MotoGP: Morbidelli e Bagnaia, due italiani nel mirino Ducati 2019

Alla vigilia dei test di Buriram voci sulla destinazione 2019 dell’iridato Moto2

Ducati lavora in sordina sul rinnovo di contratti. Jorge Lorenzo sembra avere il posto sicuro dopo l’investimento di due anni fa per strapparlo alla Yamaha e portarlo a Borgo Panigale. In bilico i destini di Andrea Dovizioso e Danilo Petrucci: almeno uno dei due sembra destinato a lasciare la sella della Rossa.

INGAGGI – Alla fine non sarà una questione di feeling con le moto, ma di denaro. Entrambi gli alfieri italiani chiedono un aumento di ingaggio: il forlivese per aver conquistato sei vittorie nella scorsa stagione e il titolo di vicecampione. Il pilota umbro, invece, dopo quattro anni di maturazione con la Desmosedici, desidera fortemente una moto e un contratto da pilota ufficiale. Aprilia si è già fatta avanti, Ducati sembra disposta a lasciarlo andare. “L’obiettivo della Ducati è quello di mantenere i nostri attuali piloti ufficiali“, ha dichiarato Paolo Ciabatti ad Autosport. “Abbiamo fatto un investimento con Andrea e Jorge e dobbiamo provare a rinnovare con entrambi. Danilo dovrebbe essere intelligente e andare a trovare un team factory. Il suo programma con Pramac termina quest’anno e penso che sia un pilota adatto per una struttura ufficiale. È normale che vorrebbe più soldi e in questo senso tutto è collegato alla firma con un produttore, che sia nostro o di un altro”.

PETRUX –  Alla vigilia dei test invernali aveva anticipato la possibile soluzione futura: “Nel 2017 la tentazione di andare in Aprilia è stata forte… Ma non volevo finire da separato in casa. Però dopo 7 anni in MotoGP l’ambizione è quella”. Si deciderà tutto dopo le prime gare, ma Danilo non sembra disposto a mangiare la foglia. A questo punto Ducati starebbe già pensando ad un possibile sostituto e pare voglia pescare nel bacino della VR46 Academy. Il nome più accreditato è quello di Francesco Bagnaia. Il pilota della Moto2 ha grandi aspettative per questa stagione e, in caso di un campionato ad altissimi livelli, si potrebbero spalancare le porte della MotoGP. Lo scorso dicembre il giovane pilota piemontese ha fatto visita a Borgo Panigale dove ha incontrato Paolo Ciabatti, Gigi Dall’Igna e Francesco Guidotti. D’altronde nel novembre 2016 a Valencia Pecco ha compiuto già nove giri (“premio”) in sella ad una Ducati…

MORBIDO – Ma sulla lista dei desideri Ducati sembra esserci anche un altro pupillo di Valentino Rossi: Francesco Morbidelli. A rivelare il possibile gioco “sottobanco” è Michael Bartholemy, boss del team Marc VDS, nonostante l’italobrasiliano abbia un contratto con Honda fino al 2019. “Sento voci secondo le quali Ducati è interessata a Morbidelli per il 2019″, ha detto il team manager a Speedweek. “Dobbiamo prenderla come viene. Dovremmo arrabbiarci già da ora? Di certo non possiamo combattere contro chi potrebbe offrirgli un milione di dollari. Non ho tanti soldi e forse non pagherò  mai un ingaggio così”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy