MotoGP, Sepang: Valentino Rossi cade, niente resa dei conti

Tre anni dopo il contatto Valentino e Marc di nuovo ai ferri corti in Malesia. Poteva essere un finale infuocato ma….

Tre anni dopo l’incontro ravvicinato che costò il titolo a Valentino Rossi e ha scavato il solco dell’inimicizia con Marc Marquez, a Sepang è andato in scena il sequel della sfida che ha segnato un’epoca della MotoGP. Sul più bello, a quattro giri dalla fine, la scivolata di Valentino in uscita dalla curva 1 ha calato il sipario, cancellando quel finale da resa dei conti che tutti già stavamo pregustando. (Qui cronaca e classifica del GP)

Fino a quel momento Rossi aveva guidato il GP di Malesia con autorevolezza, dando l’impressione di poter rompere il digiuno di vittorie che dura ormai da Assen 2017. Retrocesso dalla race direction in settima casella sullo schieramento Marc Marquez però non ha dato tregua. Sbrigata la pratica rimonta, ha messo nel mirino il rivale, riducendo faticosamente lo svantaggio. Al momento della scivolata il Cannibale era quasi sotto, pronto per l’offensiva. Non sapremo mai cosa ci siamo persi.

Scommetti con Johnnybet

Ricambi moto 4moto.it

Biglietteria per tutti gli eventi motoristici, F1 inclusa

Foto: MotoGP.com TV

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy