8h Suzuka: Test Yamaha “Per vincere”, parola dei piloti

8h Suzuka: Test Yamaha “Per vincere”, parola dei piloti

Pol Espargaro, Katsuyuki Nakasuga e Alex Lowes soddisfatti dei test privati Yamaha in vista della 8h Suzuka 2016: si punta al bis con riscontri positivi…

In anticipo rispetto alla concorrenza e lontani da sguardi indiscreti, Yamaha ha preso parte mercoledì 29 e giovedì 30 giugno ad una due-giorni di Test privati a Suzuka in vista della 39esima edizione della celebre 8 ore in programma il 31 luglio prossimo. In trionfo lo scorso anno ponendo la parola fine ad un digiuno che perdurava dal 1996, Yamaha Factory Racing Team punta senza mezzi termini ad un bis senza precedenti per la casa dei Tre Diapason nei precedenti 38 anni di storia dell’evento. Per raggiungere questo prestigioso traguardo, Yamaha ha preparato a puntino l’edizione 2016 schierando un equipaggio di alto profilo: sulla R1 #21 (numero distintivo di Iwata alla 8 ore sin dagli anni ’80 con il leggendario team Tech 21) confermatissimi due dei tre artifici della trionfale spedizione 2015 come Pol Espargaro e Katsuyuki Nakasuga ai quali si è aggiunto, in sostituzione di Bradley Smith, il pilota ufficiale Pata Yamaha nel World Superbike Alex Lowes, al via con Yoshimura Suzuki lo scorso anno.

I tre piloti hanno avuto l’opportunità di prender parte alla due-giorni di Test privati a Suzuki Circuit, sfortunatamente per loro inframezzata da scrosci di pioggia. Nella mattinata di mercoledì 29 giugno il sole ha mitigato il programma di lavoro, ma l’avvento della pioggia verso mezzogiorno ha sospeso temporaneamente le attività in pista. Discorso analogo l’indomani con solo una ‘finestra’ di pista parzialmente asciutta nel pomeriggio ad anticipare, nell’ultima mezz’ora di prove, l’ennesimo scroscio di pioggia che ha concluso anzitempo il piano di lavoro definito dall’ex pilota oggi Team Manager Wataru Yoshikawa.

All'esordio alla 8 ore lo scorso anno Pol Espargaro conquistò pole, record sul giro e vittoria
All’esordio alla 8 ore lo scorso anno Pol Espargaro conquistò pole, record sul giro e vittoria

Nonostante siano stati due giorni di test a singhiozzo, i tre piloti si sono detti soddisfatti e fiduciosi in previsione del weekend di gara. Poleman (con annesso record della pista in 2’06″000) e vincitore lo scorso anno, Pol Espargaro in questa sua ultima 8 ore da pilota Yamaha punta senza mezzi termini al bis e, come testimoniano le parole condivise dal Re dell’All Japan Superbike (6 titoli e 10 vittorie di fila, Sugo 120 miles di domenica scorsa compresa…) Katsuyuki Nakasuga, i propositi sono a dir poco ambiziosi.

“Non ho percorso il numero di giri che volevo causa pioggia ed è stato un vero peccato”, ha ammesso Pol Espargaro. “Se non altro siamo stati fortunati di incontrare almeno una finestra di pista asciutta, così ho potuto risalire in sella alla YZF-R1 dopo tanto tempo. Complessivamente sono soddisfatto, mi sono trovato meglio e sono stato più veloce rispetto ai Test dello scorso anno quando, chiaramente, ero all’esordio. Per me era importante girare il più possibile perchè il mio programma di Test pre-evento si chiude qui, da questo punto di vista sono pertanto tranquillo e fiducioso. Credo che siamo pronti e possiamo ripetere il risultato del 2015 per festeggiare ancora. In squadra c’è anche una sana rivalità che fa bene a tutti noi. Credo tuttavia quest’anno non riuscirò a ripetere la pole della passata edizione. Il perchè? Semplicemente perchè Nakasuga-San è velocissimo! Ad ogni modo stare davanti a tutti in qualifica è qualcosa di importante, ma lo sarebbe ancora di più ritrovarci sul gradino più alto del podio…

Katsuyuki Nakasuga punta al bis e a riprendersi la pole già conquistata nel recente passato con YART Yamaha
Katsuyuki Nakasuga punta al bis e a riprendersi la pole già conquistata nel recente passato con YART Yamaha

All’affermazione di Polyccio ha risposto proprio Katsuyuki Nakasuga, sei volte Campione (record) dell’All Japan Superbike e Tester Yamaha MotoGP. “Il nostro programma di test è stato parzialmente compromesso dal meteo, ma in ogni caso siamo riusciti a rispettare la nostra tabella di marcia senza lasciare nulla in sospeso. Abbiamo compiuto dei progressi per quanto concerne la scelta delle specifiche di pneumatici in ottica gara, partiremo pertanto già con una buona base da questo punto di vista. Inoltre con Pol e Alex siamo già in sintonia: sono piloti di alto livelli e formiamo un equipaggio formidabile, con tempi sul giro competitivi soprattutto in termini di costanza sul passo. Resto dell’idea che nel weekend di gara gireremo ancora più forte. Per quanto mi riguarda quest’anno il mio obiettivo è di tornare in pole position: lo ha detto nei giorni scorsi proprio Pol (Espargaro) “Vedrete che Nakasuga farà la pole quest’anno”, pertanto non voglio deluderlo!“.

Al debutto con la R1 preparata secondo le specifiche della 8h Suzuka, Alex Lowes ha incontrato comprensibilmente qualche difficoltà. “Lo scorso anno ho esordito alla 8 ore di Suzuka, ma questa volta per me sarà tutto nuovo: team, moto, pertanto ho sfruttato questa due giorni di test per imparare il più possibile. Mi sono dovuto adattare ad una R1 dalle specifiche diverse rispetto a quella del Mondiale Superbike, così come le gomme Bridgestone. Ci resta ancora del lavoro da fare e credo dovrò cambiare il mio stile di guida, ci proverò nei prossimi test nella speranza di percorrere più giri possibili senza esser disturbato dalla pioggia. In squadra l’atmosfera che si respira è positiva, i miei compagni di squadra sono due piloti veloci e due bravi ragazzi, insieme si lavora bene ed in serenità. Ovviamente quando l’obiettivo è vincere si avverte la pressione, ma farò del mio meglio per dare il mio contributo alla causa“.

Prove di pit-stop per Alex Lowes, alla sua seconda 8 ore di Suzuka in carriera (la prima con Yamaha)
Prove di pit-stop per Alex Lowes, alla sua seconda 8 ore di Suzuka in carriera (la prima con Yamaha)

Bilancio finale del Team Manager Wataru Yoshikawa, per anni pilota-bandiera Yamaha nelle competizioni, da diverso tempo passato a ruoli operativi dal muretto box. “Il meteo era imprevedibile, certamente non il massimo per poter svolgere un programma di lavoro. I nostri piloti hanno contribuito a restare di buon umore a cominciare da Pol (Espargaro) con la sua contagiosa allegria che ci ha fatto bene. Si è presentato a questi test reduce dal podio sfiorato di Assen con tanta voglia di lavorare e ripetere il successo dello scorso anno. Discorso diverso per Alex Lowes, in ripresa da un recente infortunio, ma gradualmente si è adattato alla moto migliorato il suo ritmo in pista. Nakasuga ha contribuito molto alla causa della squadra, senza dubbio è il pilota di maggior esperienza e sa come mettere i suoi compagni di squadra nelle condizioni di esprimersi al meglio. Come messa a punto abbiamo trovato un buon bilanciamento di partenza e, nonostante la pioggia, abbiamo già abbozzato diverse strategie. Dopo aver vinto lo scorso anno l’obiettivo per noi è ripeterci, qualsiasi altro risultato rappresenterebbe una delusione per chi ci segue dall’esterno. Da parte nostra siamo fiduciosi e contiamo di ribadire queste sensazioni nei prossimi test“.

Yamaha Factory Racing Team non prenderà parte ai Test ufficiali del 4-6 luglio prossimi, ma in compenso ci sarà dal 13 al 14 luglio per i Manufacturer Test con i soli Katsuyuki Nakasuga e Alex Lowes, non Pol Espargaro impegnato al Sachsenring in MotoGP con Yamaha Tech 3.

Qui la Fotogallery del test

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy