sempre “feudo” Bridgestone. Il brand italiano ha inoltre piazzato nella top-5 anche Yuki Takahashi (4°) con l’altra Moriwaki-Honda ed uno scatenato Tomoya Hoshino, quinto con la privatissima BMW del team SYNCEDGE 4413. In una gara difficile per tanti protagonisti, da segnalare la rimonta di Bradley Ray: il 21enne di Ashford, wild card d’eccezione con Yoshimura Suzuki, dopo prove da protagonista (4° girando in 2’05”) ha concluso nono in rimonta regolando proprio negli ultimi giri due veterani del motociclismo All Japan come Yukio Kagayama e Tatsuya Yamaguchi. Per il podio sarà per la prossima…

2018 All Japan Road Race Championship
50th MFJ Grand Prix Suzuka
Classifica Gara 2 (Top 15)

01- Ryuichi Kiyonari – KYB Moriwaki Motul – Honda CBR 1000RR – 18 giri
02- Katsuyuki Nakasuga – Yamaha Factory Racing Team – Yamaha YZF R1 – + 23.799
03- Takumi Takahashi – Team HRC – Honda CBR 1000RRW – + 32.888
04- Yuki Takahashi – KYB Moriwaki Motul – Honda CBR 1000RR – + 40.304
05- Tomoya Hoshino – TONE RT SYNCEDGE 4413 – BMW S1000RR – + 57.389
06- Kohta Nozane – Yamaha Factory Racing Team – Yamaha YZF R1 – + 58.920
07- Kosuke Akiyoshi – au & Teluru MotoUP RT – Honda CBR 1000RR – + 1’05.167
08- Kazuma Watanabe – Kawasaki Team Green – Kawasaki ZX-10RR – + 1’17.303
09- Bradley Ray – Yoshimura Suzuki Motul – Suzuki GSX-R 1000 – + 1’34.517
10- Daijiro Hiura – Honda Suzuka Racing Team – Honda CBR 1000RR – + 1’38.483
11- Tatsuya Yamaguchi – Team SuP Dream Honda – Honda CBR 1000RR – + 1’38.524
12- Yukio Kagayama – Team Kagayama – Suzuki GSX-R 1000 – + 1’44.238
13- Takuya Tsuda – Yoshimura Suzuki Motul – Suzuki GSX-R 1000 – + 1’45.872
14- Ryo Mizuno – MuSASHi RT HARC-PRO Honda – Honda CBR 1000RR – + 1’46.917
15- Hideyuki Ogata – S-Pulse Dream Racing IAI – Suzuki GSX-R 1000 – + 2’02.013

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Katana05 - 6 giorni fa

    Kiyonari non è un uomo, è un highlander.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy