Verso il futuro: i piloti del Motomondiale in visita alla fabbrica Triumph

Alcuni esponenti Moto2 ed il pilota Moto3 McPhee hanno avuto l’occasione di vedere da vicino il motore Triumph, dal 2019 in dotazione nella categoria intermedia.

Mercoledì particolare per alcuni piloti del Motomondiale, chiamati come sempre ad un evento che introduce il fine settimana di gare: in occasione del Gran Premio di Gran Bretagna, il programma di giornata consisteva in una visita alla fabbrica Triumph, storico marchio motociclistico britannico e dal 2019 fornitore unico di motori della categoria intermedia. Non potevano mancare alcuni piloti di casa, come Sam Lowes (Swiss Innovative Investors) e Danny Kent (+Ego Speed Up Racing Team), ai quali si sono uniti Luca Marini (Sky Racing Team VR46), Isaac Viñales (Forward Racing Team), Bo Bendsneyder (Tech3 Racing Team) e Joe Roberts (NTS RW Racing GP), oltre al pilota Moto3 John McPhee (CIP – Green Power).

Per i ragazzi presenti, la possibilità di dare una prima occhiata da vicino al nuovo motore con cui affronteranno la stagione 2019, oltre ad osservare anche il prototipo della fabbrica britannica. I piloti hanno poi preso parte ad un ‘dietro le quinte’: per loro l’occasione di realizzare una visita completa per farsi un’idea così del lavoro svolto da chi si occupa dello storico marchio di Hinckley.

Entusiasta uno dei piloti di casa di questo fine settimana, Sam Lowes: “Sono contento di questa visita, soprattutto per la mia nazionalità. Sono rimasto colpito dal fatto che realizzino tante cose in fabbrica e che montino le moto tutte a mano. Abbiamo visto il motore e sentito il suono della nuova moto per l’anno prossimo. Una bella sensazione: l’anno prossimo, con l’arrivo di Triumph, vivrò la mia prima stagione da pilota britannico con un motore britannico. Ne sono molto orgoglioso.”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy