8h Suzuka: Test ufficiali con Yamaha al top, Jonathan Rea (3°) in pista

8h Suzuka: Test ufficiali con Yamaha al top, Jonathan Rea (3°) in pista

Prima giornata di Official Test-2 della 8 ore di Suzuka: Yamaha Factory e Honda HRC sotto il 2’08”, Jonathan Rea con Kawasaki Team Green è terzo.

di Alessio Piana, @alessiopiana130
Katsuyuki Nakasuga con Yamaha primeggia nel Day 1 di Test a Suzuka

Temperature bollenti, confronto incandescente in pista: le premesse per una 41esima edizione della 8 ore di Suzuka memorabile. Al primo confronto diretto tra le squadre ufficiali dei quattro colossi del Sol Levante, l’inaugurale giornata di Official Test ha proiettato in testa il Yamaha Factory Racing Team con Katsuyuki Nakasuga già in grado di viaggiare (senza tentativo di time attack…) in 2’07″379 a precedere lo squadrone HRC (Red Bull Honda with Japan Post) con Takumi Takahashi in 2’07″604, entrambi in grado di infrangere il muro del 2’08”. Un traguardo, per ora, mancato di un soffio da parte di Jonathan Rea: al suo ritorno a Suzuka, alla prima presa di contatto con la Ninja ZX-10RR gommata Bridgestone del Kawasaki Team Green, il mattatore del World Superbike si è assicurato il terzo tempo in 2’08″045.

YAMAHA SI CONFERMA AL TOP – La prima di tre giornate di Test ufficiali ha riaffermato la competitività dello squadrone Yamaha Factory Racing Team. A caccia della quarta vittoria di fila, la R1 vestita con i colori del 20esimo anniversario del modello di serie ha primeggiato in un “bollente” Day 1: gli oltre 30° di temperatura (si è arrivati a 53° per quanto concerne la T° dell’asfalto!) non sembrano aver comportato alcun tipo di problematica a Katsuyuki Nakasuga. Artefice di tutte e tre le vittorie nel precedente triennio di YFRT, il 7 volte Campione All Japan nella seconda sessione del Gruppo A ha fermato i cronometri sul 2’07″379, mettendo subito in chiaro i propositi ambiziosi di Iwata ribaditi dai tempi sul 2’08” dei suoi compagni di equipaggio Alex Lowes e Michael van der Mark, arrivati all’ultim’ora a Suzuka lasciando spazio nella mattinata alla “riserva di lusso” Kohta Nozane. Una dichiarazione d’intenti per la casa dei Tre Diapason che può contare su di un Nakasuga davvero in forma smagliante: nel Top10 Trial punterà a ritoccare il record della pista in un weekend della 8 ore (2’06″000 di Pol Espargaro, edizione 2015), diventando il primo pilota a siglare un 2’05” nel corso dell’evento. Tutto questo dopo esser stato in grado, nelle qualifiche dell’All Japan Superbike tenutesi lo scorso mese di aprile, di siglare un impressionante 2’04″786…

BENE HONDA CON TAKAHASHI, CADE CAMIER – Sotto il 2’08” si è confermato ad alti livelli Takumi Takahashi, capitano del rientrante Team HRC con la CBR 1000RRW vestita con i colori Red Bull Honda with Japan Post. Il Campione JSB1000 in carica ha viaggiato in 2’07″604, mentre la prima uscita con la moto non è stata delle migliori per Leon Camier, incappato nella mattinata in una scivolata senza conseguenze fisiche all’Hairpin. Un inizio in salita per il pilota Red Bull Honda Ten Kate del Mondiale Superbike, mentre come risaputo non è presente Takaaki Nakagami per la concomitanza con la MotoGP al Sachsenring.

JONATHAN REA SUBITO VELOCE – Sul ritmo-gara il gap sembra esser colmato, sul piano velocistico non è da meno. Arrivato a Suzuka reduce dal trionfale weekend di Misano del World Superbike, Jonathan Rea ha iniziato questa sfida con Kawasaki alla 8 ore ribadendo la sua velocità fuori discussione: terzo tempo in 2’08″045 alternandosi, insieme a Leon Haslam e Kazuma Watanabe, sulle due Ninja ZX-10RR #11 gommate Bridgestone a disposizione. Il tri-Campione del Mondo, che non girava a Suzuka dal 2014 (e mai con Kawasaki), ha iniziato questa avventura con i giusti presupposti e mantenendo un profilo basso: per sua stessa ammissione, non sono loro a partire con i favori del pronostico. Una vittoria, tuttavia, eleggerebbe ancor più Johnny nella leggenda…

OUTSIDER E SFIDA MONDIALE EWC – Con, di fatto, tutti i team presenti, questa prima giornata di Official Test-2 ha proposto ai vertici anche la Honda au & Teluru MotoUP (ex-Kohara) con il sempreverde Kousuke Akiyoshi quarto in 2’08″179, poco meglio rispetto a Yoshimura Suzuki (2’08″281) con l’equipaggio formato da Takuya Tsuda, Sylvain Guintoli ed il 21enne Bradley Ray, mentre Kazuki Watanabe è “in prestito” al team S-Pulse mettendosi in mostra con il sesto tempo insieme a Hideyuki Ogata e Tommy Bridewell. Tra i team europei, YART (disponibilità di una R1 Factory e pneumatici Bridgestone) viaggia sul 2’09” basso con Broc Parkes e con Takuya Fujita (finalmente…) a pochi centesimi dal suo “capitano”, sul 2’10” i capo-classifica del FIM EWC (e di casa a Suzuka) F.C.C. TSR Honda con Freddy Foray e Josh Hook, non con Alan Techer alle prese con un infortunio. Presente anche GMT94 Yamaha: formalizzato il ritiro dal Mondiale Endurance, la squadra di Christophe Guyot con il nostro Niccolò Canepa, Mike Di Meglio e David Checa ha speso la giornata per prove di messa a punto e pneumatici con un best lap di 2’10″439. Domani il secondo giorno di prove.

Coca Cola Suzuka 8 hours 2018
La Classifica del 1° Giorno di Official Test-2 (Top-15 per team)

01- Yamaha Factory Racing Team – Yamaha YZF R1 – 2’07.379
02- Red Bull Honda with Japan Post – Honda CBR 1000RRW – 2’07.604
03- Kawasaki Team Green – Kawasaki ZX-10RR – 2’08.045
04- au & Teluru MotoUP RT – Honda CBR 1000RR – 2’08.179
05- Yoshimura Suzuki Motul – Suzuki GSX-R 1000 – 2’08.281
06- S-Pulse Dream Racing IAI – Suzuki GSX-R 1000 – 2’08.787
07- YART Yamaha – Yamaha YZF R1 – 2’09.043
08- MuSASHi RT HARC-PRO Honda – Honda CBR 1000RR – 2’09.374
09- Team Kagayama U.S.A. – Suzuki GSX-R 1000 – 2’09.691
10- Honda Asia Dream Racing – Honda CBR 1000RR – 2’09.807
11- EVA RT Webike TRICKSTAR – Kawasaki ZX-10RR – 2’09.978
12- Honda Suzuka Racing Team – Honda CBR 1000RR – 2’10.049
13- F.C.C. TSR Honda France – Honda CBR 1000RR – 2’10.336
14- KYB Moriwaki Motul Racing – Honda CBR 1000RR – 2’10.424
15- GMT94 Yamaha – Yamaha YZF R1 – 2’10.439

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy