8h Suzuka: Official Test, Honda HRC subito protagonista

8h Suzuka: Official Test, Honda HRC subito protagonista

Prima giornata di Test ufficiali della 8 ore di Suzuka bagnata dalla pioggia: Takumi Takahashi porta in alto i colori Red Bull Honda with Japan Post (Team HRC).

di Alessio Piana, @alessiopiana130
Takumi Takahashi in sella alla Honda CBR HRC a Suzuka

Inizio bagnato, inizio fortunato. Questo l’auspicio di alcune delle attese squadre protagoniste della 8 ore di Suzuka, scese in pista oggi sul mitico tracciato dell’ottovolante per la prima di due-giornate di “Official Test-1” (già riconosciuti come “Manufacturer/Tyre Test“) incontrando la pioggia. Rispettando appieno le previsioni meteorologiche della vigilia, su asfalto bagnato si sono viste in azione nei tre turni in programma più di 40 moto con alcuni dei top team, secondo consuetudine, presenti simultaneamente con due esemplari delle proprie moto che prenderanno parte alla 8 ore il 29 luglio prossimo.

HRC SI METTE IN MOSTRA – Chiaramente i riferimenti cronometrici lasciano il tempo che trovano, ma sotto la pioggia si è messo in mostra il rientrante Team HRC (qui le foto della livrea ufficiale). Al ritorno in forma ufficiale alla 8 ore di Suzuka a distanza di 10 anni dall’ultima partecipazione diretta del 2008, sotto le insegne Red Bull Honda with Japan Post la CBR 1000RRW #33 condotta da Takumi Takahashi (Campione All Japan Superbike in carica nonché tester Honda MotoGP) ha primeggiato nella prima sessione disputatasi nella mattinata archiviando il Day 1 con il secondo tempo in 2’18″446. Per non correr rischi inutili Takahashi, che alla 8 ore sarà affiancato da Takaaki Nakagami e Leon Camier, non è sceso in pista nel terzo turno di prove del primo pomeriggio che ha proiettato in testa la Fireblade #090 del team au & Teluru MotoUP (ex-Kohara) con uno specialista delle condizioni di scarsa aderenza quale Kousuke Akiyoshi. Il tre volte vincitore della 8 ore di Suzuka (2007 con Yoshimura Suzuki, 2011 e 2012 con F.C.C. TSR Honda) ha fermato i cronometri sul 2’18″421, soli 25 millesimi meglio rispetto a Takahashi. Una performance di buon auspicio nell’eventualità di una gara bagnata dalla pioggia dove Akiyoshi correrà in equipaggio con Tetsuta Nagashima e Isaac Vinales, attualmente impegnati nel Mondiale Moto2.

ASSENTE YAMAHA FACTORY, MA… – Di fatto questa prima giornata di Test non ha offerto grandi spunti d’interesse sul piano cronometrico, rimandando il tutto a domani e, soprattutto, alla tre-giorni di prove di settimana prossima dove rivedremo in pista Yamaha Factory, ma anche tutti i “big” attesi protagonisti dell’evento (vedi Jonathan Rea). Tornando alla più stretta attualità, con il terzo tempo si è messo in mostra YART Yamaha che deve ancora sciogliere il nodo relativo all’equipaggio che salirà in sella alla R1 #7: Broc Parkes e Marvin Fritz intoccabili, “ballottaggio” tra Max Neukirchner e Takuya Fujita con Kohta Nozane, pilota Yamaha Factory presente ai test privati di 10 giorni or sono, pronto a subentrare in corso d’opera…

ANNUNCI E NOVITÀ – Con le attività in pista limitate allo stretto indispensabile, se non altro la giornata odierna ha proposto una serie di annunci e qualche sorpresa ai box. Il Team Kagayama ha comunicato il ritorno di Kevin Schwantz in qualità di Team Manager al seguito della GSX-R 1000 #71 condotta da Yukio Kagayama, Naomichi Uramoto e Joe Roberts, quest’ultimo presente ai test oggi insieme ad un altro protagonista del Mondiale Moto2 come Dominique Aegerter, per questa edizione passato al team HARC-PRO Honda. A proposito della casa dell’ala dorata, F.C.C. TSR Honda punterà ad aggiudicarsi il titolo iridato forte dei 10 punti di margine in campionato rispetto a GMT94 Yamaha, ma nel frattempo non ha ancora chiarito quali piloti si alterneranno in sella alla Fireblade #5. Sebbene siano stati riconfermati ufficialmente i titolari Freddy Foray, Josh Hook e Alan Techer, oggi in pista si è rivisto Randy De Puniet, abitualmente con Kawasaki SRC nel FIM EWC, ma già con la compagine di Masakazu Fujii lo scorso anno proprio alla 8 ore di Suzuka. Sorprese in vista?

Coca Cola Suzuka 8 hours 2018
La Classifica del 1° Giorno di Official Test-1 (Top-15 per team)

01- au & Teluru MotoUP RT – Honda CBR 1000RR SP2 – 2’18.421
02- Red Bull Honda with Japan Post – Honda CBR 1000RRW – 2’18.446
03- YART Yamaha – Yamaha YZF R1 – 2’19.049
04- Honda Asia Dream Racing – Honda CBR 1000RR SP2 – 2’19.191
05- Kawasaki Team Green – Kawasaki ZX-10RR – 2’19.714
06- Honda Dream RT Sakurai Honda – Honda CBR 1000RR SP2 – 2’19.882
07- Yoshimura Suzuki Motul Racing – Suzuki GSX-R 1000 – 2’19.890
08- MuSASHi RT HARC-PRO Honda – Honda CBR 1000RR SP2 – 2’20.725
09- Team Kagayama – Suzuki GSX-R 1000 – 2’20.948
10- KYB Moriwaki Motul Racing – Honda CBR 1000RR SP2 – 2’20.964
11- F.C.C. TSR Honda France – Honda CBR 1000RR SP2 – 2’22.412
12- GBS Mochizuka Racing – Yamaha YZF R1 – 2’22.521 (JSB1000)
13- Titanium Power Racing with Hooters – Yamaha YZF R1 – 2’23.674
14- EVA RT Webike TRICKSTAR – Kawasaki ZX-10RR – 2’23.800
15- ARMY GIRL Team MF & Kawasaki – Kawasaki ZX-10RR – 2’23.870

FOTOGALLERY La Honda CBR 1000RRW del ritorno HRC alla 8 ore di Suzuka

L’elenco iscritti della 8 ore di Suzuka 2018 con tutti i piloti e team al via

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy