Superbike Thai FP3: Riecco Jonathan Rea, il Cannibale

Il tre volte campione del Mondo primatista del venerdi e velocissimo anche sul passo. Melandri 4° davanti a Davies

Scusate, abbiamo solo scherzato. A Buriram, la pista magica (sei vittorie su sei) la  Kawasaki annulla l’handicap del taglio regolamentare 1100 giri motore in meno e piazza una folgorante doppietta al termine delle tre sessioni del venerdi con il pluri iridato Jonathan Rea davanti allo scudiero Tom Sykes. La Ducati risponde con il capofila Mondiale Marco Melandri quarto tempo a soli 97 millesimi e davanti al compagno Chaz Davies. Fra le grandi anche la MV Agusta dello spericolato Jordi Torres, per qualche attimo anche al comando della classifica.

ARMATA VERDE – E’ stato un venerdi da interpretare, perchè con gara 1 che incombe (sabato ore 10 italiane) e il nuovo format dei tre sessioni ravvicinate di appena 40 minuti ciascuna i big lavorano sempre in ottica gara ed è difficile capire chi stia bluffando o meno. Jonathan Rea sicuramente ha delle ottime carte in mano: oltre al giro veloce ha anche un ritmo gara formidabile: non a caso qui vanta cinque trionfi (e un secondo posto…) in sei gare. Il triplice campione ha simulato l’intera distanza di gara (20 giri) girando in 1’34” basso con tre puntate in 1’33” alto. Lo segue Tom Sykes, cui è stato cancellato due volte il giro veloce per sorpasso in regime di bandiera gialla: in ogni caso non sarebbe bastato per stare davanti al Cannibale.

MV IMPRESSIONA – Su un tracciato dove il motore conta, specie nel T1, stupisce la MV Agusta trascinata da un ottimo Jordi Torres. Lo spagnolo è a pochissimi millesimi dal vertice nella classifica cortissima. Rientra nei ranghi l’Aprilia con Eugene Laverty primatista della seconda sessione sprofondato in nona posizione dopo aver speronato Xavi Fores, finito anche in infermeria per controlli e a sua volta sconsolato ottavo. Lo spagnolo velocissimo la mattino e nella prima fase di FP3 (anche meglio di Melandri e Davies…) è stato Mister Sfortuna di giornata.

Fotogallery: Diego De Col

cover FP3

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy