Superbike: “Nel 2019 sarà un Jonathan Rea che non avete mai visto”

La Kawasaki galvanzzata dai test di Jerez, con il Cannibale velocissimo con la gomma da qualifica ma anche da gara

Più veloce sul passo, con la gomma da gara e infine con la qualifica. E’ sempre lo stesso Jonathan Rea delle ultime quattro stagioni: il dominatore. Ma la fame non passa “perchè adesso lui è entrato in una condizione incredibile, più vince e più vincerà, non si ferma” assicura il suo direttore tecnico Pere Riba.  Il team manager Kawasaki Guim Roda è ancora più esplicito. “Ha mostrato una grande condizione in questo test finale 2018 e stiamo lavorando duramente per fare in modo che in Australia possiate ammirare un Jonathan Rea che nessuno ha mai visto prima. La più grande sorpresa è che è il più motivato di ogni membro del team!” (Qui tutti i tempi di Jerez)

Cos’ha provato in dettaglio? Lo spiega Pere Riba.  “Abbiamo un nuovo motore, quindi dobbiamo confermare alcuni punti per il prossimo anno. Ci siamo concentrati sul bilanciamento del telaio e abbiamo fatto un altro passo in avanti. Abbiamo lavorato con Showa per migliorare il nostro pacchetto ed è stato positivo. Abbiamo anche fornito a Pirelli informazioni sulle nuove gomme. Infine, Johnny è stato in grado di fare il giro più veloce con la gomma da qualifica e quindi il giro più veloce con la gomma da gara. Abbiamo raccolto tutte le informazioni di cui avevamo bisogno e ora inizieremo a pensare alle novità che metteremo in pista nei test di   gennaio “.

E il Cannibale che ne pensa? “La pista non era in buone condizioni, la traiettoria è molto segnata e non dà confidenza quando cominci a spingere veramente forte. Inoltre le temperature erano molto critiche per le gomme. Sono felice perchè nel finale abbiamo provato qualcosa che ci ha fatto fare un gran passo in avanti sul bilanciamento della moto. Ho fatto anche una mezza simulazione, che ha dato riscontri molti positivi.” 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy