8h Suzuka Prove Libere 1: Yamaha Factory al comando

8h Suzuka Prove Libere 1: Yamaha Factory al comando

Allo scadere Yamaha Factory Racing Team stacca il miglior tempo nelle prime libere della 8h Suzuka 2016 davanti alle Honda HARC-PRO e F.C.C. TSR, 4° Kawasaki Team Green.

Alle 13:30 in punto l’accensione del semaforo verde in fondo alla pit-lane ha sancito l’inizio ufficiale della 39esima edizione della 8 ore di Suzuka. Complessivamente 68 squadre hanno regolarmente preso parte all’inaugurale sessione di prove libere con 60 minuti di attività vissuti all’insegna di elevate temperature (oltre 30° percepiti) e, secondo consuetudine, con tutti i top team scesi in pista già in ‘configurazione-gara’ (a serbatoio pieno), alternando per 2/3 uscite ciascuno dei piloti per ogni equipaggio in sella. Aspettando gli esiti delle seconde libere in programma a partire dalle 15:40 locali, chi svetta provvisoriamente al comando della graduatoria dei tempi sono i detentori del trofeo di Yamaha Factory Racing Team con il trio formato da Katsuyuki Nakasuga, Pol Espargaro e Alex Lowes in 2’08″690, insieme ad HARC-PRO Honda (2’08″829) gli unici a scendere sotto il muro del 2’09” negli 8 minuti conclusivi conseguenti all’esposizione della bandiera rossa per la caduta alle celebri ‘S’ di Ratthapong Wilairot (al centro medico, ma è cosciente).

La sessione è iniziata subito con tutti i top team a stretto contatto viaggiando sul 2’09” basso: i primi a riuscirci sono stati i 2° classificati dell’edizione 2015 di F.C.C. TSR Honda (squadrone in trionfo nel 2006, 2011 e 2012) con Kazuma Watanabe in 2’09″135, lasciando Nakasuga (Yamaha Factory) in 2’09″267 a precedere Yoshimura Suzuki (con Takuya Tsuda in 2’09.779) e HARC-PRO Honda (2’09″781 a firma Takumi Takahashi). Nonostante diverse cadute con sfortunate protagoniste la Kawasaki #01 del TrickStar Racing, la BMW #9 del Team Motorrad Rennsport (con Toshitane Soma ad aver ‘battezzato’ la velocissima 130R), la sessione non aveva visto alcuna particolare problematica fino ad un doppio-volo alla Gyaku Bank Curve, l’ultima sequenza della “esse” di Suzuka: dapprima la Yamaha R1 dell’AKENO Speed (che può annoverare in equipaggio Anthony West), pochi istanti più tardi la Fireblade #22 dell’Honda Team Asia in quel momento condotta da Ratthapong Wilariot, fratello di Ratthapark (il quale corre con la Honda #104 del TOHO Racing) e con qualche apparizione mondiale tra Moto2 e Supersport. Questa caduta ha comportato l’esposizione della bandiera rossa a 8’51” esatti dal termine per soccorrere il pilota thailandese, trasportato in barella al centro medico: è cosciente, parla, ma ulteriori esami da qui a breve chiariranno se ha subito o meno fratture.

Soccorso Wilairot, pochi minuti più tardi si è tornati in pista con un avvincente confronto al vertice: HARC-PRO Honda ha messo subito in chiaro l’ottimo livello di forma con un brillante 2’08″829 quasi ripetuto da lì a poco in 2’08″960, ritoccato tuttavia proprio allo scadere dalla R1 #21 Factory di 139 millesimi con un ultimo giro veloce in 2’08″690 con Nakasuga e Lowes entrambi a dir poco competitivi. L’equipaggio di Yamaha Factory Racing Team comanda così le prime libere della 8 ore con una manciata di millesimi sulle Honda di HARC-PRO (con Takumi Takahashi, Michael van der Mark e Nicky Hayden, 2’08″829) e F.C.C. TSR Honda, aspettando Dominique Aegerter (in arrivo dalla due-giorni di test della Moto2 al Red Bull Ring di Spielberg) in 2’09″135 ed a lungo in cima alla graduatoria con Kazuma Watanabe. Su questi livelli anche la Kawasaki ufficiale del Team Green (il leggendario Akira Yanagawa, Kazuki Watanabe e Leon Haslam) che stacca il 5° crono in 2’09″419 a precedere Yoshimura Suzuki (Takuya Tsuda affiancato da Joshua Brookes e Noriyuki Haga) in 2’09″779 e la GSX-R 1000 del Team Kagayama in 2’10″469, primi dei gommati Dunlop con un Ryuichi Kiyonari (4 vittorie all’attivo alla 8 ore) in gran spolvero.

Nella top-10 si è intravisto anche il pluri-decorato Honda Suzuka Racing Team (7°), la Fireblade preparata da Moriwaki e schierata dal TOHO Racing (8° con il titolare Tatsuya Yamaguchi più Gino Rea e Ratthapark Wilairot) e le due squadre ‘regine’ del Mondiale Endurance: 9° assoluta GMT94 Yamaha con il nostro Niccolò Canepa in equipaggio con David Checa e Lucas Mahias (trio artefice della spettacolare vittoria alla 12 ore di Portimao), di un soffio davanti alla Suzuki S.E.R.T. migliore tra le squadre “europee” nel precedente biennio (4° tanto nel 2014 quanto nel 2015). Per quanto concerne gli altri nostri portabandiera, la Kawasaki #8 del Bolliger Team Switzerland è 36° con Gianluca Vizziello al debutto a Suzuka, 51° la Aprilia RSV4 del Team Sugai Racing Japan con Daniele Veghini, 60° la Kawasaki #46 del Flembbo Leader Team con il coriaceo Emiliano Bellucci al terzo gettone di presenza alla 8 ore. Alle 15:40 locali la seconda sessione di prove libere.

Coca-Cola Zero Suzuka 8 hours 2016
Classifica Prove Libere 1

01- Yamaha Factory Racing Team (Yamaha) – Nakasuga/Espargaro/Lowes – 2’08.690
02- MuSASHi RT HARC-PRO (Honda) – Takahashi/van der Mark/Hayden – + 0.139
03- F.C.C. TSR Honda (Honda) – Watanabe/Aegerter/Jacobsen – + 0.445
04- Team Green (Kawasaki) – Yanagawa/Watanabe/Haslam – + 0.729
05- Yoshimura Suzuki Shell Advance (Suzuki) – Tsuda/Brookes/Haga – + 1.089
06- Team Kagayama (Suzuki) – Kagayama/Kiyonari/Uramoto – + 1.779
07- Honda Suzuka Racing Team (Honda) – Hiura/Yasuda/Kamei – + 2.420
08- TOHO Racing (Honda) – Yamaguchi/Rea/Wilairot – + 2.486
09- GMT94 Yamaha (Yamaha) – Checa/Canepa/Mahias – + 2.490
10- Suzuki S.E.R.T. (Suzuki) – Philippe/Delhalle/Masson – + 2.605
11- TeamJP DogFightRacing Australia (Yamaha) – Aitchison/Turner/Kimura – + 2.644
12- SatuHATI Honda Team Asia (Honda) – Pratama/Wilairot/Zaidi – + 2.761
13- YART Yamaha Official EWC (Yamaha) – Parkes/Nozane/Fujita – + 2.947
14- MotoMap Supply (Suzuki) – Konno/Waters/Aoki – + 3.202
15- Rosetta Motorrad39 (BMW) – Sakai/Foray/Pesek – + 3.204
16- AKENO Speed WJR (Yamaha) – Inagaki/Okuno/West – + 4.105
17- au&Teluru Kohara RT (Honda) – Akiyoshi/Cudlin/Okubo – + 4.153
18- Team Frontier (Honda) – Tokudome/Koyama – + 4.527
19- EVA RT Test-Type TrickStar (Kawasaki) – Deguchi/Izutsu/Nigon + 4.564
20- Honda Endurance Racing (Honda) – Da Costa/Gimbert/Foray – + 4.674
21- Mistresa with ATS (Honda) – Nakatsuhara/Kobayashi/Sekiguchi – + 4.689
22- TTS & Teluru Kohara (Honda) – Nakamura/Atsumi + 4.695
23- Team MASSA-R (Yamaha) – Komuro/Mogi/Okada – + 4.898
24- HKC & IMT Racing (Yamaha) – Hamahara/Kita/Furusawa – + 5.237
25- Japan Post Honda Kumamoto (Honda) – Yoshida/Kojima/Teshima + 5.330
26- Team SRC Kawasaki (Kawasaki) – Leblanc/Lagrive/Guarnoni – + 5.343
27- RED SEED Motorrad (BMW) – Fujishira/Hoshino/Ohnishi – + 5.362
28- Motorrad Rennsport (BMW) – Teramoto/Vallcaneras/Soma – + 5.818
29- Team Hooters with Shota Saito (Yamaha) – Tsuda/Okuda/Shinjo – + 5.869
30- RS-ITOH & FA.COM (Kawasaki) – Okamura/Ishizuka/Higashimura – + 6.121
31- Team Honda Technical College (Honda) – Shimizu/Ooki/Kitaguchi – + 6.153
32- MOTOBUM & Ishigaki Island (Honda) – Nakamura/Nakayama/Yoshihiro – + 6.178
33- NCXX Racing (Yamaha) – Kunimatsu/Yoshida – + 6.201
34- B-SQUARE Racing (Kawasaki) – Ohta/Tajiri/Matsuzaki + 6.493
35- Iwata Racing Family (Yamaha) – Sawamura/Nishimura/Miyakoshi – + 6.585
36- Team Bolliger Switzerland (Kawasaki) – Saiger/Savary/Vizziello – + 6.754
37- Vital Spirit Sakura (BMW) – Sano/Tsujimoto/Suzuki – + 6.896
38- Honda Blue Helmets MSC (Honda) – Mori/Shikanai/Ohtsuka – + 7.346
39- Yamashina Kawasaki (Kawasaki) – Yamazaki/Kodera/Matsumoto – + 7.347
40- Team April Moto Motors Events (Suzuki) – Black/Fastre/Cudlin – + 7.400
41- Honda QCT Meiwa Racing (Honda) – Yamanaka/Ando/Nakayama – + 7.494
42- Team R2CL (Suzuki) – Morris/Wagner/Suchet – + 7.587
43- TOPS Life Garage KENZ (Suzuki) – Namekata/Imamura/Kumeda – + 7.63
44- KM II Z-TECH (Suzuki) – Wada/Kawase/Fukuyama – + 7.660
45- Motobox Kremer Racing (Yamaha) – Scherrer/Paavilainen/Miyajima – + 7.849
46- Banner Racing HKC (Ducati) – Kaneda/Dan/Saiki – + 7.992
47- Honda DREAM Wakayama (Honda) – Nishinaka/Yoshimichi/Tsutsui – + 8.286
48- Honda Hamamatsu Escargot (Honda) – Kuboyama/Kimura/Noyori – + 8.579
49- TransMap Racing (Suzuki) – Ohishi/Kisamori/Oda – + 8.656
50- Team Favorite Factory (Yamaha) – Tonari/Ogura – + 8.659
51- Team Sugai Racing Japan (Aprilia) – Sugai/Veghini/Kishida – + 8.846
52- Hamamatsu Team Titan (Suzuki) – Shimizu/Takeda/Iganami – + 9.208
53- Honda Ryokuyokai Kumamoto (Honda) – Kitaori/Inoue/Ohyama – + 9.378
54- Plus One MCRT (Kawasaki) – Imazu/Tajima/Hisazumi – + 9.434
55- KTM FLEX Racing Team (KTM) – Furusawa/Uto/Takada – + 9.791
56- Team Will Design (Kawasaki) – Harada/Ito/Kimura – + 9.793
57- Team Tras 135HP (BMW) – Kodama/Johnson/Katahira – + 9.808
58- SYNCEDGE 4413 TRP (BMW) – Takeishi/Sowa/Nakamoto – + 10.135
59- Sakura Project (Kawasaki) – Takahashi/Inoue/Fujisaki – + 10.189
60- Flembbo Leader Team (Kawasaki) – Skach/Galotte/Bellucci – + 10.483
61- Clever Wolf Racing (Yamaha) – Tani/Saito/Plancassagne – + 10.758
62- Activelink TIO Verity (BMW) – Igarashi/Takahashi/Tsuji – + 11.063
63- T Motokisds ICU (Yamaha) – Nakamoto/Yoshida/Higuchi – + 11.187
64- Team Etching Factory (Yamaha) – Keiraku/Nakaoka/Takemi – + 11.471
65- DOG HOUSE (Suzuki) – Iwatani/Ozaki/Ikeda – + 11.782
66- Honda Koyokai DREAM (Honda) – Nakamura/Kurayama/Kuribayashi – + 12.209
67- R.C. norimono & motoLab (Honda) – Miura/Sakamoto/Samura – + 12.503
68- Motorrad Toyota Nagasaka (BMW) – Noda/Sasaki/Fukuda – + 13.622

La Guida completa per seguire la 8 ore di Suzuka 2016

Statistiche e curiosità alla vigilia della 39esima edizione

La 8 ore di Suzuka in diretta TV su Eurosport 2

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy