MotoGP Argentina Marca: “Lorenzo e Marquez saranno blindati”

MotoGP Argentina Marca: “Lorenzo e Marquez saranno blindati”

La versione online del prestigioso giornale sportivo catalano racconta che i piloti di Yamaha e Honda a Termas di Rio Hondo temono per la loro incolumità.

5 commenti

Nell’era della MotoGP 2.0 i piloti non temono per la loro incolumità  in pista, ma fuori. Secondo il prestigioso quotidiano sportivo catalano Marca il clima che si respira a Termas di Rio Hondo alla vigilia della seconda sfida iridata non è affatto bello.

“Che in Argentina i tifosi di Rossi siano in stragrande maggioranza è una cosa risaputa, Lorenzo e Marquez sanno bene cosa aspettarsi domenica ma il loro timore è che l’entusiasmo trascenda in qualcosa di spiacevole, che si possano verificare incidenti. E sono molto preoccupati per questo.”
 
Marca sostiene che le avvisaglie di pericolo si avvertono da giorni sul web. “Piovono offese sulle pagine Facebook riconducibili alla tifoseria di Rossi, particolarmente preso di mira è Lorenzo per il gesto sul podio in Qatar (l’ormai famoso “zitti tutti” , ndr) ma anche è oggetto di commenti preoccupanti. Sono gruppi non legati al fan club ufficiale” riconosce Marca “ma uno di questi gestisce un punto di merchandising  proprio in circuito”.

L’inviato di Marca ha chiesto ai responsabili Dorna se è previsto un aumento delle normali misure di vigilanza e sicurezza intorno al paddock “e la risposta è stata negativa, sarà tutto come al solito.” Però continua il giornale catalano “Honda non si fida e ha chiesto agli organizzatori particolari misure di protezione intorno al box e all’area ospitalità, un po’ come successo a Valencia nell’ultima gara 2015.”

Lorenzo, riferisce sempre Marca “ha preso alloggio nell’hotel accanto al circuito e vive praticamente tutto il tempo lì dentro. Il programma è limitare al massimo gli spostamenti al circuito e verso l’aeroporto. Nessuna possibilità di farsi una passeggiata per le strade di Termas de Rio Hondo.”
 
Il giornale  vicino, per motivi di nazionalità, ai due rivali di Rossi sta soffiando sul fuoco oppure è tutto vero? A domenica pomeriggio (orario sudamericano) l’ardua sentenza…

5 commenti

5 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Spartakus - 10 mesi fa

    Ah ah ah ,qualcuno vorrebbe che il messia giallo li umiliasse in pista ???
    Peccato che per umiliare qualcuno in pista devi essere più forte ,e per adesso e da quando ci sono stoner Lorenzo Marquez e pedrosa ,quello che viene umiliato costantemente è solo sua maestà gialla , anche l’anno scorso che le hanno provate tutte in dorna per farlo vincere lui con la sua arroganza e stato capace di perder Un mondiale che la sorte e
    La dorna gli avevano messo in mano.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. erwan - 10 mesi fa

      nientepopodimeno!
      nel campionato scorso Rossi ha concluso come viceampione con 325 punti, solo 5 in meno di Lorenzo, e ben 83 in più di Marquez.
      nella gara di oggi partirà secondo, tra Marquez e Lorenzo.
      questo si chiamerebbe essere “costantemente umiliato”?

      se non è il tifo che acceca dev’essere il vino…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Sbulbor - 10 mesi fa

    Ah quindi Meda aizza tifosi in tutto il mondo!?XD tuttavia temo che è un po’ di timore sia giustificato, forse due parole “a denti stretti” da parte di Rossi potrebbero aiutare…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. mauri - 10 mesi fa

      in moto gp non è mai sucesso nulla del genere,
      e rossi mondiali ne ha perso altri,sarà che prima dell’arrivo di sti 2 bambocci era uno sport leale e onesto e loro lo hanno sporcato,potrebbe diventare violento come il calcio piu giochi sporco piu cresce l’odio,deve vincere il migliore non il piu furbo……..non avessero rubato nulla sarebbero tranquilli,invece hanno preferito barare ad azione reazione!io personalmente preferirei che Valentino gli umiliasse in pista e son sicuro succederà,ma non tutti la pensano come me

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. erwan - 10 mesi fa

        ragazzi siamo seri: Rossi non ha più l’età per “umiliare” piloti tecnicamente preparatissimi, motivati e con i riflessi più pronti.
        ciò non toglie che possa ancora batterli, contando sul proprio talento e su un’esperienza eccezionali.
        ma questo significa giocarsela alla pari, non di più.
        come spettatore quest’anno mi auguro solo di assistere a gare divertenti, “maschie” ma corrette.
        amen

        Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy