Motogiro d’Italia, la 27° edizione dal 30 aprile al 6 maggio

Il programma della sei tappe per oltre mille chilometri della manifestazione più antica

Commenta per primo!

Motogiro d’Italia, se le buone abitudini non si devono abbandonare, un appuntamento ormai abituale da mettere nell’agenda 2018. Nonostante l’età, ormai siamo arrivati a più di cento anni, la manifestazione nata nel lontano 1914 e rilanciata nel 1989 dal Moto Club Terni, rappresenta la più antica e prestigiosa gara motociclistica italiana a tappe, ma non per questo ha smesso di regalare emozioni sempre nuove.

CHE GIRO – La manifestazione, sotto l’egida sia della Federazione Motociclistica Italiana che della Federazione Motociclistica Internazionale, aperta oltre che alle moto d’epoca anche a quelle attuali, propone ogni anno itinerari sempre nuovi, capaci di coinvolgere motociclisti provenienti da tutto il mondo che, armati di spirito sportivo e da sana passione degli anni d’oro del motociclismo, trovano sempre una nuova occasione per scoprire e riscoprire percorsi indimenticabili che la nostra splendida Italia ci regala. Il Motogiro D’Italia non è solo una rievocazione storica, ma un evento legato alla storia sia dei mezzi che del territorio che lo ospita, un’occasione per viverla chilometro dopo chilometro.

PROGRAMMA – L’evento che prenderà il via il prossimo 30 aprile ci porterà a scoprire in sei giorni, un territorio legato per eccellenza al mondo dei motori, protagonista infatti sarà la Motorvalley, il distretto industriale situato in Emilia Romagna, dove si concentrano aziende legate al mondo del motorsport, oltre che caratterizzato dalla presenza di numerosi musei specializzati e servizi dedicati come autodromi e circuiti per gare sportive. Un’autentica terra dei motori, considerata patrimonio culturale della regione, che ci offrirà spunto per conoscere un territorio sia dall’interessante sviluppo storico, paesaggistico e culturale, ma anche dall’innata passione per le due e quattro ruote. Tappe imperdibili di questa nuova avventura saranno il Museo Ducati a Borgo Panigale, il Museo di Enzo Ferrari a Modena per non dimenticare il Museo di Marco Simoncelli a Coriano.

ITINERARIO – Partendo da Bologna e proseguendo per Modena, Parma, Imola, fino ad arrivare alla Riviera Adriatica, Rimini, Misano e San Marino, sono solo alcune dei luoghi che il Motogiro D’Italia nell’edizione 2018 toccherà, attraverso le sue 6 tappe e più di 1000 km da percorrere. I partecipanti, provenienti da tutto il mondo, potranno perfezionare la proprie iscrizioni fino al prossimo 30 marzo 2018 sul sito www.motogiroditalia.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy