Un libro appassionante racconta com’era la Targa Florio moto

Un libro appassionante racconta com’era la Targa Florio moto

Lo storico Maurizio Mazzoni ci racconta la gara mito siciliana. Con aneddoti, cronache, classifiche e tantissime foto d’epoca. A novembre la rievocazione

Commenta per primo!

Quando si parla di Targa Florio la mente corre automaticamente a quella grande manifestazione automobilistica siciliana che ha scritto uno dei più appassionanti capitoli della storia degli sport motoristici.

La storia della Targa automobilistica è ormai patrimonio comune di tutti gli appassionati, tali e tanti sono i lavori che le sono stati dedicati, esiste però una sorta di “angolo buio” nella storia motoristica delle Madonie verso il quale non si è mai guardato con l’attenzione che merita: la Targa Florio Motociclistica.

cover targa 1Anche le due ruote hanno affrontato per un decennio, dal 1920 al 1929, le terribili insidie dei 108 km del Medio Circuito delle Madonie (una volta e mezzo il TT!), su strade che se erano durissime per le quattro ruote, per le più instabili due ruote diventavano trabocchetti letali. Su queste strade si sono sfidati tanti campioni del motociclismo nazionale degli anni Venti del secolo scorso, in gare appassionanti che è ingiusto dimenticare, gare che richiamavano concorrenti anche dall’estero, ansiosi di sfidarsi sul terribile tracciato siciliano, come dimostrano i tre successi BMW dal 1927 al 1929.

Dopo un decennio le motociclette abbandonarono le Madonie ed anticiparono le sorelle a quattro ruote cimentandosi sul tracciato cittadino del Parco della Real Favorita a Palermo, otto edizioni dal 1930 al 1940 con l’interruzione causata dalla guerra in AOI e le sue conseguenze, ma a quel punto cambiava drasticamente anche la natura della gara, trasformata da una sfida tipo “Mission impossible” contro il tracciato in una normale sfida fra piloti: non era più la stessa gara, ma in molte edizioni la battaglia sportiva fu ugualmente avvincente.

cover targa 2Finalmente, a riportare un po’ di luce in quest’angolo buio della storia sportiva motociclistica, è arrivato il libro “La Targa a Due Ruote” scritto dal nostro collaboratore Maurizio Mazzoni, che ripercorre con attenzione tutte le edizioni della Targa motociclistica, con le classifiche complete ed un abbondante raccolta di immagini che ben danno l’idea di cosa fossero le corse di un secolo fa, una sorta di Parigi-Dakar ante litteram dove arrivare in fondo costituiva già una vittoria.

Sarà proprio l’iniziativa di un dakariano come Ciro De Petri a riportare il prossimo autunno le moto sulle Madonie per la prima Rievocazione storica della Targa Florio motociclistica; chissà, magari sarebbe bello che i partecipanti alla manifestazione si leggessero prima questo libro, sarebbe sicuramente utile per penetrare appieno nello spirito della “Targa a 2 Ruote”.

Il libro, edito da Noferini, una piccola casa editrice di Borgo San Lorenzo (Firenze) specializzatasi nei volumi di argomento motoristico, ha un prezzo di copertina di 20€ e può essere richiesto all’editore (francesco@studionoferini.it) o direttamente all’autore (mazzoni.maurizio@tin.it).

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy