ESCLUSIVO Parla Eddi La Marra “Sto tornando, ma ti rendi conto?”

ESCLUSIVO Parla Eddi La Marra “Sto tornando, ma ti rendi conto?”

1132 giorni dopo aver rischiato di morire il 27enne frusinate torna sulla Ducati domenica al Mugello. Ecco le sue prime parole.

Last minute man è tornato. Immagina di essere morto. Cioè non morto, quasi morto. Non ti ricordi niente ma così ti dicono. Poi di nuovo vivo, sempre più vivo, però sempre più dichiarato morto per fare quello per cui vivevi. Correre. Eddi La Marra nel 2013 era ufficiale Ducati e cadde a Misano mentre stava preparando il debutto nel Mondiale Superbike. Picchiò la testa rischiando di morire. Domenica rientra nella Coppa Italia al Mugello. Stessa moto, stesso team Barni (nella foto d’apertura Eddi con il titolare Marco Barnabò), struttura satellite Ducati. Eddi è di nuovo pilota. Ecco, in esclusiva, le sue prime parole.

“Tutte le cose che ho ottenuto sono state bellissime proprio perché sono arrivate quando non ci speravo più. E questa non fa eccezione. Ho bussato così tante volte che quando alla fine mi hanno risposto di sì, avevo quasi capito ancora di no. Riprendo sulla moto di Barni come avessi schiacciato il tasto pausa per 3 anni. O Barni o niente. Anche Alessia me lo ha detto. Dove vai che non devi dimostrare niente? Vai col top o stai a casa. Ne ho parlato anche con mio padre. Se proprio lo devi fare, ha detto lui, fallo nel miglior modo possibile. Barni me lo doveva? E’ un gentiluomo, non me lo direbbe mai. Io mi metto in gioco sulla moto più discussa del momento. Tanto non ho niente da perdere, ho già vinto. Ducati me lo doveva? Sono le corse, nel nostro mestiere non sono questi i presupposti.  Cosa faccio adesso? Inizio con la Coppa Italia per togliere un po’ di ruggine. Sono arrugginito, incrostato, di più. Poi vedremo. Sono curioso di vedere cosa succede. Ho fatto milioni di chilometri guardandomi dentro. Vi assicuro che sono stati dieci  volte più duri di quelli che ho fatto in pista e che farò da oggi in poi, vada come vada…Tanto mi ricordo di quanto è stato bello prima, e di quanto è stato brutto dopo. Del resto non mi ricordo. Le cose possono solo migliorare, comunque vadano. Sono tornato, ti rendi conto?”  

cover dentro 1
Eddi La Marra, 27 anni, fermo dal 2013 per incidente

Sembra complesso? E’ semplice. Tu te la senti sempre di più… gli altri pensano a te sempre di meno.
Immagina che la tua situazione non sia facile. Hai una figlia, una compagna (Alessia Polita, ndr) con la tua stessa passione per la quale ha pagato un prezzo ancora più salato del tuo. E insieme vi fate forti, ma invece siete deboli. Perché il vostro ambiente non vi aiuta a non pensarci, e tutto quello che vi gira intorno non fa altro che girare intorno. Tutti tranne voi. Poi c’è un altro problema. Il tempo. Hai un sacco di tempo, fai più chilometri di tutti i tuoi amici messi insieme ma sono i chilometri più amari. Sei tornato alla realtà e guidi un camion. Ore, pomeriggi, giorni, notti… conti le strisce della carreggiata e vorresti fossero cordoli su cui appoggiare ginocchia, gomiti, anche la faccia, … la carena, il cuore. Niente. Parlano di te, sempre meno, ti chiamano, sempre meno, si ricordano al passato… ma sempre meno. Bussi e non ti aprono. Ti senti pronto e ti rimandano indietro. Vorresti ma non puoi. Potresti ma non vogliono.

Eddi con la compagna Alessia Polita paralizzata per un analogo incidente a Misano
Eddi con la compagna Alessia Polita paralizzata per un analogo incidente a Misano

Ma sai che sei l’uomo last minute. L’incidente è stato brutto, te lo hanno detto, ma non te lo ricordi. Continui a ricordartelo, che non te lo ricordi. Però sai che tutte le possibilità che hai avuto le hai avute all’ultimo secondo, come ultima scelta, all’ultimo momento. E le hai sfruttate tutte, quasi tutte. E quindi ci credi. Credi nel fatto che ogni volta che hai smesso di crederci, le cose per le quali lottavi sono arrivate. Quindi adesso ti autorizzi a credere che può succedere quella cosa in cui nemmeno tu credi più. Un gioco di parole che ripete chilometro dopo chilometro, un uomo che ha tempo e si consuma dentro. La speranza di last minute man.

Esclusivo: Eddi torna a correre

L’incidente di Eddi

L’intervento chirurgico alla testa

La convalescenza e la prima apparizione in pubblico

2 commenti

2 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. mr.zurrundeddu - 2 mesi fa

    Eddie La Marra sta tornando.

    Viva il motociclismo!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. carlettoca_705 - 2 mesi fa

    Articolo di una bellezza rara. Felicissimo per quel talento incredibile con il n°47, che sia un nuovo inizio colmo di soddisfazioni per Eddi e per tutto il motociclismo italiano.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy