Alex Baldolini “La livrea speciale per dire basta all’abbandono dei cani”

Alex Baldolini “La livrea speciale per dire basta all’abbandono dei cani”

Ecco perchè a Misano il protagonista del Mondiale Supersport ha sfoggiato i colori dei suoi due dalmata Bongo e Kiro. Salvati dal canile e dalla crudeltà

Alex Baldolini, protagonista del Mondiale Supersport con la MV Agusta F3 675 del Race Department ATK#25, nel round di Misano ha  sfoggiato una carena speciale che richiamava il manto del cane dalmata.

Il perchè ce lo spiega lo stesso 31enne pilota romagnolo. “Misano è un appuntamento speciale e io e la mia compagna Nùria abbiamo deciso di dedicare la livrea ai due cani dalmata che abbiamo adottato. Purtroppo l’arrivo dell’estate  è un brutto periodo per gli animali che vengono spesso crudelmente abbandonati dai loro padroni per andare in vacanza”. 

Il messaggio è importante. “Con questa  livrea abbiamo cercato di sensiblizzare le persone che gli animali non sono oggetti, che quando decidiamo di farli diventare parte della nostra vita dobbiamo sapere che lo sono per sempre, e non fino quando ci fa comodo.” 

cover dentroI cani più famosi del motociclismo sono i bulldog che Valentino Rossi porta disegnati sulla sella da tantissimi anni. I dalmata di Baldolini si chiamano Bongo e Kiro, e hanno storie da raccontare.  A febbraio del 2012 abbiamo addottato Bongo, un dalmata nero che arriva da Aragon, era in un canile con due suoi fratelli, aveva 4 mesi e dovevano essere “sacrificati” perchè non erano riusciti a venderli. È per questo che sono contro la compra-vendita di animali, non sono oggetti. Kiro è un dalmata marrone della zona di Sevilla, lui invece ha sofferto di piú, l’hanno abbandonato a 7 mesi e un ragazzo l’ha trovato per la strada, aveva un taglio al petto per estrarre il microchip in modo tale che il padrone non venisse rintracciato dopo l’ abbandono. Le sue zampe avevano ferite a causa dei troppi chilometri trascorsi a camminare sull’asfalto, infatti ancora  si vedono le cicatrici. È arrivato da noi e aveva molti traumi, non si lasciava mettere il collare, aveva paura di tutti gli uomini, aveva anche paura di me ma poco a poco ha ripreso la fiducia degli umani. È arrivato a casa a dicembre del 2014. Considero l’abbandono come uno dei gesti più spregevoli che un essere umano possa fare e sono orgoglioso di portare una moto simbolo della lotta contro l’abbandono dei nostri amici a 4 zampe.”

Baldolini sta disputando un ottimo Mondiale e a Misano, dopo qualche peripezia, è arrivato settimo. Ma è proprio vero, si può essere Campioni anche senza vincere.

PS: corsedimoto ha una redazione piena di cani. Intanto ci sono Pupa, Pedro e Billi, magari altri ne arriveranno. Il messaggio di Alex è anche il nostro: i cani si amano, non si abbandonano. Mai. 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy