Gomme a terra: in MotoGP tutti tranquilli, i clienti un po’ meno

Gomme a terra: in MotoGP tutti tranquilli, i clienti un po’ meno

Caso Morales: la Michelin ci informa che nella Superbike spagnola si usano gomme diverse dalla MotoGP. E che sono simili alle sportive in commercio…

Corsedimoto ha sollevato il caso del cedimento della gomma Michelin che domenica scorsa nell’Europeo Superbike (CEV) a Valencia ha afflosciato le speranze di vittoria del campione in carica Carmelo Morales. Da sottolineare che prima del via la corsa era stata accorciata su richiesta del fornitore unico  da 19 a 14 giri proprio temendo cedimenti.  Morales corre con Yamaha YZF-R1. Oggi il portavoce Michelin ha risposto così alle nostre domande.

La situazione è attualmente sotto indagine a Clermont Ferrand (quartier generale Michelin – ndr – ). Appena saranno disponibili ulteriori informazioni, saranno rese disponibili attraverso il CEV. Al momento nessuno del management sportivo è intenzionato a rilasciare dichiarazioni. I giri della gara sono stati ridotti per ragioni di sicurezza, dato che la sicurezza dei piloti è la nostra più grande preoccupazione. Gli pneumatici utilizzati nel CEV sono coperture sportive commerciali e non hanno niente a che fare con quelle utilizzate in Moto GP”.

MotoGP: Scott Redding con la posteriore esplosa in Argentina
MotoGP: Scott Redding con la posteriore esplosa in Argentina

A Jerez i piloti MotoGP avranno tirato un respiro di sollievo.Il fatto che in MotoGP e al CEV si utilizzino pneumatici diversi, però, non elimina il problema. Gli incidenti in top class sono preoccupanti ma non c’è nulla da temere per i consumatori perché gli pneumatici sono prototipi per prototipi. Quanto capitato nel CEV  desta invece molto scalpore, dato che la stessa casa francese ha ammesso che in questo campionato si utilizzano pneumatici sportivi stradali “comuni”.

miche3Nel frattempo sul web girano foto inquietanti di Michelin Pilot Sport conciati malissimo,  come questa pubblicata venerdi dal profilo Facebook del sito specializzato malese I-Moto.com.  Saranno anche bufale (a noi sembrano al limite dell’inverosimile) ma un certo timore lo incutono.

Forse è il momento per il management della casa transalpina di rilasciare qualche dichiarazione. Però più convincente di quanto non sia stata la spiegazione dell’inconveniente occorso a Scott Redding nelle prove del GP D’Australia. “La posteriore ha ceduto anche per il peso del pilota”. Finirà che in MotoGP potranno correre solo i pesi mosca?

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy