Jerez, per la truffa biglietti MotoGP verdetto vicino

Jerez, per la truffa biglietti MotoGP verdetto vicino

Jerez, si sta per chiuere l’inchiesta sulla truffa biglietti MotoGP. Con indagati eccellenti.

La vicenda suell’evasione fiscale legata alla vendita di biglietti nel circuito di Jerez, iniziata nel 2013 ma riguardante il periodo 1996-2011 starebbe volgendo al termine. Sono coinvolti la Dorna, nella persona del suo CEO, Carmelo Ezpeleta, nonchè i gestori passati e presenti del circuito di Jerez, e una metà abbondante della classe politica locale vicina, ideologicamente, all’organizzazione che gestisce i due mondiali.

Tralasciando dettagli quasi romanzeschi come sacchi della spazzatura pieni di contante portati nelle cassette di sicurezza delle banche della città, doppi registri, bilanci ritoccati e tutto quello che ne deriva, l’evasione riguarderebbe una cifra elevata e destinata a salire, il tutto combinato con false dichiarazioni destinate a gestire una doppia contabilità con valori numerici ancora tutti da stabilire. Il tutto stride con la situazione di dichiarato dissesto del circuito che avrebbe messo a rischio la gara fino all’ultimo momento. Per quanto riguarda l’aspetto sportivo le due tappe Mondiali sembrano al sicuro: la MotoGP sarà in Andalusia  il 24 aprile, la Superbike il 15 ottobre. La  partita con la magistratura spagnola invece resta apertissima.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy