Superbike a Portimao: Paura Tom Sykes, la Kawasaki va a fuoco

Drammatico incidente nella terza sessione di prove Superbike a Portimao: il britannico, 32 anni, cade ad alta velocità. La moto distrutta dal fuoco

Commenta per primo!

Superbike, pauroso incidente nella terza sessione di prove libere del 10° round del Mondiale a Portimao (Portogallo).

Il britannico Tom Sykes, 32 anni, pilota ufficiale Kawasaki, ha perso il controllo in prossimità della curva 9, ad alta velocità. Pilota e moto sono scivolati sul tracciato, in quel punto in violenta discesa. Il serbatoio nell’urto si è rotto provocando un incendio che ha rischiato di coinvolgere il pilota e ha completamente distrutto la moto. Il personale di soccorso ha impiegato alcuni minuti per domare le fiamme.

La sessione, fermata con bandiera rossa, era partita da appena due minuti e Sykes era nel giro di uscita dal box. Il campione del Mondo 2013 è stato portato al centro medico del circuito, le condizioni non sembrano gravissime: si parla di profonde abrasioni al dito mignolo della mano sinistra, forse sarà necessario intervenire chirurgicamente per suturare la ferita.Per cui Sykes, secondo in campionato a -70 punti dal capofila Jonathan Rea,  non sarà in grado di continuare il week end portoghese. Rea a questo punto è virtualmente, per la terza volta, campione del Mondo.

Il programma odierno prevede la disputa della Superpole alle 12 (italiane) e gara 1 alle 16. Sykes nelle prove del venerdi aveva ottenuto il quinto tempo dietro il compagno di squadra Rea, le Ducati di Melandri e Davies e la MV Agusta di Leon Camier.

Superbike Portimao: Prove 3, cronaca e tempi

Superbike Portimao Prove venerdi, cronaca e tempi

Superbike Portimao: Davide Giugliano torna sulla Honda

0 commenti

Recupera Password

accettazione privacy