MotoGP: Jorge “Aspar” Martinez in tribunale a Valencia

MotoGP: Jorge “Aspar” Martinez in tribunale a Valencia

Il proprietario dell’Angel Nieto Team sotto inchiesta per le sovvenzioni pubbliche del GP F1 costate ai contribuenti 300 milioni €

di Massimiliano Garavini
LE MANS, FRANCE - MAY 19: Jorge Aspar Martinez of Spain and Angel Nieto Team looks on in box during the qualifying practice during the MotoGp of France - Qualifying on May 19, 2018 in Le Mans, France. (Photo by Mirco Lazzari gp/Getty Images)

Nel silenzio generale dei media italiani è passata quasi inosservata una notizia che in Spagna ha investito in pieno la MotoGP. Giovedì 17 maggio il quotidiano spagnolo El Mundo titolava “La curva più pericolosa di Aspar”. Il più diffuso giornale spagnolo si riferiva al fatto che il circuito Ricardo Tormo di Cheste ha dedicato all’ex pilota una curva; ma anche che la posizione di Jorge “Aspar” Martinez, boss dell’Angel Nieto Team è molto delicata.

REBUS – Quello che in Spagna viene definito il “caso Valmor” è a tutti gli effetti un intricato rebus che vede protagonisti Martinez, l’avvocato Garcìa de la Cuadra e  l’ex presidente della Generalitat Francisco Camps. Oggetto della contesa è la concessione dei diritti per organizzare il GP di F1 a Valencia nel periodo 2008-2012; l’accusa sostiene che ci sia stato uno spreco di denaro pubblico: il passivo, per la Generalitat Valenciana, secondo El Mundo ammonterebbe a 300mln di euro. Al centro delle indagini c’è la società privata “Valmor” di cui Martinez era uno dei soci. Secondo quanto riporta il quotidiano El Pais, la società “Valmor” venne utilizzata dall’ex Presidente della Generalitat come un tramite per la contrattazione nell’organizzazione del GP di Spagna di F1.

APPALTI – L’interposizione di un soggetto “privato” tra la regione e la società facente capo a Bernie Ecclestone avrebbe pertanto evitato di applicare le direttive in materia di appalti pubblici previste dal diritto spagnolo. In sostanza, si legge sulle colonne del quotidiano valenciano Levante: «Valmor è stato a tutti gli effetti un progetto imprenditoriale rovinoso e a rischio zero per i contraenti. Perché è stata la Generalitat a pagare il conto per l’evento automobilistico attraverso tre aziende pubbliche: Circuit del Motor, Sociedad Proyectos Comunicos de Valencia (SPTCV) e Transport and Ports Manager (GTP), che ha realizzato il circuito. E quando sono arrivati i titoli di coda per la Valmor Sport SL, è stata la Generalitat ad acquistare la compagnia per un euro, nonostante avesse accumulato perdite per svariati milioni di dollari». La situazione, quindi, è tutt’altro che chiara.

ACCUSE – Anche perché i protagonisti della vicenda avrebbero scaricato le responsabilità l’uno sull’altro. Stando a quanto si apprende a mezzo stampa, chi avrebbe realizzato profitti da queste operazioni sarebbero stati i due principali responsabili di Valmor Sport SL: “Aspar” e l’avvocato Facundo García de la Cuadra. Quest’ultimo è stato direttore del circuito e sarebbe stato proprio Martinez a metterlo a capo di Valmor. Secondo Levante, Martinez aggiungerebbe alle somme ricavate da Valmor, anche il contributo in sponsorizzazioni ricevute dalla Generalitat Valenciana per finanziare le attività motociclistiche. L’UDEF, l’equivalente spagnola della Guardia di Finanza, in una relazione aggiunge che Martinez: «ha cercato, durante il mandato dell’ex Presidente Francisco Camps, di pilotare il processo di privatizzazione della società Circuit del Motor – con sede a Cheste – al fine di ottenerne la gestione». Il boss di Angel Nieto Team è comparso davanti al giudice istruttore e ha raccontato la propria versione dei fatti, respingendo al mittente una parte delle accuse. Il manager spagnolo ha precisato che i contratti della società Valmor erano già stati siglati, al momento del suo ingresso nel capitale sociale. Secondo il giornale El Diario “Aspar” è stato ascoltato per oltre due ore: avrebbe riferito di non essere amico di Francisco Camps e di aver informato, già dopo il primo Gran Premio del 2008, i leader politici che la Formula 1 fosse una perdita. Nonostante il fatto che la crisi economica avrebbe potuto solo peggiorare la situazione, la Generalitat ha continuato a iniettare denaro per il grande evento.

PRECISAZIONI – Martinez ha tenuto a precisare ai magistrati che per lui l’avventura della Formula 1 fosse fallimentare, dal momento che lui personalmente ha investito 400.000 euro che non ha mai recuperato. Le autorità contestano al noto manager della MotoGP di aver ricevuto da Valmor uno stipendio di 140.000 euro in soldi pubblici e ottenuto pure sponsorizzazioni per la squadra di motociclismo tuttora in attività. Significativo il fatto che  i suoi partner – tra i quali l’uomo d’affari Fernando Roig e l’ex vice presidente di Bankia e Bancaja, José Luis Olivas – non risultino indagati. Durante la sua deposizione Jorge “Aspar” Martinez ha tenuto a sottolineare che le sponsorizzazioni alle società sportive che fanno riferimento a lui, legate al motociclismo sin dal 1992, hanno ricevuto dalla Generalitat sovvenzioni da parte di tutti i partiti che si sono succeduti alla guida della regione, ma in nessun caso sono stati il principale mezzo di finanziamento della squadra. Alla vigilia dei Gran Premi di Italia e di Catalunya, si profila una situazione di non semplice soluzione per il proprietario della squadra che fa scendere in pista Karel Abraham e Alvaro Bautista.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy