8h Suzuka: Jonathan Rea il più veloce nell’ultima giornata di Test

8h Suzuka: Jonathan Rea il più veloce nell’ultima giornata di Test

Jonathan Rea (Kawasaki Team Green) chiude la conclusiva giornata di Official Test al comando, ma nei tre giorni resta Yamaha Factory il team da battere…

di Alessio Piana, @alessiopiana130
Jonathan Rea primeggia nell'ultima giornata di Test

Jonathan Rea davanti a tutti nella conclusiva giornata di Official Test della 8 ore di Suzuka. Questa, inevitabilmente, la principale notizia emersa alla chiusura della tre-giorni di prove sul mitico tracciato dell’ottovolante con il tri-Campione del Mondo Superbike confermatosi elocissimo, facendo sognare sempre più il Kawasaki Team Green. Con il crono di 2’06″939 siglato nella conclusiva sessione, Johnny chiude il Day 3 di prove in testa a precedere lo squadrone Yamaha Factory (2’07″348), tuttavia sempre al comando della riepilogativa dei tre giorni in virtù del mostruoso 2’06″273 fatto registrare ieri da Katsuyuki Nakasuga.

REA E KAWASAKI SUONANO LA CARICA – In tal senso non c’erano dubbi: Jonathan Rea ha accetto la sfida-Kawasaki a Suzuka solo a determinate condizioni di competitività (fuori discussione), organizzazione (al seguito di JR1 ci sarà gran parte del team Kawasaki del Mondiale Superbike, Pere Riba in primis) e con la possibilità di giocarsi le proprie carte. Nei Test il nordirlandese, affiancato da Leon Haslam (doppio-podio con Kawasaki Team Green nelle precedenti due edizioni) e Kazuma Watanabe, ha ribadito i suoi propositi ambiziosi portando la Ninja ZX-10RR #11 gommata Bridgestone nelle posizioni che contano. Come più diretta inseguitrice della Yamaha YZF R1 #21 ufficiale, addirittura al comando oggi, aspettando il weekend di gara dove tutti, ma proprio tutti, scopriranno pubblicamente per la prima volta le carte e dove entreranno in gioco altri fattori: strategie, consumi, velocità nei pit-stop, non commettere la benché minima sbavatura…

YAMAHA FACTORY RESTA IL RIFERIMENTO – Già, perché sebbene la 8 ore di Suzuka sia ormai a tutti gli effetti una “gara sprint articolata sulla distanza di 8 ore” con tutti i top team che danno sempre il massimo dal via all’esposizione della bandiera a scacchi, non è necessariamente la velocità pura la principale discriminante per eleggere vincitori e vinti. Ancor più con lo squadrone Yamaha Factory così in forma, addirittura più del precedente (trionfale) triennio: oggi si sono “accontentati” del secondo tempo in 2’07″348, ma nella tre-giorni restano ampiamente davanti su tutti la linea. Anche in termini di performance, con Katsuyuki Nakasuga ieri in 2’06″273 e gli stessi Alex Lowes e Michael van der Mark scesi sotto il muro del 2’07” in… assetto gara! Semplicemente mostruosi.

SORPRESE E PUNTI DI DOMANDA – In una conclusiva giornata di Test che ha visto molte squadre concentrarsi prevalentemente su prove di rifinitura del set-up e strategie (vedi Honda HRC e Yoshimura Suzuki lontane dalle posizioni che contano), là davanti si sono espresse su convincenti livelli due strutture piccole, ma ben attrezzate. Da una parte Honda Suzuka Racing Team, una delle squadre storiche della 8 ore che ha siglato il terzo tempo schierando un equipaggio giovanissimo capeggiato da Daijiro Hiura (trascorsi nella Red Bull MotoGP Rookies Cup) e Yudai Kamei, dall’altra S-Pulse Dream Racing con una Suzuki GSX-R 1000 preparata da Yoshimura con Hideyuki Ogata, il pilota del BSB Tommy Bridewell e Kazuki Watanabe “in prestito” dalla casa madre al quarto posto assoluto. Sorprese di una chiusura dei test dove si assapora già la “Grand Finale” del FIM EWC 2017/2018: YART (con una R1 Factory e pneumatici Bridgestone) si mette in mostra, a stretto contatto invece i rivali nella corsa al titolo di F.C.C. TSR Honda e GMT94 Yamaha con il nostro Niccolò Canepa, con gomme da gara, in 2’09” basso. Tempi alti invece per la Suzuki S.E.R.T. mentre Honda Endurance Racing, potenzialmente ancora in corsa per la conquista del titolo (pensiero più che altro utopistico…) ha annunciato il ritorno di Yonny Hernandez in sostituzione dell’infortunato Gregory Leblanc: lo rivedremo in pista il 26 luglio prossimo, inaugurale giornata del weekend di gara della 8 ore di Suzuka 2018.

Coca Cola Suzuka 8 hours 2018
La Classifica del 3° Giorno di Official Test-2 (Top-20 per team)

01- Kawasaki Team Green – Kawasaki ZX-10RR – 2’06.939
02- Yamaha Factory Racing Team – Yamaha YZF R1 – 2’07.348
03- Honda Suzuka Racing Team – Honda CBR 1000RR – 2’07.924
04- S-Pulse Dream Racing IAI – Honda CBR 1000RR – 2’07.976
05- YART Yamaha – Yamaha YZF R1 – 2’08.005
06- MuSASHi RT HARC-PRO Honda – Honda CBR 1000RR – 2’08.070
07- Red Bull Honda with Japan Post – Honda CBR 1000RW – 2’08.231
08- Yoshimura Suzuki Motul Racing – Suzuki GSX-R 1000 – 2’08.250
09- au & Teluru MotoUP RT – Honda CBR 1000RR – 2’08.334
10- Team Kagayama – Suzuki GSX-R 1000 – 2’08.562
11- KYB Moriwaki Motul Racing – Honda CBR 1000RR – 2’09.179
12- F.C.C. TSR Honda France – Honda CBR 1000RR – 2’09.186
13- GMT94 Yamaha – Yamaha YZF R1 – 2’09.315
14- BMW Financial Services 135 – BMW S1000RR – 2’09.404
15- TONE RT SYNCEDGE 4413 – BMW S1000RR – 2’09.607
16- Honda Asia Dream Racing – Honda CBR 1000RR – 2’09.634
17- NCCX Racing & Zenkoukai – Yamaha YZF R1 – 2’09.678
18- Team SuP Dream Honda – Honda CBR 1000RR – 2’09.696
19- BMW Motorrad39 – BMW S1000RR – 2’09.722
20- Honda Dream RT Sakurai – Honda CBR 1000RR – 2’10.300

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy