Superbike Portimao: Honda, che sia la volta buona?

Il team Red Bull Honda ha completato quattro giorni di test a Portimao con Leon Camier e Jake Gagne. Vari gli aggiornamenti testati e approvati dai piloti.

Il team Red Bull Honda World Superbike sta cercando di risalire la china dopo alcuni round abbastanza difficili e i quattro giorni di test svolti a Portimao con Leon Camier e Jake Gagne sono serviti soprattutto per provare nuove evoluzioni.

I due piloti hanno svolto dei test privati il 20 e 21 agosto e poi si sono uniti agli altri team di punta del Mondiale Superbike il 23 e 24 agosto. Gagne e Camier, quest’ultimo non al meglio dopo l’infortunio patito nei test pre-8 Ore di Suzuka, hanno approfittato dell’occasione per provare una nuova specifica di motore (che dovrebbe rendere la moto più guidabile), un telaio rivisto e un nuovo pacchetto elettronico. Le novità sono state approvate da entrambi i piloti e Camier, nonostante l’infortunio, ha fatto segnare tempi competitivi con gomme da gara. Da segnalare che il 24 agosto, giornata conclusiva dei test WorldSBK, è sceso in pista con la Fireblade SP2 anche PJ Jacobsen, pilota del team TripleM (assente).

Queste le parole di Leon Camier: “Abbiamo fatto un bel passo in avanti con la moto. Non ero ancora al meglio fisicamente, ma i test sono andati come previsto. Il nuovo motore funziona molto bene e lo stesso vale per il nuovo telaio e la nuova elettronica. Il nostro passo gara è abbastanza competitivo e ora abbiamo una buona direzione da seguire. Non vedo l’ora di correre a Portimao.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy