Moto2: Luca Marini “Magari un giorno sfiderò Valentino in MotoGP”

Il fratello di Rossi intervistato da La Gazzetta dello Sport. Dopo due podi di fila, la prima vittoria sembra dietro l’angolo

Luca Marini è da qualche gara il pilota italiano più in forma in Moto2. Meglio anche di Pecco Bagnaia, l’altro pilota del team Sky VR46 che si sta giocando il titolo Mondiale contro il portoghese Miguel Oliveira, proprio il pilota che ha battuto Luca, per pochissimo, domenica scorsa a Brno. Il fratello di Valentino Rossi è stato intervistato da La Gazzetta dello Sport che gli dedica l’intera pagina motori dell’edizione di giovedi 9 agosto. Ecco alcune parti.

C’è delusione per la mancata vittoria?

«Delusione assolutamente no, è molto più la felicità, soprattutto per la gara bellissima, piena di sorpassi, dopo essere stato veloce tutto il weekend… Sono solo contento. Penso si debbano fare le cose con calma, step by step e lavorare bene, poi i risultati arriveranno».

Lei è freddo e razionale. Anche sabato, dopo la pole, traspariva soprattutto una gran calma.

«Fare la pole è stato fighissimo, anche per tutto quello che c’è stato dopo, la conferenza stampa coi piloti MotoGP, bella. Però alla fine conta molto meno della gara, ti permette solo di partire un po’ più avanti degli altri e basta».

Due podi di fila significano che…?

«Che il primo non è stato un caso. Un podio lo possono fare tanti, magari anche per condizioni particolari o fortuna. Due di fila, soprattutto con gare così belle, significano che anche io lotto coi piloti più forti».

Potevano arrivare prima?

«Sì, nel 2017 mi sono fatto male a metà stagione, quest’anno subito. Ma ciò non toglie l’ottimo lavoro fatto. Appena arrivato nel team Sky mi sono trovato bene, già in Qatar mi sentivo veloce e pronto per lottare per le posizioni migliori. Poi ci sono state un po’ di complicazioni, scelte sbagliate, l’infortunio. Ma ora che seguiamo un ottimo percorso, con un metodo di lavoro dettagliato, vengono fuori i risultati».

Cosa le ha detto mamma Stefania dopo la gara?

«Ah, non le ho parlato, ci siamo solo scritti messaggi. Con lei parliamo a casa, guardando la gara. È molto tecnica, dice la sua…».

In tanti, nel paddock, adesso dicono: «Però, Luca va forte!».

«Sono molto felice di questo. In tanti mi hanno fatto i complimenti, io devo solo continuare così, con costanza. Mancano molte gare, poi ci sarà tutta un’altra stagione in Moto2».

Si sente sdoganato? Prima lei era soprattutto il fratello di Rossi, ora è Luca Marini.

«Io penso sempre che sono il fratello di Vale, lui è una parte della mia vita, e sono molto fiero e onorato di esserlo. A me piace tantissimo, mi rende orgoglioso. Non mi sono mai sentito un raccomandato e mai nessuno me lo ha detto. Invece capita sempre più spesso che nel paddock la gente mi fermi per chiedere una foto chiamandomi per nome. E a me basta».

Domenica a Zeltweg tanti occhi saranno puntati su di lei.

«E speriamo in un altro bel weekend. Se continuiamo con questo metodo, testa bassa e lavoro sodo, possiamo toglierci altre soddisfazioni».

Il rapporto con Pecco Bagnana potrebbe cambiare?

«No, non penso. Anzi. In gara mi è piaciuto come ci siamo comportati l’uno con l’altro. Anche nei sorpassi siamo stati attenti. Un rapporto, finché non ti giochi Mondiale e vittoria a ogni gara, può andare avanti serenamente. Siamo due persone intelligenti che basano la relazione innanzitutto sul rispetto».

Bagnaia nel 2019 salirà in MotoGP con la Pramac, e lei sarà la punta del team.

«Gli obiettivi restano gli stessi, anche quest’anno sono partito per vincere più gare possibili. Nel 2019 sarà importante partire bene, ma l’anno sarà anche determinato da come finisce questo. Confermare i risultati degli ultimi weekend mi preparerà meglio».

Valentino corre fino al 2020…

«E io spero anche di più, magari rinnova ancora. Correre contro di lui? Perché no? Come ho sempre detto, bisogna che lui rinnovi un altro po’ e che io mi dia da fare per arrivare in MotoGP».

Scommetti con Johnnybet

Biglietti e offerte per il GP di Misano

Ricambi moto 4moto.it

Biglietteria per tutti gli eventi motoristici, F1 inclusa

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy