CIV Scoppia la grana monobenzina ELF I team non ci stanno

CIV Scoppia la grana monobenzina ELF I team non ci stanno

Scoppia la grana monobenzina ELF nel Campionato Italiano Velocità: i team non accettano l’obbligo di passare ad Elf. Federmoto risponde

di Paolo Gozzi, @paologozzi1

Manca ancora un pò di tempo al debutto del CIV 2017 (22-23 aprile  a Imola) ma intanto scoppia una grana riguardo l’adozione della monobenzina Elf che la Federmoto ha imposto in virtù del nuovo accordo di title sponsor della serie. E che alle squadre non va giù.

L’associazione dei team impegnati nel Campionato Italiano Velocità ha scritto questa lettera all’organizzatore (Simone Folgori) e al neopresidente della FMI Giovanni Copioli. Che hanno risposto così,

 Gent.mi Sig.ri Folgori e Copioli,

Scriviamo a voi, in quanto responsabili del Campionato Italiano Velocità e neo presidente FMI, in merito alla situazione di monobenzina per il Campionato Italiano Velocità 2017.

Nel corso dell’anno 2016 ci avete ventilato di un possibile accordo con ELF, ma non sembrava cosa fatta come invece lo proponete ora, questo ci ha letteralmente spiazzato. Evidentemente non avete mai preso in considerazione gli sponsor tecnici che noi team abbiamo, altrimenti ne avreste tenuto conto nelle vostre riunioni e ci avreste anticipato questo cambio di regolamento per il 2017.

Nella vostra comunicazione istituzionale fate un gran parlare del fatto che il rapporto tra Total Erg/ELF e FMI prosegue dal 2015, noi aggiungiamo che un contratto da title sponsor come fornitore unico di carburante non si perfeziona in poche settimane, quindi probabilmente se ci fosse stato un comunicato ufficiale di questo cambiamento, noi ci saremmo regolati in maniera diversa, ora ci troviamo in una situazione ingarbugliata. Sia ben chiaro, lungi da noi voler parlar male dei prodotti ELF, molti di noi non li hanno mai usati. Il problema è più che altro di comunicazione delle informazioni tra voi organizzatori e noi team.  

Ogni team ha esigenze e problematiche diverse, a seguito di un nostro confronto interno sono emerse varie problematiche. La più importante è che alcuni di noi hanno già contratti in essere con altri marchi di benzina e olii, per la fornitura gratuita o fortemente scontata, dei loro prodotti e non vedono di buon grado l’associazione dei loro marchi al marchio ELF. Con questo nuovo regolamento ci troviamo nelle condizioni di sborsare delle cifre importanti per l’acquisto della vostra benzina ad un prezzo per niente agevolato e nessuno era preparato a questa cosa. Questo non è un incentivo a partecipare al CIV, semai c’è il rischio che qualcuno se ne vada.

Un altro grande problema è più tecnico che economico. Come sapete molti team competono anche in altri campionati mondiali o europei. L’utilizzo di un unico carburante è fondamentale per i motori delle moto che necessitano di lunghi periodi di test per trovare la giusta messa a punto delle mappature elettroniche. Tra l’altro la benzina ELF RACE 102, che state cercando di obbligarci a pagare, non soddisfa nemmeno i regolamenti ufficiali FIM. Questo significa che dovremo dedicare tempo e denaro per la messa a punto dei motori prima al banco prova e poi in pista per non incorrere in inconvenienti o prestazioni differenti rispetto ai propri riferimenti… Tutto questo non era nei programmi di nessuno. Chi oltretutto partecipa ad altri campionati deve fare i conti con le tempistiche molto strette di inizio stagione.

Vogliamo darvi un punto di vista diverso dal vostro: ELF paga per essere title sponsor e i team sono obbligati a pagare la benzina a caro prezzo. Operazione a costo zero o quasi per ELF, superconveniente per la federazione che si fa bella con il nuovo title sponsor, i piloti avranno premi un po’ più alti e i team ci rimetteranno di tasca loro come sempre. Oltretutto avete anche aumentato l’iscrizione dei team.  In contropartita cosa proponete? Presumiamo che possa esserci un montepremi finale importante per i team in base alla classifica. A questo punto ci sembra doveroso.

Altrimenti che motivo avrebbero i team di utilizzare ELF?  Altro punto ma non meno importante. Dover mettere sulle carenature l’adesivo ELF ci pare fuori luogo. Ci obbligate a pagare la benzina e dobbiamo anche togliere spazio ai nostri sponsor per aggiungere il logo ELF? A costo zero ne avreste tutti i diritti ma non a queste condizioni, a noi quello spazio sulla carena ci rende dei soldi.

Riassumendo noi team ci troviamo inermi con diversi problemi da affrontare:

-sponsorizzazioni già in corso e quindi a rischio

-esborsi economici superiori non previsti

-problemi tecnici mappature motori da dedicare

-esposizione loghi pur pagando la benzina

Vorremmo con questo cercare un dialogo costruttivo perché con il vostro nuovo regolamento ci troveremo a pagare penali altissime per i contratti in essere con i nostri fornitori, un esborso molto più alto del previsto per l’acquisto del carburante ELF e dovremo fare molte sessioni di test aggiuntive private per trovare le giuste mappature da utilizzare sui motori. Per altro la storia del mondiale SBK dovrebbe fare scuola. Il campionato del mondo Superbike ha avuto prima ENI come title sponsor mentre oggi ha Motul e i team non sono mai stati costretti ad acquistare carburanti o olii in regime di monocarburante o monoolio.

L’associazione team (Nuova M2 Racing, MotoXracing, DmR Racing Bike, Motocorsa Racing Team,  Barni Racing Team, AvioBike, Gomma Racing, TutaPista Corse, Laguna Moto Racing, RM Racing Team, Team Green Speed, Miralux Pos Corse, Sic58 Squadra Corse, RMU Team)

La risposta dell’organizzatore Simone Folgori

 

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. luigi.rd35_552 - 2 anni fa

    Come al solito, cercano solo di arraffare il più possibile, poi c’è chi si chiede il perchè di tanti piloti che arrivano dal CEV. Ennesimo squallido episodio che allontana quei pochi che ancora si sbattono per far quadrare i conti correndo più che altro per passione.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy