Debutto mondiale per Max Biaggi in Formula E

Debutto mondiale per Max Biaggi in Formula E

Max Biaggi parteciperà al round della Formula E a Roma in qualità di apripista. Possibile futuro nelle quattro ruote per il Corsaro?

di Alessandro Palma

Il 14 aprile Roma ospiterà la settima tappa della Formula E 2017/2018. Le monoposto elettriche al 100% approdano finalmente in Italia e il circuito realizzato nell’area dell’EUR sarà il primo tracciato italiano che vedrà sfilare le 20 vetture che partecipano al campionato.

Tra i protagonisti dell’evento ci sarà anche Max Biaggi. L’ex-pilota di moto ha percorso qualche giro col simulatore del Venturi Formula E Team, reparto corse della casa automobilistica monegasca fondata dal magnate Gildo Pastor insieme a Leonardo Di Caprio (il tedesco Maro Engel e l’italiano Edoardo Mortara i piloti). Biaggi farà da apripista con una vettura FIA.

Ecco le prime impressioni del “Corsaro”: “Con il simulatore ho avuto una sensazione suggestiva. La macchina tende a bloccare il posteriore in frenata ed è impressionante la coppia motrice a disposizione. Il tracciato cittadino romano è di 2,8 km con 21 curve. L’arrivo è preceduto da una chicane stretta che porta al rettifilo di Via Cristoforo Colombo, seguito subito da un rampino e da due curvoni dalla careggiata larga, che col simulatore si affrontano in pieno a 250km/h. Sarà una bella esperienza fare un giro di pista nella mia città natale.

Viene in mente quando, nel 1999, la Ferrari F300 varcò i cancelli di Fiorano non con gli allora titolari Michael Schumacher e Eddie Irvine, ma con lo spavaldo Biaggi, che nell’occasione destò stupore tra gli addetti ai lavori per la capacità di adattamento ad una F1. Alla domanda su un possibile futuro nella Formula E, Biaggi ha risposto così: “Per ora godiamoci il momento“.

Biaggi Ferrari

Nel 2019 la Formula E vedrà l’ingresso di Nissan e BMW, con quest’ultima che ha recentemente fatto debuttare la sua iFE 18 a Maisach. Inoltre, la casa tedesca si unirà a tutte le squadre nei test ufficiali di Calafat dal 17 al 19 Aprile. Successivamente, nel 2020, arriveranno anche Porsche e Mercedes, che andranno a completare una griglia già ben fornita di grandi nomi: Audi, Renault, Jaguar, Mahindra, Penske, ecc. Evidentemente la FIA e Alejandro Agag hanno fatto un lavoro eccellente negli ultimi anni, con le principali case automobilistiche che possono sviluppare la propria tecnologia elettrica per poi applicarla nella produzione.

Il 14 aprile l’E-Prix di Roma sarà trasmesso in diretta sui canali Mediaset Italia1 e Italia2 coi seguenti orari:

10.15 Studio Roma (Italia2)

10.30 Diretta Prove libere 2 Formula E (Italia2)

11.15 Studio Roma (Italia2)

12.40 Studio Roma(Italia1/Italia2)

14.00 Differita Qualifiche Formula E (Italia 1/Italia2)

15.00 Studio Roma (Italia1/Italia2)

16.00 Diretta gara Formula E (Italia1/Italia2)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy