MotoGP: Affare Lorenzo, Petronas acquisisce il team Angel Nieto?

MotoGP: Affare Lorenzo, Petronas acquisisce il team Angel Nieto?

Al Mugello in corso febbrili trattative nel paddock. Ecco perchè il petroliere malese potrebbe appoggiarsi alla struttura di Aspar Martinez

di Redazione Corsedimoto
Jorge Lorenzo

(Read here this story in English) – Petronas potrebbe acquisire il controllo del Team Angel Nieto, rilevando così i due posti necessari per schierare le Yamaha M1 ufficiali destinate a Jorge Lorenzo e il malese Hafiz Syahrin. La delicata operazione è condotta in prima persona da Datuk Razlan Razali, numero uno del circuito di Sepang, volato al Mugello per definire i dettagli dell’operazione con il boss della Dorna,  Carmelo Ezpeleta. (Qui cronaca e classifica FP1)

STRATEGIE -E’ un momento di grande fibrillazione nel paddock: non ballano solo le posizioni dei piloti, ma anche l’assetto strategico della MotoGP del futuro. Al momento ci sono 24 posti disponibili in top class, due di questi sono in stand by per l’intricata situazione creatasi nel team Marc VDS. La diatriba interna fra il proprietario Marc van der Straten e l’ex team manager Michael Bartholemy è in via di soluzione, le parti si stanno accordando per una transazione. A quel punto il miliardario belga deciderà se continuare in MotoGP,oppure per concentrarsi unicamente sulla Moto2, rinunciando ai due posti attualmente occupati da Franco Morbidelli e Thomas Luthi.  Ogni posto in top class garantisce circa 2,5 milioni di quota parte sui diritti tv. Ecco perchè, invece di aggiungere una squadra, Irta (l’associazione dei team) e Dorna preferirebbero che Petronas entrasse rilevando uno dei team attuali. Un pò com’è stato fatto per favorire l’ingresso di Aprilia, “appoggiata” al team Gresini. Se l’affare Aspar-Petronas andasse in porto e Marc VDS rinunciasse ai suoi slot, la MotoGP avrebbe 22 piloti permamenti, e tutto vantaggio degli introiti di ciascuno dei team. E resterebbero comunque due posti “extra” a disposizione, un domani, del team di Valentino Rossi. C’è anche un altro risvolto: Jorge “Aspar” Martinez è sempre sotto inchiesta in Spagna per la vicenda legata ai fondi pubblici utilizzati per il GP F1, avere una posizione meno visibile potrebbe fare gioco a tutti. (Read here this story in Enghlish)

MotoGP Mugello: i biglietti e le offerte ancora disponibili

Motomondiale 2018: le quote scommesse di JohnnyBet

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy