8h Suzuka Sodo Hamahara la scommessa di Suzuki S.E.R.T.

8h Suzuka Sodo Hamahara la scommessa di Suzuki S.E.R.T.

Per puntare al 16° titolo iridato, Suzuki S.E.R.T. “panchina” Alex Cudlin per la 8 ore di Suzuka: al suo posto il giovane Sodo Hamahara, pupillo Yoshimura.

In un 2017 a dir poco difficile per il leggendario Suzuki Endurance Racing Team (S.E.R.T.) complice la tragica scomparsa di Anthony Delhalle e l’assenza forzata del suo “condottiero” Dominique Meliand, resta la possibilità di aggiudicarsi il sedicesimo titolo iridato Endurance dalla propria storia. Da Campioni del Mondo in carica e capo-classifica di campionato (con 1 solo punto di vantaggio rispetto a Yamaha GMT94), la S.E.R.T. si presenterà il 30 luglio prossimo alla 8 ore di Suzuka cercando di concretizzare un vero e proprio miracolo, prendendosi anche qualche “scommessa”. (qui i cronaca e tempi degli ultimi test 8H Suzuka)

Con la “vecchia” Suzuki GSX-R 1000 (la nuova dovrebbe debuttare soltanto al Bol d’Or), accanto al 10 volte iridato Vincent Philippe ed Etienne Masson è stato deciso di puntare su di un giovanissimo alle prime esperienze non soltanto nell’Endurance, ma anche nella velocità su pista. Complice lo scarso rendimento da Le Mans in avanti di Alex Cudlin, per la 8 ore di Suzuka la S.E.R.T. farà infatti correre Sodo Hamahara, rivelazione dell’All Japan Superbike dove corre con i colori ufficiali Yoshimura Suzuki.

Dai trascorsi trionfali nel Supermotard (ha corso anche in Italia), il 22enne Hamahara nella passata stagione è passato alle competizioni su pista debuttando proprio alla 8 ore di Suzuka, correndo con una Yamaha R1 preparata secondo le specifiche Superstock dal team HKC & IMT Racing. La velocità mostrata ha convinto Yoshimura ad affidargli una GSX-R 1000 L7 per l’All Japan Superbike 2017, ritrovandosi subito tra i protagonisti: 5° in campionato, addirittura 4° assoluto sul traguardo della 120 miglia di Sugo.

Sodo Hamahara ha provato la Suzuki della S.E.R.T. nel corso dei Test ufficiali di Suzuka riuscendo a convincere Dominique Hebrard, direttore tecnico promosso a responsabile operativo della squadra complice l’assenza di Dominique Meliand. Hamahara è stato preferito ad Alex Cudlin il quale sarà presente alla 8 ore, ma soltanto nel ruolo di “riserva”.

8H Suzuka I test: cronaca e tempi della giornata finale

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy