MotoGP, Austria: Scott Redding, attacco all’Aprilia “E’ un disastro”

MotoGP, Austria: Scott Redding, attacco all’Aprilia “E’ un disastro”

Il pilota britannico infuriato dopo il 20° posto di Zeltweg. A questo punto sarà difficile che resti a fare il tester…

di Redazione Corsedimoto
Scott Redding

Scott Redding si è infuriato con l’Aprilia. Il ventesimo posto nel GP d’Austria non è andato giù al pilota britannico.  Con l’altra RS-GP Aleix Espargaro, dopo un avvio promettente, è scivolato in diciassettesima posiziona finale in crisi di gomme. Le parole di Scott Redding sono state riportate da La Gazzetta dello Sport in edicola lunedi 13 agosto.

LA SFURIATA – «È stato un orribile weekend di merda. Fare una gara così mi spezza il cuore, do il massimo ma tutto è sempre peggio” accusa Redding.  “Ogni volta che salgo sulla moto è differente, c’è sempre un problema con qualcosa, ogni weekend. Ho provato ad accettarlo, ma è un disastro e non sono contento. Ora dovrò andare a Silverstone, sorridere a tutti e dire che farò bene, e sono tutte balle. Non puoi farci niente. Non puoi far brillare la merda, anche se ci provo. Spero che quando faremo il test a Misano si trovi qualcosa, c’è un motore nuovo, ma anche lì, erano previsti tre giorni di test, poi due e ora uno…».

FUTURO – Redding è stato da tempo scaricato dall’Aprilia che nel 2019 darà fiducia ad Andrea Iannone. Di recente il responsabile Romano Albesiano aveva parlato della possibilità che Redding potesse restare con il ruolo di tester, ma dopo questa sfuriata resta assai difficile ipotizzare qualunque genere d’accordo. Il futuro del britannico è ancora nebuloso: sul tavolo c’è un’offerta di Paul Bird, manager del team PBM Ducati, per il British Superbike 2019. Bird è a caccia di un pilota top per sostituire Shane Byrne, 41enne campione in carica fermato da un gravissimo infortunio.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy