MotoGP, Andrea Dovizioso: “Siamo più forti di un anno fa”

Alla vigilia dell’apertura Mondiale il ducatista non si nasconde. “Vado forte con entrambi i telai, e mi fa piacere essere considerato”

L’ora della verità si avvicina,  in Qatar dove cadranno le maschere (qui gli orari TV). I test invernali effettuati in Malesia, Thailandia e Losail ci ha promesso un pacchetto molto serrato garanzia di una stagione assai combattuta. Nei test qatarini si è scoperto soprattutto un Andrea Dovizioso prepotente su una Ducati molto in forma. Lo stesso Marc Márquez considera il Dovi come l’avversario più pericoloso. Cosa pensa Andrea?
POTENZIALE – Nel 2018, DesmoDovi, vice campione in carica,  deve confermare che lo spettacolare 2017 esperienza non è stato un caso, ma che ormai è da considerare un top riderIl suo compagno di squadra Lorenzo si giocherà la  reputazione mentre Marc Márquez si aspetta ancora di vedere l’italiano sul suo cammino. Tanto che, alla fine del secondo giorno di test in Qatar, Marquez ha rivelato che secondo lui il ducatista stava tenendo almeno sette decimi nel taschino. Un potenziale spaventoso. 

FAVORITO – Questa previsione dell’iridato in carica è arrivata all’orecchio del Dovi. Sentiamo cosa ne pensa. Mi fa piacere sentire così tante persone che pensano in questo modo e sono molto contento di come è andato l’inverno. Durante i tre giorni in Qatar, e in condizioni diverse, i tempi sul giro sono arrivati ​​facilmente, il che è qualcosa che non accade così spesso. Dai test in Malesia, abbiamo solo fatto progressi. Abbiamo valutato tutto quello che volevamo, il che è anche piuttosto raro perché abbiamo pneumatici in quantità limitata e possiamo anche avere delusioni.”

TELAI – Il che, a quanto pare, non è mai accaduto per Dovizioso: “Sapevo che saremmo stati forti, ma siamo andati anora meglio di quanto avessi sperato. La moto ha sempre funzionato bene a Losail e questa volta sembra anche meglio degli altri anni.Siamo più competitivi rispetto al 2017. Abbiamo un’idea chiara delle nostre opzioni, in particolare della carenatura. È meno evidente sul telaio, ma sono veloce su entrambe le scelte. Un arbitraggio che faremo durante il primo Gran Premio.” DesmoDovi sembra così sicuro di sé da non  negare l’idea di essere uno dei favoriti. Vedremo che succede questo fine settimana. 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy