FIM EWC: F.C.C. TSR Honda a Le Mans con la nuova CBR

Finalmente F.C.C. TSR Honda France disputerà una 24 ore con la nuova CBR 1000RR Fireblade SP2: primo test effettuato nelle scorse settimane a Okayama.

Il 2018 è stato un anno memorabile per F.C.C. TSR Honda. La gloriosa compagine nipponica, dal 2016 presente a tempo pieno nel Mondiale Endurance, ha coronato il sogno di conquistare il primo titolo iridato della propria storia frutto di una serie di risultati senza precedenti per una squadra All Japan attivamente impegnata nelle corse di durata. Affermazione alla 24 ore di Le Mans, vittoria alla 8 ore di Oschersleben, titolo vinto “in casa” (la base operativa dista soli 5 minuti a piedi dal tracciato…) in occasione della 8 ore di Suzuka e, come se non bastasse, trionfo al Bol d’Or che ha aperto la stagione 2018/2019 del FIM EWC. Successi continui che hanno portato la compagine diretta da Masakazu Fujii nell’elite dell’Endurance, coronando il desiderio del fondatore Teruyoshi Fujii, grande amico di Soichiro Honda che nel 1963 diede proprio vita all’allora team TS (Technical Sports), oggi TSR (Technical Sports Racing).

Sulla scia di un 2018 memorabile, F.C.C. TSR rinnovando il sodalizio con Honda France punta a detenere il #1 anche per la stagione 2018/2019, partendo con largo anticipo i preparativi per la 24 Heures Moto Le Mans del 20-21 aprile prossimi. Con il riconfermato equipaggio formato da Freddy Foray, Josh Hook ed il neo-acquisto Mike Di Meglio, TSR darà l’assalto alla seconda affermazione consecutiva sul tracciato della Sarthe, in questa circostanza con la disponibilità della nuova CBR 1000RR Fireblade SP2 che, sotto le insegne F.C.C. TSR Honda France, esordirà per la prima volta in una 24 ore.

Sebbene il debutto della nuova Fireblade si sia registrato nel 2017, in tutte le 24 ore (Le Mans e Bol d’Or) finora disputate la squadra con un’antenna logistica in Catalogna ha corso sempre con il “vecchio” modello. Originariamente per la volontà di fare affidamento su una moto collaudata e che possa garantire la chance di incamerare più punti possibili per la classifica di campionato, ma in realtà per una decisione dettata da HRC che non ha consentito alla compagine Campione del Mondo in carica di correre con la CBR di nuova generazione, complice la mancata preparazione di propulsori specificamente sviluppati per una 24 ore.

F.C.C. TSR non ha fatto drammi al riguardo, anzi: le vittorie a Le Mans e Bol d’Or del 2018 testimoniano quanto la decisione presa sia stata quella giusta, con la nuova Fireblade che ha completato l’opera nelle 8 ore partendo dal debutto (con podio) alla 8 ore di Suzuka 2017, passando per i risultati preziosissimi ai fini-campionato ottenuti nel 2018 tra SlovakiaRing (podio), Oschersleben (vittoria) e proprio Suzuka (top-5 e titolo iridato).

Per il 2019, tuttavia, F.C.C. TSR Honda France correrà sempre e solo con la nuova CBR 1000RR Fireblade SP2, partendo proprio dalla 24 ore di Le Mans. Lo scorso mese di dicembre è stato effettuato un positivo test sul tracciato di Okayama (ex-Ti Aida) con l’apporto di tutti e tre i piloti titolari, sviluppando le due differenti versioni della nuova moto: 24 e 8 ore. Conferma come nulla sia lasciato al caso: d’altronde confermarsi è sempre più difficile che vincere la prima volta…

F.C.C. TSR: dall’amicizia con Soichiro Honda al titolo mondiale FIM EWC

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy