Qatar, il diario: Sylvain Guintoli preso a sassate, e altre storie

Continua il racconto della trasferta nel deserto del team Puccetti Racing. Sempre al centro delle attenzioni: i reali del Qatar tifano Kenan Sofuoglu

Commenta per primo!

Continua il diario di viaggio del team Puccetti Racing, impegnato nell’ultimo round del Mondiale in Qatar. La Superbike ha corso per la prima volta di venerdi. E per i ragazzi del team emiliano .è stato un giorno movimentato fin dal primo mattino…

La giornata del venerdi è stata caratterizzata da cose particolari: la mattina presto siamo andati a fare due sportellate sui Buggy sulle dune del deserto, non ci siamo fatti mancare niente, anche un capotamento…

Rientrati presto al lavoro in circuito abbiamo trovato nel box il nostro Kenan Sofuoglu in splendida forma, quasi come se nulla fosse riguardo le sue condizioni fisiche. Ha disputato una buona qualifica, partirà quarto, quindi in seconda fila. Sono venuti a tifare per lui membri della famiglia reale del Qatar, davvero un onore incredibile averli nel nostro box.

Riguardo alla Superbike, in gara 1 Sylvain Guintoli  ha fatto una buona performance concludendo ottavo a 17 secondi da Rea. Siamo il primo team privato al traguardo. Una curiosità:  a metà gara Sylvain ha preso una sassata sparata della gomma posteriore di chi lo precedeva che gli ha distrutto il vetro della moto,  non permettendogli di sfruttare bene L’areodinamica della sua Kawasaki sul lungo rettilineo di Losail.  Alla prossima,  per l’ultimo giorno della stagione 2017 WSBK!

Manuel Puccetti

0 commenti

Recupera Password

accettazione privacy