Superbike Pata e Alex Lowes mollano la Yamaha?

Superbike Pata e Alex Lowes mollano la Yamaha?

Tensione alle stelle: lo sponsor vuole Melandri subito ma c’è il veto di Yamaha Europe. Alex andrà in Moto2

Il rapporto, in casa Yamaha Superbike, fra sponsor e struttura tecnica pare abbia preso la strada del non ritorno. Le frizioni fra Pata e il team  inglese Crescent sono ormai all’ordine del giorno e non riguardano esclusivamente tematiche tecniche quali il rendimento delle moto o la girandola di sostituzioni seguite agli infortuni di Guintoli e Lowes. Ma anche questioni logistiche, organizzative e di visibilità dei marchi. A Donington, per dire, le due ombrelline Yamaha erano griffate Rizla, con Pata relegata in un invisibile bollino. Il disallineamento è completo e non è legato solo alle prestazioni in pista. Il patron di Pata, Remo Gobbi e i suoi, non sarebbero mai entrati in sintonia con gli inglesi e i rapporti già tesi si sarebbero ulteriormente incrinati con le ultime vicissitudini sportive che hanno visto risultati ampiamente al di sotto delle aspettative. Lo sponsor spinge da mesi, inascoltato, per avere un pilota italiano di prestigio che vada incontro alle esigenze di marketing dell’azienda.

VETO SU MELANDRI – Nelle ultime ore Pata ha chiesto con vigore di far girare Marco Melandri mercoledì e giovedi a Misano nei test cui prenderanno parte anche altre squadre Superbike, Ducati inclusa. A prescindere dalla possibilità di correre il round del 18-19 giugno sulla pista di casa, l’esperienza del ravennate sarebbe comunque assai utile per un team in palese difficoltà. Melandri non sale su una Superbike dagli ultimi test positivi in sella all’MV, nel novembre scorso, ed è sicuramente in grado di far uscire il gruppo di lavoro di Dosoli dalla peggior situazione in cui Yamaha si sia mai trovata da quando corre in Superbike. Ma c’è un problema: il capo di Yamaha Europe, il francese Eric de Seynen, ha messo il veto sull’arrivo di Marco. Il motivo? Non è dato sapere. Così a Misano gireranno Niccolò Canepa, che non è mai salito sulla R1 Superbike, e (forse) Alex Lowes che ha già saltato Donington per l’infortunio alla spalla. Difficile che guarisca in tre giorni.

PARTONO PATA E ALEX – Mentre Yamaha e Team respingono su tutta la linea le richieste, il marchio di Castiglione delle Stiviere è sempre più corteggiato dall’altro Mondiale. Nel 2017 potrebbe esserci una Moto2 dal sapor patatina per Luca Marini, fratello di Valentino. Il cerchio con il Dottore, che ha già Pata come uno sponsor personale, si chiuderebbe. Ma neanche sul fronte piloti sono tutte rose e fiori. Alex Lowes ha avviate varie trattative per passare in Moto2 nel 2017. L’ipotesi più accreditata è quella che lo vedrebbe al posto di Folger che già firmato in MotoGP con il team Tech 3. Alex Lowes è da anni il pupillo di Paul Denning, team Principal di Crescent e se ha deciso di cercare spazio in Moto2 significa che neppure lui ha più fiducia nel potenziale Yamaha R1 tantomeno nella gestione del team. La situazione è decisamente preoccupante e dagli sviluppi imprevedibili.

2 commenti

2 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Arzenton - 12 mesi fa

    Il team Crescent è una squadra di dilettanti allo sbaraglio salvata dall’essere inglese. Un team italiano sarebbe stato già messo alla gogna. Basta vedere cosa hanno combinato con Suzuki, ossia nulla.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Paolo Gozzi - 12 mesi fa

      Salve, beh i risultati non le danno torto….

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy