A scuola da Valentino Rossi

A scuola da Valentino Rossi

Academy VR46, ovvero il “Metodo Valentino”: piccoli campioni cresceranno. All’ombra del Dottore.

Commenta per primo!

I ragazzi del VR46 Sky Racing Team e dell’Academy apprendono il “Metodo Valentino”, come lo ha definito Alberto “Albi” Tebaldi, AD della VR46 e da sempre a fianco del Dottore. Un concentrato di 20 anni di esperienze costruite con una precisione scientifica e trasmesse sotto forma di pura passione e divertimento.

Valentino? Solo averlo accanto rafforza l’autostima di questi ragazzi che in pista si traduce in mezzo secondo più veloce” racconta il papà di Nicolò Bulega, il nuovo pilota del Team VR46 Sky Racing Team che quest’anno correrà nel mondiale Moto3 a fianco di Romano Fenati e Andrea Migno.

“Valentino è presente e segue i ragazzi della VR46 Academy con grande attenzione. Un sms che arriva al momento giusto riesce a fare la differenza. Valentino sa tutto, segue tutto. Basti pensare che subito dopo il GP di Sepang lo scorso anno, mentre eravamo in Spagna per i test e il mondo parlava solo dell’incidente tra Rossi e Marquez, Nicolò ha ricevuto un messaggio da Vale per complimentarsi del buon lavoro svolto. E’ stata un’iniezione di fiducia pazzesca in vista della finale del Mondiale Junior”, continua papà Davide.

La dedica per la vittoria del primo titolo iridato di questo rookie molto promettete, che a Valencia nei test ha già centrato il terzo miglior tempo,  è andata proprio a Rossi.

Vale era il mio idolo da bambino”, racconta Nicolò, “averlo accanto da amico, sapere che ti sta guardando e che tifa per te non ha prezzo. Mezzo secondo più veloce? Forse è un po’ troppo, ma è un grande stimolo a fare bene. Sono un ragazzo fortunato perché ho la possibilità di allenarmi con lui in palestra e quasi tutti i sabati al Ranch. Imparo tantissimo. I consigli? Vale dà l’esempio. Ti alleni con lui e capisci quanto e come devi lavorare, in moto e in palestra. Vale è un maestro anche per il suo approccio alle corse e alla vita. La cosa che ammiro di più? La sua capacità di mantenere il sorriso anche quando le cose vanno male”. 

Apertura 2

Osservo tantissimo Vale, cerco di carpirgli ogni segreto” commenta Romano Fenati, che quest’anno punta dritto al titolo in Moto3, “sono i dettagli che fanno la differenza e anche in questo Vale è un campione. Ho appreso molto in questi anni nel Team SKY VR46 e adesso è arrivato il momento di mettere a frutto l’esperienza fatta. Cosa mi è mancato per vincere? Forse un po’ di fortuna e di costanza”.

“Cerco di assorbire il più possibile da Valentino”, fa eco Andrea Migno, “ci trasmette una passione incredibile per il nostro sport. La cosa che più mi colpisce è la sua forza di volontà. Imparare da un maestro così è un grande stimolo, capisci che è proprio la testa a fare la differenza. Mi ritengo fortunato e non nascondo che tante volte mi emoziona ancora trovarmi al suo fianco”.

I piloti del VR46 Sky Racing Team insieme a Nicolò Antonelli, Pecco Bagnaia, Franco Morbidelli, Lorenzo Baldassari e Luca Marini fanno parte della VR 46 Academy, una struttura gestita da Valentino e dai suoi più stretti collaboratori per far crescere i giovani talenti italiani. L’Academy si occupa di tutto, dal management alla preparazione atletica, dall’allenamento in moto al nutrizionista.  Per i giovani si tratta di un’occasione unica per apprendere direttamente dal maestro, per Vale una motivazione incredibile a confrontarsi con i giovani, a competere con loro. Ma è “Albi” a svelarci l’alchimia dell’Academy.

Al di là dell’aspetto emozionale, c’è una preparazione tecnica dove niente è lasciato al caso. Il grande vantaggio dei nostri ragazzi è quello di poter attingere direttamente all’esperienza che Vale si è creato in 20 anni di corse, di imparare quello che amo definire <<il metodo Valentino>>. Al di là dell’aspetto scanzonato di Vale che tutto il mondo conosce, c’è il lavoro scientifico di un grande professionista. Vale è un chimico dello sport. Il nostro supporto è principalmente tecnico e la bellezza è che tutto questo grande lavoro viene percepito come divertimento. É questo il segreto del successo di Vale e dell’Academy”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy