8h Suzuka: Official Test conclusi, Yoshimura Suzuki al top

8h Suzuka: Official Test conclusi, Yoshimura Suzuki al top

Takuya Tsuda porta Yoshimura Suzuki al comando nell’ultima giornata di Test ufficiali della 8h Suzuka, F.C.C. TSR Honda a fuoco dopo il secondo tempo assoluto.

1 Commento

Chiusura col botto, nel senso letterale del termine, della tre-giorni di Official Test in vista della 8 ore di Suzuka 2016 in programma il 31 luglio prossimo. Se Yoshimura Suzuki con un Takuya Tsuda in gran forma stacca il miglior tempo in 2’07″479, nella conclusiva sessione la Honda Fireblade di F.C.C. TSR Honda vola a terra con Dominique Aegerter: pilota illeso, ma la CBR #5 finisce (letteralmente) a fuoco comportando l’inevitabile sospensione delle attività in pista con bandiera rossa. Un infausto epilogo dei Test per la compagine tre volte vittoriosa della 8 ore, confermatasi veloce con un best lap di 2’08″224 a precedere un’altra Fireblade condotta da Tatsuya Yamaguchi (TOH Racing) con Kawasaki Team Green, Suzuki Kagayama e HARC-PRO Honda su questi livelli aspettando i Manufacturer Test del 13-14 luglio prossimi.

CONFERMA DI YOSHIMURA SUZUKIAl comando del primo giorno di prove in 2’07″410, nuovamente sotto il 2’08” nella conclusiva giornata di Test. Seppur senza il confronto-diretto con i detentori del trofeo di Yamaha Factory Racing (li rivedremo nella prossima tornata di Test, eccezion fatta per Pol Espargaro impegnato al Sachsenring in MotoGP) e con le squadre di riferimento Honda concentratesi perlopiù su prove di strategia in funzione-gara, aspettando le nuove specifiche Bridgestone Yoshimura chiude la tre-giorni di attività sul tracciato dell’ottovolante davanti a tutti. Merito di una squadra chiamata al riscatto dopo un’edizione 2015 da dimenticare (inficiata da un errore dello stesso Tsuda alla celebre Triangle Chicane), a caccia della quinta affermazione della 8 ore annoverando un Takuya Tsuda molto veloce (pur sempre poleman nel 2014), un ritrovato Noriyuki Haga (per quanto i suoi tempi siano sul 2’09”) aspettando l’apporto di Joshua Brookes, assente in quanto già in volo direzione Laguna Seca WSBK. La casa di Hamamatsu inizia bene la marcia di avvicinamento alla gara-che-vale-una-stagione anche grazie al Team Kagayama, nuovamente ai vertici con Ryuichi Kiyonari che ha dato prova del proprio valore nella conclusiva sessione in 2’08″368 dopo il miglior tempo siglato ieri.

F.C.C. TSR Honda (#5) ha concluso con una delle due Fireblade a fuoco gli Official Test...
F.C.C. TSR Honda (#5) ha concluso con una delle due Fireblade a fuoco gli Official Test…

F.C.C. TSR HONDA ARROSTO – La notizia di giornata è quanto accaduto al team F.C.C. TSR Honda. La squadra vittoriosa nel 2006, 2011 e 2012, in piena corsa per il titolo Mondiale Endurance in virtù del 3° posto alla 24 ore di Le Mans, ha sì staccato il 2° tempo con Dominique Aegerter in 2’08″224, ma ha concluso anzitempo il programma di lavoro per una rovinosa caduta con la moto successivamente finita avvolta dalle fiamme. Nessuna conseguenza per il pilota svizzero abitualmente impegnato in Moto2, a caccia del terzo podio di fila a Suzuka dopo le esperienze del 2014 con Suzuki Kagayama (3°) e 2015 (2° proprio con F.C.C. TSR Honda). Technical Sports Racing, che in equipaggio schiera anche PJ Jacobsen e Kazuma Watanabe, ha preceduto la Fireblade by Moriwaki del TOHO Racing con il pluri-Campione All Japan Tatsuya Yamaguchi (2’08″249) e Gino Rea, seguiti dalla Kawasaki Factory del Team Green (2’08″342 best lap, tempi omogenei sul 2’08” basso per Kazuki Watanabe, il leggendario Akira Yanagawa ed il rientrante capoclassifica BSB Leon Haslam) e dalla già menzionata Suzuki GSX-R 1000 del Team Kagayama con Ryuichi Kiyonari, così come Haslam (accompagnato a questi test da papà Ron) e Broc Parkes (2’08″841 con la R1 #7 Pirelli di YART) già in partenza per correre nei prossimi giorni a Snetterton nel British Superbike.

IL PUNTO IN CASA HONDA – Aspettando Nicky Hayden e Michael van der Mark (ci saranno soltanto ai prossimi test), HARC-PRO Honda ha proseguito il lavoro con il solo Takumi Takahashi (2’08″474) impegnato in prove in funzione-gara su strategie (si cercherà di allungare il più possibile gli stint, in controtendenza rispetto a Yamaha…) e di messa a punto della Fireblade equipaggiata da quest’anno con sospensioni Ohlins. Da segnalare i progressi all’Honda Team Asia di Takaaki Nakagami: il recente vincitore del GP di Assen Moto2 ha staccato un gran giro in 2’08″608, di tutto rispetto considerato che nel Day 1 viaggiava dal 2’13”. Con ogni probabilità il più giovane vincitore di sempre (seppur da riserva nell’edizione 2010) della 8 ore nei prossimi giorni sarà confermato “titolare” per il weekend di gara.

Coca-Cola Zero Suzuka 8 hours 2016
Official Test
Classifica 3° giorno (mercoledì 6 luglio)

01- Yoshimura Suzuki Shell Advance (Suzuki) – Tsuda/Haga – 2’07.479
02- F.C.C. TSR Honda (Honda) – Watanabe/Jacobsen/Aegerter – 2’08.224
03- TOHO Racing (Honda) – Yamaguchi/Rea – 2’08.249
04- Team Green (Kawasaki) – Yanagawa/Watanabe/Haslam – 2’08.342
05- Team Kagayama (Suzuki) – Kagayama/Kiyonari/Uramoto – 2’08.368
06- MuSASHi RT HARC-PRO (Honda) – Takahashi – 2’08.474
07- SatuHATI Honda Team Asia (Honda) – Nakagami/Wilairot/Zaidi – 2’08.498
08- au&Teluru Kohara RT (Honda) – Akiyoshi/Cudlin/Okubo – 2’08.608
09- YART Yamaha (Yamaha) – Parkes/Nozane/Fujita – 2’08.841
10- MotoMap Supply (Suzuki) – Konno/Aoki/Waters – 2’09.656

Eurosport 2 (Canale 211 di Sky, 373 di Mediaset Premium) trasmetterà in diretta ed in esclusiva TV per l’Italia la 8 ore di Suzuka 2016 il 31 luglio prossimo a partire dalle 4:30

1 commenti

1 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Katana05 - 6 mesi fa

    Grande (e sempre bellissima) la GSX-R (che a sentire qualcuno è un cancello buono solo per il ferrivecchi). Ma tanto la gara la vincerà la Yamaha. Sigh.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy