Ecco perchè Romano Fenati è stato cacciato e non correrà a Brno

Ecco perchè Romano Fenati è stato cacciato e non correrà a Brno

Il divorzio era nell’aria ma Sky Team VR46 ha aspettato l’ennesima intemperanza per invocare la “giusta causa”

11 commenti

Non si “sospende” un pilota terzo nel Mondiale, a meno 66 punti dal leader Binder prima del GP d’Austria. Romano Fenati non è stato “sospeso”, come recita il comunicato del team Sky VR46 diffuso sabato, ma piuttosto cacciato. E (quasi) sicuramente non correrà domenica a Brno.

Per capire cosa c’è sotto il divorzio tra Valentino Rossi e l’ex pupillo siamo corsi ad incontrare i “colleghi” di Radio Tavullia International, l’emittente che trasmette in onde cortissime, praticamente de visu. E proprio nel bar del paese la situazione diventa chiara quando in TV compare Vale in persona, a pochi minuti dal via della Moto 3 e dice riferendosi a Fenati: “Peccato, ci dispiace molto perché Romano ha un grande talento”. Un “giornalista” che il Dottore lo conosce di persona, ci spiega: “Se Vale ha detto così significa che è davvero finita col team Sky byVR46 per Romano. Da tempo qui dicono che con lui in squadra non si lavora in armonia”. Poi la rivelazione. “La discussione con Uccio Salucci (braccio destro di Rossi e capo del team, ndr)  sabato sera in Austria è stata più burrascosa del solito, sono volate parole grosse a tal punto che il pilota pare gli abbia tirato addosso il pass: me lo ha raccontato al telefono uno che era lì. Sembra che Uccio l’abbia presa molto male e dopo aver informato Vale, è stato scritto il comunicato stampa”.

Sono indiscrezioni,  certo, ma a Tavullia anche i muri hanno orecchie e il racconto prosegue mentre la gara della Moto3 si avvia alle tornate finali. “I dissapori covavano da tempo” fa eco un “collega” che sembra saperla più lunga degli altri. “Fenati avrebbe dovuto lasciare il team già un paio di mesi fa”. Così, riferisce Radio Tavullia International, il taglio era giù deciso, aspettavano solo un pretesto che potesse essere accampato dalla squadra come “giusta causa”. L’alterco di sabato è stata a palla al balzo.

A Tavullia per altro sciorinano un lungo elenco di intemperanze di Romano tra le quali il rifiuto a non frequentare il Ranch di Rossi per allenarsi. “Da quando è arrivato Niccolò Bulega nel team“ ci viene riferito “Fenati ha cominciato a soffrire parecchio, non sopportava dover dividere con lui il tecnico delle sospensioni”. Insomma, secondo Radio Tavullia International, il rapporto tra Fenati e il Team Sky byVR46 è finito in Austria. Altro che “sospensione”.

Qualcosa nel “Team che mette in moto la passione” non funziona visto che in meno di un lustro il primo ad essere allontanato dalla sera alla mattina è stato Vittoriano Guareschi, poi è toccato a Rossano Brazzi quindi a Romano Fenati. Chi sarà il prossimo?

Il comunicato di Sky Racing Team VR46

11 commenti

11 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. mr.zurrundeddu - 9 mesi fa

    Ma scherziamo?

    L’addetto a tenere il paradenti / salvietta / casco / guanti di VR è finito a dirigere un top team nel mondiale Moto3.

    Guarda caso, casualmente, personaggi di “moto” come Guareschi e il mitico Rossano Brazzi sono stati allontanati e anche in modo poco professionale.

    Bagnaia, secondo me vero talento, è stato lasciato andare via.

    Ora a fare le valigie, per giunta a metà stagione, è Fenati.

    Se ci avessero messo Paperino a dirigere quel team avrebbe fatto meno danni.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Sbulbor - 9 mesi fa

      Ma scherziamo, chi sei per prendere per i fondelli la professionalità di persone che nemmeno conosci? E Bagnaia per inciso correrà in moto2 con sky e non è stato lasciato andare via.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. pikat0_143 - 9 mesi fa

    Credo che senza Fenati in squadra non ci sarà bisogno di cacciare nessuno! Forse Guareschi e Brazzi erano stati cacciati perché avevano già avuto da ridire con Fenati, e qui si vede anche la gioventù del team: cacciare due personaggi già da anni nel Motomondiale non solo non ha messo Fenati nelle condizioni di rendere al meglio, ma gli ha dato in mano il potere (o presunto tale) di alzare la voce quando vuole, pensando che a lui tutto sia dovuto: semplcemente con la cacciata di quei personaggi gli era stato fatto credere che lui fosse la cosa più importante del Team! Mai fare queste cose con un pischello: per quanto talentuoso, o capisce di essere un ingranaggio di un meccanismo, o se ne va lui, non chi ha i capelli bianchi!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. antonello._139 - 9 mesi fa

    Certo è che Fenati non abbia un carattere facile. Certo è che l’arrivo di Bulega per Romano non è stato piacevole. Certo è che i suoi risultati fin’ora sono stati al di sotto delle aspettative.
    Altro fatto certo è che era un pilota in lotta per il mondiale della Moto3. E certo è che un ‘diverbio’, o più di uno, con il braccio destro di rossi (Uccio) mi pare non un tantino, ma molto, molto esagerato allontanare di conseguenza un pilota di punta e di talento! Con tutto il rispetto per Uccio e delle offese ricevute, qui si innescano una serie di cose che, con un Moto Mondiale poco hanno a che fare. No perchè se si parla di Mondiale entrano giocoforza in ballo una serie di cose AL DI SOPRA pure di Sky, di VR46 ed anche di Ezpeleda! Ai tifosi di Romano, per esempio, partiti da ogni dove si dice all’ultimo momento che il pilota non correrà? Ma stiamo scherzando? Mi dispiace ma non sono e non sarò mai d’accordo con una decisione del genere.
    Per fortuna a pensarla UGUALE c’è stato nel programma Race Anatomy il solito, fuori dalle righe (per fortuna), Loris Reggiani, con tutti gli altri (compreso un imbarazzato Camicioli),’allineati e coperti’ a far finta di nulla, quasi intimoriti che la ‘mannaia’ di Sky potesse abbattersi pure su di loro!
    Questa storia butta ombre su Sky VR46 e su Sky stessa, colpevole di non aver preteso chiarezza fin da SUBITO dal proprio team poiché, oltre ad essere lo sponsor principale, lo ricordo, Sky è una pay-TV e come tale ha anche obblighi verso i suoi abbonati. Gli stessi obblighi che ha il VR46 verso i tifosi di Fenati. Sono un motociclista appassionato di corse e di moto dai tempi della Kawasaki 500 H1D, non proprio quindi nè sprovveduto, nè di ‘primo pelo’ e quindi come ho sofferto per la perdita del Mondiale 2015 di Rossi, ho una certa amarezza per questo episodio, ripeto, non chiaro e non chiarito subito. E si sa le cose spiegate successivamente sanno di ‘minestra riscaldata’. E il Vale-Rossi qui mi sembra più che ‘paròn’ del Team, un ingranaggio della PayTV con una scusa accampata a dir poco ‘bambinesca’ tipo:’mamma, con quello non ci gioco più perché mi ha fatto la bua!’. E manda via il suo (ex) pupillo.
    Il tutto purtroppo ha un sapore del solito ‘vil denaro’, una solita scusa per allontanare chi, più che di risultati, non ha fatto ‘pareggiare’ i conti delle entrate-uscite. Come il protagonista di un film che ha talento ma che non riscuote successo perché non ha abbastanza ‘appeal’. La solita legge, insomma, ingiusta, del ‘capro-espiatorio’.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Katana05 - 9 mesi fa

      Di norma se in un ambiente non c’è serenità i risultati non arrivano anche se ci sono tutti gli altri presupposti. Fenati sarà anche terzo nel mondiale ma visto l’andazzo e il vantaggio di Binder questo mondiale non lo avrebbe vinto comunque, e nessuno si ricorda del vicecampione (o del tezo arrivato). Improbabile che le cose possano cambiare l’anno prossimo. Mi ricorda un pò Melandri, con le dovute differenze. Spero possa trovare una sistemazione che non mandi sprecato il suo talento ma un bell’esame di coscienza è prima indispensabile.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. AntonelloGiordano - 9 mesi fa

        Di certo però la serenità non lo si ‘ricrea’ in questo modo! Presentata così, con il litigio tra Fena & Uccio mi pare una faccenduola di ‘famiglia’ più che di Team che ha velleità Mondiali. Il paragone poi con Melandri proprio non regge, sia per l’enorme divario di età e quindi di una maturità che nel caso di Marco sarebbe dovuta arrivare da un bel pezzo mentre poteva essere perdonata ad un ragazzo (o giovincello) del ’96 e sia perchè Melandri alla fine, se l’è proprio cercata (la cacciata).
        In ogni caso noto che in un tuo commento più sotto hai scritto più o meno le mie stesse cose …

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. fabu - 9 mesi fa

    perché Ducati, tanto per fare un esempio, che risultati ha ottenuto pari agli investimenti? ma quanti milioni di euro ha speso e quanti piloti sono passati nel loro box? il team Sky VR46 senz’altro molto meno, e quello che sta costruendo Vale con l’Academy è veramente notevole, alla faccia della nostra Federazione. ve ne renderete conto tra qualche anno. per Guareschi, personalmente fui sorpreso quando venne ingaggiato perché mi era sembrato che con Vale in Ducati non ci fosse un gran feeling. per Brazzi, anche lui bel carattere, storica la sua frase all’Aprilia sul Sic “cosa volete che me ne faccia di un somaro di ottanta chili?” vero che le parole non contano ma cosa fai in pista, ma visto che le aziende sono fatte di persone le parole “grosse” contano, eccome.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Katana05 - 9 mesi fa

    Intanto grazie di scrivere il più chiaramente possibile di una vicenda su cui tutti tacciono, compresa sky che per voce di Camicioli finge di non avere scheletri nell’armadio ma poi parla senza dire nulla. Per quanto mi riguarda VR46 ha il diritto, nei limiti di quanto previsto nei contratti, di sciegliersi i suoi collaboratori. Tuttavia anche così non sono molto chiari i motivi. E’, come sembra, solo una questione di atteggiamenti o questi sono il casus belli per “vendicarsi” della carenza di risultati? Se così fosse anche Migno dovrebbe essere a spasso da un pezzo…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Sbulbor - 9 mesi fa

    Bah c’è anche gente “cacciata” a causa di Fenati quindi bah vediamo, al momento non mi pare una situazione da “chi sarà il prossimo e essere fatto fuori”. Anche se il team VR non vi piace è comunque un’opportunità per la quale si muove parecchio denaro e avere un pilota che non mantiene quanto promette non conviene, se poi fa la primadonna ancora meno. Nessuno viene cacciato, è che le paole non contano, conta cosa fai in pista, se Fenny avesse 60 punti di vantaggio sul secondo non sarebbe in questa situazione.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Paolo Gozzi - 9 mesi fa

      Salve, perchè Sky Team VR46 non ci dovrebbe piacere? Anzi, se conoscesse la “storia personale” di alcuni di noi di corsedimoto potrebbe congetturare che è una delle squadre del motomondiale cui siamo più “vicini”. E’ molto semplice, come sempre: c’è stato un fatto clamoroso, cioè la cacciata dell’unico pilota italino Moto3 che poteva (teoricamente) ancora vincere il titolo. E corsedimoto, come al solito, cerca di capire come e perchè. Che Sky Team VR46 sia una preziosa realtà non ci piove, che al momento non ha ancora ottenuto risultati pari agli investimenti. Saluti

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Capitan Catarro - 9 mesi fa

        Che non piaccia a qualcuno del Vostro entourage nonostante non frequenti o viva direttamente la vita del paddock MotoGP o le gare in presenza, è cosa risaputa…. ma l’articolo a parte un fantomatico racconto o voci di corridoio non aggiunge nulla di certo o fa chiarezza su nulla…. forse una bella intervista diretta su questo o su tutti i temi d’attualità sul VR46 che spesso occupa cronache o commenti vari anche sulle Vostre pagine non sarebbe male….

        Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy