8h Suzuka: Jonathan Rea disintegra il record in 2’05″168

8h Suzuka: Jonathan Rea disintegra il record in 2’05″168

Nelle seconde qualifiche Jonathan Rea (Kawasaki Team Green) fa registrare il nuovo primato di Suzuka in un weekend di gara della 8 ore, aspettando il tifone Jongdari…

di Alessio Piana, @alessiopiana130
Jonathan Rea da record a Suzuka

Dal 1978 ogni estate tutti i mondi del motociclismo convergono al Suzuka Circuit. Piloti del Motomondiale, Superbike, dei principali campionati nazionali e dell’universo All Japan a confronto diretto nella gara dell’orgoglio e dell’onore per le case costruttrici giapponesi, dove tanti elementi possono fare la differenza nell’eleggere vincitori e vinti. Le 8 ore di gara fanno sempre storia a sé, di certo non il Top 10 Trials, ancor meno le qualifiche ufficiali del venerdì, ma oggi lungo i 5.821 metri del circuito dell’ottovolante è stata scritta una pagina di storia del motociclismo. Jonathan Rea, con un giro fenomenale in 2’05″168, ha stampato il nuovo primato del Suzuka Circuit in un weekend di gara della 8 ore. Sotto (di gran lunga) alla pole record 2015 di Pol Espargaro (2’06″000), rifilando distacchi abissali ai più diretti inseguitori: 1″ sostanziale a Katsuyuki Nakasuga, pilota pur sempre in grado di viaggiare in 2’04″786 a Suzuka con una Yamaha R1 in configurazione JSB1000 (All Japan Superbike) lo scorso mese di aprile.

Il Campionissimo del Mondiale Superbike semplicemente ha compiuto un prodigio senza precedenti e… senza preavviso. Con il tifone Jongdari che incombe con persino la regolare disputa della 8 ore seriamente in discussione, il nordirlandese ha precorso i tempi: pioggia o sole che sia domani nel Top 10 Trials (1 giro lanciato per 2 piloti designati da ciascun dei 10 migliori team delle qualifiche), intanto lui si è assicurato il nuovo record della pista. Un lampo che attesta il talento, la velocità e la manetta del tri-Campione del Mondo Superbike, di ritorno a Suzuka dove mancava dal 2014, in gara con una missione: sbancare la 8 ore, questa volta con Kawasaki Team Green e senza, per sua stessa ammissione, i favori del pronostico. Per riuscirci dovrà fare affidamento sulla competitività dei suoi compagni di equipaggio Leon Haslam (ieri più veloce di Johnny per qualche millesimo, oggi rimasto a 1″5 con un best lap di 2’06″636) e Kazuma Watanabe (lontano in 2’07″541), per il resto alla velocità pura ci pensa lui: in 2’05″1 ci è arrivato con una delle gomme da gara, non con specifiche da tempo abitualmente a disposizione nel Top 10 Trial…

Una prestazione-monstre di JR1 che, di fatto, garantisce al Kawasaki Team Green la prima posizione nelle qualifiche con le 10 squadre ammesse alla “Superpole” definite in base al tempo medio siglato dai tre piloti di ciascun equipaggio in gara. Tifone permettendo, Rea sarà l’ultimo a prender il via della pista domani nel giro lanciato tutto-o-niente dove cercherà di rispondere all’attesa reazione Yamaha Factory, secondi oggi con una media di 2’06″770 frutto dei tempi di Katsuyuki Nakasuga (2’06″263), Alex Lowes (2’06″620) e Michael van der Mark (2’07″428), distanti 322 millesimi dalla media Kawasaki #11.

Scorrendo la classifica, terza posizione per il Team HRC con la Honda CBR 1000RRW ufficiale affidata a Takumi Takahashi (2’06″775), Takaaki Nakagami (2’07″195) e PJ Jacobsen (2’08″150), meglio rispetto a Yoshimura Suzuki (Tsuda più veloce di Bradley Ray e Sylvain Guintoli) e di HARC-PRO Honda (Dominique Aegerter, Randy De Puniet e Ryo Mizuno). Qualificati per i Top 10 Trials anche S-Pulse Suzuki (velocissimo Kazuki Watanabe in prestito da Yoshimura), au & Teluru MotoUP Honda, YART Yamaha, Moriwaki Honda e SuP Dream Honda, non i duellanti al titolo iridato FIM EWC. Nello specifico F.C.C. TSR Honda prenderà il via dalla dodicesima posizione, dalla quattordicesima GMT94 Yamaha con il nostro Niccolò Canepa.

Coca Cola Suzuka 8 hours 2018
Classifica Combinata Qualifiche (Top-15)

01- Kawasaki Team Green – Kawasaki ZX-10RR – 2’06.448
02- Yamaha Factory Racing Team – Yamaha YZF R1 – 2’06.770
03- Red Bull Honda with Japan Post – Honda CBR 1000RRW – 2’07.373
04- Yoshimura Suzuki Motul Racing – Suzuki GSX-R 1000 – 2’07.588
05- MuSASHi RT HARC-PRO Honda – Honda CBR 1000RR – 2’07.896
06- S-Pulse Dream Racing IAI – Suzuki GSX-R 1000 – 2’08.153
07- au & Teluru MotoUP RT – Honda CBR 1000RR – 2’08.184
08- YART Yamaha – Yamaha YZF R1 – 2’08.239
09- KYB Moriwaki Motul Racing – Honda CBR 1000RR – 2’08.397
10- Team SuP Dream Honda – Honda CBR 1000RR – 2’08.765
11- Honda Asia Dream Racing – Honda CBR 1000RR – 2’08.921
12- F.C.C. TSR Honda France – Honda CBR 1000RR – 2’09.092
13- Team Kagayama U.S.A. – Suzuki GSX-R 1000 – 2’09.237
14- GMT94 Yamaha – Yamaha YZF R1 – 2’09.296
15- BMW Motorrad39 – BMW S1000RR – 2’10.130

I primi 10 team ammessi ai Top 10 Trials

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy