GP Italia Mugello L’Ufficiale Giudiziario al team Aspar

GP Italia Mugello L’Ufficiale Giudiziario al team Aspar

L’ex campione del Mondo Jorge Martinez, titolare del team Aspar impegnato in Moto3 e MotoGP, deve saldare un conto da 250 mila €.

La visita dell’Ufficiale Giudiziario è ormai una consuetudine nelle manifestazioni che contano. E il GP d’Italia al Mugello non fa eccezione.  Questa volta la visita tocca al team Aspar, impegnato sia in MotoGP con Eugene Laverty e Yonny Hernandez (Ducati) che in Moto3 con Jorge Martìn e Francesco Bagnaia su Mahindra.

Lo spagnolo Jorge Martinez, proprietario del team, sarebbe già stato condannato con sentenza resa esecutiva da agosto 2015, per non aver corrisposto alla società italiana RSV quanto dovuto per l’acquisto di telai per le Moto2 prodotti da quest’ultima.

Martinez, nonostante il contratto, avrebbe in seguito preferito correre con Suter ma non avrebbe comunque corrisposto il dovuto alla società Italiana. La cifra, si parla di circa 250 mila euro, non sarebbe mai stata corrisposta nonostante le ingiunzioni da parte di RSV. In questo momento è in corso il sopralluogo dell’Ufficiale Giudiziario che, insieme agli aventi diritto, starebbe valutando il sequestro di alcuni valori a titolo di risarcimento.

La partecipazione dei quattro piloti al GP d’Italia non sembra comunque a rischio perchè le moto non sono di proprietà del team Aspar: le Ducati GP14.2 sono in leasing e le Mahindra Moto3 sono di proprietà della struttura racing del gigante indiano.

Lo stesso Jorge Martinez è sotto inchiesta a Valencia in qualità di ex organizzatore del GP di F1. La magistratura iberica indaga su un passivo da 440 milioni € e su commesse che l’organizzatore avrebbe passato ad amici e parenti senza gare di appalto.

Jorge “Aspar” Martinez, 54 anni, ha vinto tre titoli Mondiali nella classe 80: 1986-87-88.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy