24h Le Mans: sabato e domenica la gara mito che celebra 40 anni di storia

24h Le Mans: sabato e domenica la gara mito che celebra 40 anni di storia

Sabato 21 e domenica 22 aprile è in programma la 24 Heures Moto Le Mans: si celebra il quarantennale dell’evento con tanta (e grande) Italia al via per il 2° Round del FIM EWC.

di Alessio Piana, @alessiopiana130
Partenza della 24h Le Mans 2017

Il miglior modo per ricominciare. Sabato 21 aprile al consueto orario delle 15:00 scatterà l’edizione 2018 della 24 Heures Moto Le Mans, la mitica 24 ore motociclistica della Sarthe che celebra quest’anno, in qualità di secondo round del Mondiale Endurance FIM EWC 2017/2018, il proprio quarantennale. Dal 1978 ad oggi, nelle 40 edizioni finora disputate, la corsa di scena sul Circuito Bugatti di strada ne ha fatta, rappresentando da sempre una delle maratone Endurance con il maggior seguito di pubblico. Prerogativa per un evento che si prospetta memorabili e, aspetto non secondario, già cruciale ai fini-campionato: in virtù della vittoria del settembre scorso al Bol d’Or e relativo bottino pieno di punti (60 tondi tondi, il massimo disponibili), Yamaha GMT94 con il nostro Niccolò Canepa abbozza già un tentativo di fuga…

GMT94 YAMAHA PUNTA AL BIS – Già, perché la memorabile affermazione al Bol d’Or della squadra Campione del Mondo in carica consente una prima concreta chance di consolidare la leadership in campionato. Anche a Le Mans saranno 60 i punti in palio (40 per i vincitori, 10 addizionali assegnati al termine delle prime 8 e 16 ore di gara) con GMT94 che non soltanto difenderà la testa della classifica, ma anche il trofeo meritatamente conquistato lo scorso anno in un’edizione dei record. Rispettando appieno il motto “Squadra che vince non si cambia“, la compagine di Christophe Guyot si ripresenterà al via con David Checa, Mike Di Meglio (concentratosi esclusivamente sul prioritario programma FIM EWC) e con il nostro Niccolò Canepa, pronto a riscrivere nuovi record della specialità dopo esser diventato il primo italiano nella storia ad aggiudicarsi il titolo iridato Endurance, a vincere al Bol d’Or (in 81 edizioni) e, lo scorso anno, il secondo dopo Piergiorgio Bontempi a vincere la 24 ore di Le Mans.

GLI AVVERSARI – Sulla carta GMT94 Yamaha dovrà vedersela con una vasta schiera di avversari combattivi e competitivi. Suzuki S.E.R.T., che riaccoglierà al muretto box Dominique Meliand, ha ulteriormente sviluppato la nuova GSX-R 1000 nel corso dell’inverno e punta a vincere con il riconfermato trio formato da Vincent Philippe, Etienne Masson e Gregg Black. Determinati come non mai in YART Yamaha con la disponibilità di una R1 molto vicina alla moto Factory in trionfo alla 8 ore di Suzuka, equipaggiata con pneumatici Bridgestone ed il terzetto di piloti composto da Broc Parkes, Marvin Fritz e la novità Takuya Fujita. Chiamati al riscatto dopo l’amaro ritiro del Bol d’Or dopo soli 34 minuti di gara lo squadrone Kawasaki SRC con Randy De Puniet affiancato da Mathieu Gines e Mathieu Gines, così come di una serie di squadre di prim’ordine BMW Motorrad: Volpker NRT48 (Kenny Foray, Peter Hickman Stefan Kerschbaumer e la velocissima Lucy Glockner), Penz13 (Danny Webb e, direttamente dal BSB, Michael Laverty e Christian Iddon), Tecmas (Julien Da Costa, Camille Hedelin e David Perret) più il rinnovato Mercury Racing, già BMW CSEU con Karel Hanika, Sylvain Barrier ed i fratelli Jakub e Matej Smrz. Si attende inoltra a Le Mans una decisa riscossa Honda: F.C.C. TSR con la “vecchia” Fireblade per Freddy Foray, Josh Hook e Alan Techer, Honda Endurance Racing con la nuova CBR condotta da Sebastien Gimbert, Gregory Leblanc ed Erwan Nigon.

GRAND’ITALIA! – La 41esima edizione della 24 ore di Le Mans si prospetta inoltre come la più “tricolore” di sempre. Oltre a Niccolò Canepa detentore del trofeo (e raffigurato nel poster ufficiale dell’evento!), l’Italia sarà degnamente rappresentata al via della 24 ore di Le Mans con Kevin Manfredi (ingaggiato da un top-team della classe Superstock come Kawasaki Louit Moto) e da Roberto Rolfo (novità dei vice-Campioni del Mondo Stock in carica di Moto Ain Yamaha), oltre che da tre squadre presenti tra le Superstock: No Limits Motor Team con la Suzuki GSX-R 1000 #44 affidata ai già annunciati Luca Scassa, Christian Gamarino e Michael Mazzina, AvioBike con la Yamaha R1 #101 condotta da Giovanni Baggi, Federico e Christian Napoli più Stefano Fugardi in qualità di riserva, confermato l’impegno dello Special Team Ducati by Z Racing con il trio titolare formato dal due volte Campione del Mondo Manuel Poggiali, Lionel Ancelin e Ricardo Saseta Soler (sostituto dell’infortunato Fabio Massei) in sella alla Panigale R #57.

DIRETTA TV SU EUROSPORT 2 – Come sempre sarà Eurosport 2 (canale 211 di Sky, 373 di Mediaset Premium) a trasmettere in diretta la 24 ore di Le Mans e tutta la stagione 2017/2018 del FIM EWC. Primo collegamento sabato dalle 14:45 per seguire la partenza in programma alle 15:00, con la prima finestra che si concluderà alle 16:15. Successivamente, dalle 20:45 all’1:00, diretta “notturna” della 24 ore, per poi tornare “live” domenica 22 aprile: dalle 7:00 alle 10:00 e dalle 13:30 fino alle 15:15 per seguire le fasi finali della 24 Heures Moto.

VIDEO NEL CORSO DELLA GARA SU CORSEDIMOTO.COM – Tra sabato e domenica su Corsedimoto.com troverete costanti aggiornamenti e video che racconteranno le fasi salienti dell’evento. Nei giorni successivi previsti due speciali video da 45 minuti trasmessi anche da AutomotoTV, canale 148 di Sky.

Corsedimoto.com porta il Mondiale Endurance FIM EWC in TV e web per l’Italia

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy