Quanto è andato forte Lewis Hamilton? “Sette secondi dal record”

Il campionissimo della F1 si è divertito nelle due giornate di Jerez, ma su due ruote la strada è lunga

Lewis Hamilton, campionissimo della F1 (cinque Mondiali…) è un appassionato di moto e nei giorni scorsi a Jerez (leggi qui) ha girato per due giorni con la Yamaha YZF-R1, “scortato” dai piloti ufficiali Alex Lowes e Michael van der Mark. A margine di questo affascinante fuori programma, è spuntata una domanda non da poco: quanto è andato forte Lewis? E, a seguire: cosa potrebbe fare se, ipoteticamente, decidesse di scendere in pista sul serio?

Ovviamente è un gioco da Bar Sport invernale, perchè aldilà del talento o meno, per un il pilota di riferimento della F1 sarebbe assai poco conveniente sul piano economico, visto Lewis Hamilton percepisce oltre 50 milioni di € l’anno, oltre tre volte l’ingaggio di Marc Marquez, che ad oggi è probabilmente il pilota MotoGP più pagato.  Fatta questa premessa, ci ha pensato Michael van der Mark a risolvere la questione: “Alla fine delle due giornate è stato circa sette secondi più lento di noi” ha svelato il pilota olandese. Significa, a Jerez, un passo su 1’46-1’47”, più o meno il primato della Moto3. Nei test di fine novembre, in condizioni meteo simili a quelle riscontrate nel test di Lewis, Jonathan Rea è sceso fino a 1’38″713 (qui tutti i riferimenti SBK).

Ha guidato senza alcuna paura, ho perfino dovuto indurlo alla cautela perchè si stava buttando dentro le curve più veloci come fosse sulla sua F1” ha riferito  van der Mark a motorsport.com  “Già adesso è più veloce dei piloti amatoriali, che sappia andare in moto è una certezza. Quando margine abbia, cioè quanto potrebbe scendere ancora, è difficile da dire.” Durante il test Lewis Hamilton è incappato in una violenta scivolata. Per cui sarà anche da verificare se la Mercedes permetterà in futuro un’altra “mattata” come questa…

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy