MotoGP: Alex Rins pensa in grande “La Suzuki vi stupirà”

Nei test di Jerez sperimentati un nuovo telaio ma sopratutto il motore evoluzione che sembra aver colmato ogni lacuna

Álex Rins ha finito in bellezza la stagione 2018 con tre podi negli ultimi sette Gran Premi. Ha concluso al quinto posto nel campionato e ha dimostrato come Suzuki è diventata assai competitivo. È stato con questi buoni auspici che ha iniziato i test pre-stagionali, prima a Valencia la scorsa settimana, dove ha concluso al settimo posto nelle prove combinate, poi a Jerez questa settimana. Qui cronaca e tutti i tempi 

Accompagno in pista dal neo acquisto Joan Mir e dal collaudatore Sylvain Guintoli,  un Alex Rins sempre più calato nel ruolo di top rider non si è preoccupato tanto del giro veloce, quando di portare avanti l’inteso programma deciso dalla Suzuki. Tantissimi gli sviluppi disponibili: motore evoluzione, un nuovo forcellone e molti aggiornamenti elettronici. Alla fine delle due giornate anche il cronometro ha sorriso, pur non essendo la priorità: decimo tempo, a soli cinque decimi dalla vetta.

Alex Rins è andato in vacanza con il morale altissimo:  “Questi due giorni sono stati molto positivi perché abbiamo provato di tutto: nuovo telaio, nuovo motore ed effettuato molti confronti con il materiale 2018. Il primo giorno ci siamo concentrati sul telaio e l’ultimo sul motore. Abbiamo preferito mettere in pista il motore evoluzione sul telaio 2018, che conosciamo meglio, e abbiamo seguito tutti i suggerimenti che gli ingegneri hanno dato. È stato tutto molto positivo In Giappone sarà un inverno di piena attività, perchè nel primo test 2019 avremo ulteriori novità.Riteniamo che la Suzuki sarà una moto molto competitiva.”

Leggi qui l’articolo originale su Paddock-GP

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy