MotoGP: Polverone Yamaha, nuove regole aerodinamiche dal 2019

I commissari tecnici mettono all’indice le ali sperimentate sulla M1 a Sepang. E dal prossimo anno si cambia

Yamaha lavora a 360 gradi per trovare le soluzioni ai problemi della stagione 2017: nuovi telaio, motore, mappature, ECU, ma anche una carena aerodinamica che ha suscitato non poche perplessità regolamentari.

Le “winglets” viste a Valencia sono state subito additate come irregolari da Danny Aldridge, direttore tecnico della MotoGP, responsabile dell’omologazione delle carenature alla vigilia del primo Gran Premio del Qatar. Troppo spigolose quelle ali studiate dai tecnici di Iwata e che avevano suscitato le polemiche di Ducati e Andrea Dovizioso a prima vista. A Sepang l’”Aero package” sembra rientrare nei regolamenti di sicurezza, ma le polemiche non sono domate, anzi.

Danny Aldridge sembra pronto a dare il via libera al pannello aerodinamico montato sulle M1 di Valentino Rossi e Maverick Vinales, ammesso che Yamaha abbia intenzione di omologarlo. Il pannello che è stato utilizzato l’ultima volta da Rossi e Viñales a Sepang è stato classificato come legale. Il design è diverso da quello del test di Valencia ritenuto fuori dai limiti regolamentari. Ora i bordi superiori sono stati arrotondati per motivi di sicurezza “e la superficie è più liscia”.

Non servono ingegneri per notare differenze minime tra le alette vietate alla Ducati e queste nuove sporgenze. Tant’è che la Dorna sta già studiando un nuovo regolamento in materia per il Mondiale 2019: “Vogliamo impostare la dimensione massima, la larghezza e l’altezza massime e così via – ha ammesso Aldridge -. Per il 2019 abbiamo proposto alcune dimensioni entro le quali le opere devono muoversi. Ci saranno restrizioni molto più forti. Per noi il punto chiave è la sicurezza del conducente e, allo stesso tempo, dobbiamo consentire ai produttori di svilupparsi”. Servono nuovi limiti alla capacità di aggirare il regolamento da parte dei team, anche se finora l’aerodinamica non sembra fare troppo la differenza. Eccezion fatta per Jorge Lorenzo…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy