Superbike Laguna Seca, diario dagli Usa “Ho conosciuto Wayne Rainey, il mito”

Il team Puccetti Kawasaki Racing continua a condividere con noi le emozioni che si vivono dietro le quinte della trasferta Usa del Mondiale Superbike

Commenta per primo!

Superbike Laguna Seca: il team Puccetti Kawasaki Racing continua a condividere con noi fatti, curiosità ed emozioni del viaggio negli Usa. Un interessante “dietro le quinte” della trasferta extraeuropea del Mondiale Superbike.

SABATO BOLLENTE “Finalmente siamo arrivati alla giornata della prima gara in programma, davanti a un pubblico stupendo. Tutto è stato preceduto dall’inno nazionale americano cantato live da una bravissima artista in griglia di partenza, davvero emozionante. Il pensiero, non poteva essere altrimenti, è andato dritto a Nicky Hayden,  che ci ha lasciato qualche settimana fa e qui avrebbe corso in casa”

MITI“Onore a Davies che ha vinto una gara tirata a solo tre settimane dal brutto infortunio di Misano. Il nostro Randy Krummenacher ha fatto una buona partenza ma ha un po’ faticato sulla distanza gara. Ha concluso 17º, domani obbligatorio fare bene. Uno dei momenti più emozionanti della giornata è stato conoscere e farci la foto con Wayne Rainey, il campionissimo americano tre volte campione del Mondo della 500. Un mito della mia infanzia,  insieme a Kevin Schwantz!”

FUTURO 2018“Della cena di venerdi sera con  il boss di Kawasaki Europea si può raccontare molto poco …. certo che il futuro sarà sempre più green.  A  Lausitzring, dove correremo il 20 agosto,  i giochi 2018 saranno definiti, compreso  il regolamento tecnico.  Si potranno svelare le carte della prossima stagione. Certamente noi saremo molto  bellicosi e punteremo davvero in alto! Vi aspettiamo domani per raccontare il giorno finale di questa fantastica trasferta americana.” 

0 commenti

Recupera Password

accettazione privacy