MotoGP Caso Dorna Parla il manager che ha denunciato Ezpeleta

MotoGP Caso Dorna Parla il manager che ha denunciato Ezpeleta

Caso Dorna: parla Pier Carlo Bottero, l’imprenditore italiano che ha chiesto l’arresto di Carmelo Ezpeleta. Ecco perchè.

Commenta per primo!

I guai legali della Dorna sono cominciati dopo la rottura del rapporto con la SEL, società torinese che dal 1996 al 2014  si è occupata della logistica MotoGP, ovvero del trasporto di tutta l’attrezzatura dei team e della produzione TV.

Ad un certo punto Dorna ha deciso di rompere il contratto fondando una società ad hoc, con sede in Olanda, per provvedere in proprio a tutte le operazioni. Ne è nata una controversia legale. L’uomo che ha scatenato la guerra al monopolista del motociclismo chiedendo l’arresto di Carmelo Ezpeleta in collaborazione con il sindacato privato Manos Limpias  si chiama Pier Carlo Bottero. E qui spiega le ragioni del contenzioso.

Perché ha denunciato Dorna per sospetta evasione fiscale di 25 miloni di euro?

Precisando che da quando con la mia azienda non lavoro più per Dorna ho raddoppiato il fatturato”  spiega Pier Carlo Bottero di Sel “ho denunciato Dorna perché volevo evitare che la mia azienda fosse coinvolta in uno scandalo fiscale, inoltre volevo anche evitare che qualcuno potesse pensare che eravamo complici di Dorna”.

Oggi avete presentato la denuncia insieme a Manos Limpias?

Si, ci siamo incontrati nella sede del sindacato e abbiamo presentato la denuncia telematica nella quale è richiesto l’arresto preventivo del signore Ezpeleta. Quando la causa verrà iscritta a ruolo, faremo una conferenza stampa ma posso dire che oggi abbiamo presentato prove importanti e sono fiducioso sull’esito”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy