FIM EWC: Una moto elettrica alla 24 Ore di Le Mans 2019?

FIM EWC: Una moto elettrica alla 24 Ore di Le Mans 2019?

Appena prima della 24 Heures Motos, Le Mans ha ospitato un giro di pista dell’elettrica Saroléa SP7. Che sia il preludio di qualcosa di più grande?

di Alessandro Palma

Poco prima che cominciasse l’edizione 2018 della 24 Heures Motos, i fans presenti a Le Mans lo scorso weekend hanno potuto assistere a uno show “elettrizzante”. La star delle road races Dean Harrison ha infatti percorso un giro del mitico Circuit Bugatti con la SP7, moto elettrica costruita dalla belga Saroléa.

Ma quello che potrebbe sembrare una semplice esibizione rappresenta in realtà l’inizio di qualcosa di più grande: l’ACO (Automobile Club de L’Ouest) ha infatti registrato la domanda di Saroléa per prendere parte alla 24 Heures nel 2019, più precisamente nella categoria “Experimental”. Se la domanda venisse accettata, Saroléa diventerebbe il primo costruttore a schierare una moto completamente elettrica nel prestigioso evento motoristico.

Dean Harrison: “È stato incredibile. Sapevo di essere parte di qualcosa di speciale e quando sono sceso in pista ero davvero emozionato. Ho corso più volte sull’Isola di Man e anche su numerosi altri circuiti, ma questa è stata un’esperienza davvero eccitante. In pista mi sono divertito tanto e sinceramente mi è dispiaciuto dover rientrare ai box. Non volevo far sparire questa sensazione e quindi ho passato il resto della giornata tra i box e il paddock, godendomi l’atmosfera e scoprendone di più su questo nuovo mondo. Sono felice che Saroléa mi abbia dato questa chance incredibile e, in ogni caso, vorrei far parte di questo team in futuro.

Torsten Robbens (Saroléa CTO): “Mi era già capitato di essere a Le Mans e di lavorarci, ma vedere la SP7 percorrere un giro di questo prestigioso circuito è stato davvero speciale e sono certo che me lo ricorderò per molto tempo. Ma, per Saroléa, questo è solo l’inizio del nostro progetto con Le Mans: sono felice di annunciare che l’ACO (Automobile Club de L’Ouest) ha registrato la nostra candidatura per prendere parte alla 24 Heures Motos 2019, nella categoria Experimental. Abbiamo già parlato con la FIM riguardo le regole e sembra stiano prendendo sul serio e con grande entusiasmo sia l’EWC, sia il futuro delle corse. Con la loro esperienza e l’importante input nostro e di tutti gli interessati, possiamo guardare al futuro con ottimismo. Per noi partecipare alla 24 Ore di Le Mans sarebbe un grande passo e sicuramente richiederebbe un grande sforzo. Stiamo già lavorando con tutti i nostri partners per progettare un nuovo telaio monoscocca in fibra di carbonio con materiali Solvay, che dovrebbe permetterci di rendere il cambio batteria veloce e allo stesso tempo sicuro. Recentemente abbiamo stretto un accordo con la Dunlop, da anni impegnata nell’EWC, e insieme cercheremo di capire le esigenze della mobilità del futuro riguardo le gomme e il loro sviluppo. Infine, vorrei ringraziare l’ACO per averci resi partecipi di questo prestigioso evento, nonché per aver registrato la nostra candidatura per l’edizione 2019.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy